Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LEGISLAZIONE SOCIALE

Non danno luogo a sanzioni le assenze dovute a ricovero ospedaliero e a giustificato

motivo.

Motivi che giustificano l’assenza del lavoratore sono:

necessità di eseguire visite urgenti o accertamenti specialistici che non possono

 essere effettuati in orari diversi;

situazioni in cui è necessaria la presenza del lavoratore fuori di casa per evitare di

 arrecare gravi danni a sé o ad un familiare (es.: ricoveri ospedalieri, convocazione

da parte di autorità pubbliche).

L’assenza del lavoratore alle visite di controllo durante le fasce orarie di reperibilità può

dar luogo a sanzioni disciplinari.

INDENNITA’ A CARICO INPS E DATORE DI LAVORO

Il lavoratore assente per malattia o infortunio non sul lavoro ha diritto ad un trattamento

economico per il periodo stabilito dalla legge e dai contratti collettivi.

In alcuni casi l'indennità è dovuta dall'INPS e i contratti collettivi possono prevedere un

obbligo di integrazione a carico del datore di lavoro; in altri casi l'INPS non è tenuto a

corrispondere l'indennità e quindi l'onere ricade integralmente sul datore di lavoro se e in

quanto sia previsto nei contratti collettivi.

TRATTAMENTO A CARICO INPS

L’indennità economica a carico INPS spetta alle seguenti categorie di lavoratori:

operai dell’industria, artigianato e categorie assimilate, lavoratori a domicilio;

 operai e impiegati del commercio;

 salariati delle aziende del credito e delle assicurazioni;

 salariati fissi ed assimilati delle aziende agricole;

 lavoratori soci di società e di enti cooperativi che prestino la loro attività per conto

 delle società ed enti medesimi.

L’indennità di malattia non spetta, indipendentemente dal settore di appartenenza, agli

apprendisti. Il diritto alle prestazioni economiche sorge dalla data di effettivo inizio del

rapporto di lavoro e permane per tutta la sua durata, protraendosi per un ulteriore periodo

di 60 giorni successivo alla cessazione (per licenziamento o dimissioni) o sospensione del

rapporto di lavoro.

Per i dipendenti di aziende agricole il diritto alla prestazione economica di malattia sorge

dal momento dell’iscrizione negli elenchi nominativi e finisce decorsi 60 giorni dalla

cancellazione.

Per i lavoratori a domicilio il diritto sorge dalla data di consegna del lavoro da eseguire da

parte del datore di lavoro committente.

PERIODO

L'indennità giornaliera di malattia spetta dal quarto giorno di assenza per malattia e fino ad

un massimo di 180 giorni in un anno solare.

I primi tre giorni di assenza per malattia, cosiddetti di carenza, non sono indennizzati

dall'INPS e generalmente i contratti collettivi prevedono che siano pagati dal datore di

3

LEGISLAZIONE SOCIALE

lavoro. Il quarto giorno di assenza si computa dalla data di inizio della malattia dichiarata

dal lavoratore.

Se nel certificato non è riportata la data di inizio della malattia dichiarata dal lavoratore, il

quarto giorno di assenza per malattia è computato dalla data di effettuazione della visita

medica.

L'indennità deve essere corrisposta fin dal primo giorno in caso di ricaduta nella stessa

malattia o altra conseguenziale intervenuta entro 30 giorni dalla data di guarigione della

malattia precedente.

L’indennità giornaliera di malattia è commisurata:

al 50% della retribuzione media globale giornaliera per le giornate indennizzabili

 comprese nei primi 20 giorni di malattia;

al 66,66% della retribuzione media globale giornaliera a decorrere dal 21° giorno di

 malattia.

RETRIBUZIONE MEDIA GIORNALIERA

Per gli impiegati e i quadri la retribuzione media globale giornaliera è pari a 1/30 della

retribuzione percepita dal lavoratore nel mese precedente quello dell’inizio della malattia,

maggiorata dei ratei delle mensilità aggiuntive.

Se il lavoratore non ha prestato attività per l’intero periodo di riferimento (es. rapporto

iniziato o cessato nel corso del mese), la retribuzione media globale giornaliera si ricava

dividendo la retribuzione percepita per il numero delle giornate di calendario ed

aggiungendo al risultato 1/30 dei ratei delle mensilità aggiuntive.

Per gli operai la retribuzione media globale giornaliera si ottiene dalla somma tra la

retribuzione percepita nel mese precedente diviso il numero delle giornate lavorate o

comunque retribuite comprese nel mese e 1/25 del rateo delle mensilità aggiuntive.

EROGAZIONE DELL’INDENNITA’

L'indennità di malattia è anticipata generalmente dal datore di lavoro all'atto della

corresponsione della retribuzione per il periodo di paga durante il quale il lavoratore ha

ripreso l'attività lavorativa.

Il datore di lavoro ha l'obbligo di corrispondere anticipazioni a norma dei contratti collettivi

che, in ogni caso, non devono essere inferiori al 50% della retribuzione del mese

precedente, salvo conguaglio.

Il conguaglio con i contributi dovuti all'Istituto avviene portando in diminuzione nel periodo

di corresponsione l'importo versato al lavoratore nel quadro D del mod. DM10.

L’indennità è, invece, pagata direttamente dall’INPS:

agli operai agricoli;

 ai lavoratori assunti a tempo determinato per lavori stagionali;

 ai lavoratori disoccupati o sospesi dal lavoro che non usufruiscono del trattamento

 di cassa integrazione guadagni.

L'anticipazione da parte del datore di lavoro, comunque, è dovuta anche in questi casi se

è previsto nei contratti collettivi. 4


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

5

PESO

126.00 KB

AUTORE

anita K

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti sulla malattia del lavoratore, parte integrante dell'esame di diritto del lavoro, contenenti nozioni su: legislazione sociale, definizione dello stato di salute e di incapacità di lavorare, la tutela del lavoratore, i termini e le modalità dello svolgimento dell'attività lavorativa, l'indennità a carico inps e datore di lavoro.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e finanza
SSD:
Università: Cagliari - Unica
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher anita K di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto del lavoro e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Loy Giampaolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto del lavoro

Diritto del lavoro - tutela del lavoro minorile
Appunto
Diritto del lavoro - Domande
Appunto
Libri obbligatori per il personale dipendente
Appunto
Diritto del lavoro - tutela del lavoro minorile
Appunto