Che materia stai cercando?

Riassunto esame Diritto parlamentare, prof. Ruotolo, libro consigliato Diritto parlamentare, Cicconetti Appunti scolastici Premium

Riassunto schematico per l'esame di Diritto parlamentare, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Diritto parlamentare, Cicconetti. SI COMPONE DI 5 PARTI, e analizza la materia a partire dai principi generali, sino a approfondire nello specifico i caratteri del sistema elettorale, della funzione legislativa, di tutte le funzioni del parlamento, del rapporto... Vedi di più

Esame di Diritto parlamentare docente Prof. M. Ruotolo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

DURATA DELLE CAMERE

Secondo quanto stabilito articolo 60 della Costituzione la durata della legislatura, e

quindi delle camere è di 5 anni.

Si fa inoltre riferimento a due istituti:

La PROROGA, da considerarsi straordinaria e autorizzabile solo con legge apposita:

<<La durata di ciascuna camera non può essere prorogata se non per legge e

soltanto in caso di guerra..>>. I poteri si considerano pieni.

E la PROROGATIO, strumento ordinario rivolto a sopperire alla mancanza di potere

nel periodo che va dallo scioglimento delle camere all’elezione delle nuove.

In tale periodo si ha una diminuzione di potere e sono possibili solo gli atti urgenti:

<<Le elezioni delle nuove camere hanno luogo entro 70 giorni dalla fine delle

precedenti>>.

Il Presidente della Repubblica può sciogliere le camere, o anche solo una di esse, in

qualsiasi momento, salvo che egli si trovi negli ultimi 6 mesi del suo mandato

(cosiddetto: SEMESTRE BIANCO).

PARTE 3 –AUTONOMIA delle CAMERE e IMMUNITA’

In aggiunta al principio di INDIPENDENZA GUARANTIGIA delle camere,

l’ordinamento prevede l’Istituto della GIURISDIZIONE DOMESTICA. Esso consiste

nella sottrazione delle cariche parlamentari alla giurisdizione di organi giudiziari

ordinari o amministrativi. La disciplina delle cosiddette IMMUNITA’ PARLAMENTARI

si completa facendo riferimento all'articolo 68 della Costituzione. In base a questo

(comma 1), i parlamentari non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni

espresse e dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni ( NESSO funzionale

dell'immunità).

Inoltre, al comma 2, si prevede impossibilità di sottoporre ciascun parlamentare a

PRIVAZIONI O DIMINUZIONI DELLA LIBERTA’ PERSONALE ( es: arresto o

perquisizione ), senza autorizzazione della camera a cui appartiene. Tale divieto si

estende inoltre alla disciplina delle INTERCETTAZIONI.

PARTE 4- Il FUNZIONAMENTO DELLE CAMERE

Le camere si riuniscono di diritto il primo giorno non festivo di febbraio e di ottobre.

Ciascuna camera può essere inoltre convocata su iniziativa del suo presidente, del

Presidente della Repubblica o di un terzo dei componenti.

QUORUM COSTITUTIVO: Le delibere di ciascuna camera non sono valide se non è

presente la maggioranza dei COMPONENTI.

QUORUM DELIBERATIVO: Le delibere di ciascuna camera si adottano con voto

favorevole della maggioranza assoluta (50%+1) dei partecipanti al voto (non si

considerano gli astenuti). La legge tuttavia può stabilire MAGGIORANZE

RAFFORZATE, per approvare delibere riguardanti determinati argomenti e materie di

particolare rilevanza.

Le votazioni si effettuano a scrutinio palese, cioè con voto per alzata di mano,

oppure a scrutinio segreto, cioè mediante espressione scritta o con metodo

elettronico (sempre scrutinio palese salvo il regolamento disponga diversamente).

Per FUNZIONE LEGISLATIVA deve intendersi un complesso procedimento giuridico

composto da una sequenza predeterminata di atti e rivolta a concludersi con la

formazione dell’atto finale “LEGGE”.

Si compone di 3 fasi principali: INIZIATIVA, PREPARAZIONE, DELIBERAZIONE.

1: INIZIATIVA: è IL POTERE di presentare una proposta di legge in parlamento.

Il testo redatto in articoli e la relazione TECNICA sono aspetti formali da rispettare.

