Che materia stai cercando?

Diritto - La Composizione del governo in base alla costituzione Appunti scolastici Premium

Appunti completi argomenti:

La composizione del governo in base la costituzione.
Gli organi previsti dalla legge N.400/1988.
La Formazione del governo.
La crisi di governo.
La responsabilità dei ministri.
Le funzioni del governo.
L'attività normativa del governo.
Scarica il file in formato PDF!

Esame di Diritto docente Prof. P. Giurisprudenza

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LA COMPOSIZIONE DEL GOVERNO IN BASE ALLA COSTITUZIONE

Il Governo è composto da: Il Presidente del Consiglio, nominato dal Presidente della Repubblica, è un

organo monocratico e ha sede a Palazzo Chigi (Roma). Ha il compito di convocare e presiedere le riunioni

del Consiglio dei ministri;

Coordinare l'attività dei ministri

– Mantenere unità dell'azione politica e amministrativa.

- I ministri, definiscono insieme al Presidente del consiglio l'indirizzo politico del Governo e nella Pubblica

Amministrazione, sono a capo di un Ministero e ne sono responsabili dell'organizzazione e dell'attività; da

cui dipendono altri uffici con funzioni inerenti al ministero di appartenenza. Non sono necessariamente

membri del Parlamento e possono emanare provvedimenti amministrativi, come circolari che sono norme

interne rivolte ai dipendenti del Ministero.

I ministri senza portafoglio, non dirigono uno specifico Dicastero, quindi non sono a Capo di un Ministero,

perchè svolgono compiti particolari (ad esempio il Ministro delle pari opportunità).

Il Consiglio dei Ministri, è un organo collegiale composto da tutti i ministri e dal Presidente del

– Consiglio; definisce la politica generale del governo attraverso i disegni di legge,decreti legge e

decreti legislativi. Si riunisce a Palazzo Chigi (Roma), su convocazione del Presidente del Consiglio.

GLI ORGANI PREVISTI DALLA LEGGE N.400/1988

Altri organi del Governo:

-Vicepresidente del Consiglio, è nominato dal Consiglio dei ministri ed è il supplente del Presidente del

consiglio.

-Viceministri, sono nominati dal Consiglio dei Ministri e sono massimo 10, sono delegati a specifiche aree di

competenza, sono partecipi alle sedute del Consiglio dei Ministri, ma senza diritto di voto.

-Sottosegretari, hanno la funzione di collaborare con i ministri nello svolgimento delle loro funzioni.

-Comitati interministeriali, sono formati da più ministri che hanno competenza su materie comuni (ad

esempio il C.I. Per il credito e il risparmio composto dal ministro dell'economia e delle Finanze e da ministri

competenti in materie economiche).

-Consiglio di gabinetto, è composto dal Presidente del Consiglio e da alcuni ministri; ha lo scopo di

esaminare questioni di maggior rilievo e accordarsi durante la discussione comune;

-Commissari straordinari , sono nominati per incarichi speciali (es: Il commissario straordinario per la lotta

alla mafia) e possono partecipare alle riunioni del Consiglio dei Ministri.

L'Organizzazione del ministero

A Capo di ogni Ministero è il Ministro, da cui dipendono i viceministri, i sottosegretari e il Gabinetto del

Ministro che è costituito da più uffici che lavorano per il Ministero (es: Ufficio Stampa). Le Direzioni

generali, si occupano di un settore specifico nel Ministero; a sua volta suddiviso i Divisioni e poi in Sezioni.

LA FORMAZIONE DEL GOVERNO

Il Processo di formazione del Governo si apre con:

Le consultazioni del Presidente della Repubblica, con gli ex Presidenti della Repubblica, con i

– Presidenti delle due camere, con i presidenti dei Gruppi parlamentari e i segretari dei partiti politici.

Non è un obbligo, ma è una consuetudine.

Conferimento dell'incarico, con riserva, cioè concordare con i partiti della maggioranza il

– programma del governo e la lista dei Ministri.

Se il Presidente del Consiglio accetta il suo incarico, prosegue la nomina del Presidente del

– Consiglio e la scelta dei suoi Ministri,tramite decreto, presso il Quirinale. Se rinuncia all'incarico, se

non gli è possibile, che sarà affidato ad altri dal Capo dello Stato.

Giuramento di fedeltà alla Repubblica del Presidente del Consiglio e dei Ministri

– Si conclude, con l'approvazione della mozione di fiducia da parte delle due Camere.

– La mozione di fiducia è un documento in cui la maggioranza dei membri delle due Camere dichiara


PAGINE

2

PESO

53.64 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Diritto
Corso di laurea: Corso di laurea in servizi giuridici per l'impresa
SSD:
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher laforgialoverz di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Giurisprudenza Prof..

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto

Diritto - La composizione del Parlamento e il Bicameralismo
Appunto
Diritto - Il ruolo dei Magistrati
Appunto
Diritto - Il Ruolo del Presidente della Repubblica
Appunto
Diritto - Il ruolo dei Magistrati
Appunto