Che materia stai cercando?

Riforma del TFR Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto del lavoro riguardanti la riforma del TFR con attenzione ai seguenti argomenti trattati: per chi vale la riforma, qual'è la ratio; quando partirà la riforma della previdenza complementare; dove va la liquidazione in caso di silenzio che vale come assenso, che fine fa la liquidazione precedentemente... Vedi di più

Esame di Diritto della previdenza complementare docente Prof. M. Persiani

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il Consiglio dei ministri ha approvato il testo che a partire dal 1° gennaio del 2008 dà sei mesi di tempo ai lavoratori per

decidere se trasferire il proprio trattamento di fine rapporto nei fondi pensione. Una scheda per capire quali sono i punti

salienti della riforma.

Per chi vale la riforma?

La riforma riguarda tutti i lavoratori delle aziende private (non quindi i dipendenti pubblici).

Quale la ratio?

Il passaggio dal sistema di calcolo delle pensioni retributivo a quello contributivo farà sì che a partire dal 2008 l’assegno

pubblico non sarà superiore al 50% dell’ultima retribuzione. Il rilancio della previdenza complementare mira a integrare

questa percentuale portandola intorno al 70%

Quando partirà la riforma della previdenza complementare?

A partire dal 1° gennaio e fino al 30 giugno dello stesso anno i lavoratori avranno la possibilità di scegliere, attraverso il

meccanismo del silenzio assenso, se trasferire o meno la propria liquidazione nei fondi pensione. O danno il loro esplicito

diniego oppure il consenso. In caso di silenzio il trasferimento avverrà automaticamente.

Dove va la liquidazione in caso di silenzio che vale come assenso?

La prima opzione prevede che il Tfr vada nel fondo pensione stabilito dagli accordi o contratti collettivi a meno che non ci sia

un diverso accordo aziendale tra le parti. In alternativa la liquidazione è conferita al fondo cui aderisce la maggior parte dei

dipendenti dell’azienda e in un’ultima istanza al fondo dell’Inps.

Che fine fa la liquidazione precedentemente maturata?

Resta in azienda. Da ricordare che il Tfr si rivaluta ogni anno dell’1,5% + il 75% del tasso di inflazione

Chi nega il suo consenso può poi ripensarci?

Certo. Si può decidere per il trasferimento anche in una fase successiva.

A quanto ammonta il Tfr che matura ogni anno?

A circa 13 miliardi. Ed è pari al 7% della della retribuzione lorda.

Cos’è il contributo del datore di lavoro?

E’ pari all’1% della retribuzione lorda, circa 3 miliardi di euro l’anno, e viene garantito solo per il trasferimento della

liquidazione nei fondi chiusi. Non è previsto nel caso di adesione a fondi aperti o polizze assicurative. Il lavoratore, poi,

perde il diritto al contributo anche se sceglie di passare da un fondo chiuso a un fondo aperto o a una polizza assicurativa.

Dopo quanto tempo il lavoratore può cambiare fondo?

Dopo due anni il lavoratore ha diritto alla portabilità dell'intera posizione individuale e può, quindi, cambiare fondo. Ma come

detto prima perde il contributo del datore di lavoro se passa da un fondo chiuso a un fondo aperto o a una polizza

assicurativa.

Quali le imposte?

Sulla parte imponibile delle prestazioni pensionistiche erogate dai fondi integrativi, l'imposta è del 15% con una riduzione di

0,30% per ogni anno di partecipazione al fondo oltre il quindicesimo anno (con un limite di sei punti di riduzione).

E cosa prevede il meccanismo di compensazione per le imprese?

Per compensare le imprese che sono penalizzate dallo smobilizzo della liquidazione, il testo prevede un meccanismo facilitato

di accesso al credito delle banche per l'importo di Tfr versato ai fondi.

Il tasso previsto è quello dell’Euribor a 6 mesi più il 2%. Ma dovranno rispondere ad alcuni requisiti. Innanzitutto il

patrimonio netto non dovrà essere inferiore al 5% del passivo e gli ultimi due bilanci approvati non dovranno prevedere oneri

finanziari superiori al 5%.

Quindi le imprese dovranno garantire di aver raggiunto un utile o pareggio di bilancio negli ultimi due esercizi prima della

richiesta del credito. Inoltre, Per le imprese che non possono ricorrere agli strumenti di accesso al credito, ci potrebbe essere

una moratoria di 1 anno, e cioè per loro la riforma sarebbe efficace dal primo gennaio 2009. Una moratoria, quindi, per

rientrare nei parametri sopra indicati.

E’ possibile chiedere un anticipo delle somme accantonate per particolari spese?

Si può chiedere fino al 75% di anticipazioni sul Tfr in qualsiasi momento per le spese sanitarie. Dopo 8 anni, invece, e fino al

50% per l’acquisto della prima casa per sé o per i figli e fino al 30% per esigenze personali.


PAGINE

2

PESO

55.30 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto del lavoro riguardanti la riforma del TFR con attenzione ai seguenti argomenti trattati: per chi vale la riforma, qual'è la ratio; quando partirà la riforma della previdenza complementare; dove va la liquidazione in caso di silenzio che vale come assenso, che fine fa la liquidazione precedentemente maturata, chi nega il suo consenso può poi ripensarci, a quanto ammonta il Tfr che matura ogni anno.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto della previdenza complementare e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Guido Carli - Luiss o del prof Persiani Mattia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto della previdenza complementare

Diritto della previdenza complementare - Appunti
Appunto
Stato patrimoniale e conto economico
Dispensa
Riassunto esame Diritto, prof. Daniele, libro consigliato Diritto dell'Unione Europea
Appunto
Riassunto esame Storia del diritto medievale e moderno, prof. Errera, libro consigliato Storia del diritto medievale e moderno, Cortese
Appunto