Nel nostro ordinamento il potere di iniziativa è attribuito a:

GOVERNO, CNEL, CONSIGLIO REGIONALE, CIASCUN PARLAMENTARE, 50.000

ELETTORI (iniziativa di carattere POPOLARE).

2:PREPARAZIONE: Il Presidente della camera valuta la RICEVIBILITA’ FORMALE della

proposta legislativa. In secondo luogo, superato il primo controllo, il disegno di legge

deve essere assegnato alla COMMISSIONE COMPETENTE PER MATERIA (anche più di

una per disegni particolarmente complessi).

E’ indispensabile, a questo punto, stabilire la SEDE in base alla quale si riunisce la

commissione e che determina il TIPO di procedimento da sviluppare.

Si distinguono infatti: SEDE REERENTE, SEDE REDIGENTE, SEDE LEGISLATIVA.

SEDE REFERENTE: si tratta del procedimento ordinario disciplinato dall’art. 72 della

Costituzione. La Commissione valuta il testo nel complesso, poi vota singolarmente

articolo per articolo e complessivamente il progetto, stabilendo poi il cosiddetto

“testo della commissione”. Trasferisce il progetto all’ASSEMBLEA corredato dalle

proprie osservazioni.

L’assemblea esamina il progetto in relazione alle priorità del programma e discute le

linee generali. Conclude le operazioni con VOTAZIONE FINALE del testo. Il testo così

votato e approvato viene poi trasferito all’altra CAMERA.

SEDE REDIGENTE: La commissione svolge valutazioni e votazioni più approfondite.

All’assemblea è riservata solamente la VOTAZIONE FINALE del testo deliberato dalla

commissione.

SEDE LEGISLATIVA: I lavori sul progetto di legge sono svolti interamente all’interno

della commissione. Il Governo, 1/10 dei parlamentari o 1/5 della commissione

possono votare il trasferimento del progetto dalla sede legislativa a quella

REFERENTE.

RISERVA DI ASSEMBLEA: per alcune materie di particolare rilevanza l’ordinamento

prevede ricorso OBBLIGATORIO al procedimento in SEDE REFERENTE(cioè ordinario,

COMMISSIONE+ASSEMBLEA). Tra queste materie troviamo: LEGGE ELETTORALE,

LEGGE COSTITUZIONALE, LEGGE DI RATIFICA DEI TRATTATI INTERNAZIONALI, LEGGE

DI APPROVAZIONE DEL BILANCIO E FINANZIARIA.

3: FASE DELIBERATIVA: Le camere devono votare il progetto di legge NELLO STESSO

TESTO. È possibile per ciascuna proporre emendamenti da inviare all’altra (seconda

lettura), fino a che non si raggiunga l’accordo circa il TESTO FINALE.

Il testo approvato da entrambe le camere viene inviato al Presidente della

Repubblica, che valuta la conformità del progetto con le norme costituzionali. Ha il

diritto di veto e può rinviare alle camere il testo per effettuarne un riesame. Tale

potere è però esercitabile una sola volta nell’ambito dello stesso testo legislativo.

Se il controllo va a buon fine, la legge viene promulgata, ovvero pubblicata in

Gazzetta Ufficiale. Trascorsi 15 giorni, le norme contenute entrano in VIGORE.


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

7

PESO

364.15 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto schematico per l'esame di Diritto parlamentare, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Diritto parlamentare, Cicconetti. SI COMPONE DI 5 PARTI, e analizza la materia a partire dai principi generali, sino a approfondire nello specifico i caratteri del sistema elettorale, della funzione legislativa, di tutte le funzioni del parlamento, del rapporto parlamento governo e di tutto il procedimento di formazione delle leggi.D


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher edosuper10 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto parlamentare e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Ruotolo Marco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto parlamentare

Riassunto esame Diritto parlamentare, Libro consigliato Cicconetti
Appunto
Riassunto esame Diritto dell'Unione Europea, prof. Caggiano, libro consigliato Istituzioni di Diritto dell'Unione Europea, Villani
Appunto
Riassunto esame Diritto Romano, prof. Rossetti, libro consigliato Possesso e Tempo nell'Acquisto della Proprietà, Vacca
Appunto
Appunto con sunto per l'esame di procedura penale del prof Marafioti/Paolozzi/Luparia. libro consigliato: Errore giudiziario e background processuale
Appunto