Che materia stai cercando?

Diritto del lavoro - il demansionamento Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto del lavoro per l'esame del professor Caliandro sul demansionamento. Gli argomenti trattati sono i seguenti: il mobbing, il bossing, il diritto alla salute, lo Statuto dei lavoratori, il licenziamento, il giustificato motivo per il licenziamento.

Esame di Diritto del lavoro docente Prof. S. Caliandro

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lezione n° 7 24/11/08

Demansionamento ha effetti legati alla retribuzione, ma anche effetti sulla sfera psichica, sotto il

profilo del’autostima. Tali danni sono risarcibili.

che

Esistono due tipi di Mobbing : il Mobbing è un atteggiamento lesivo messo in atto da

colleghi di pari livello e il Bossing che è la messa in atto di un atteggiamento lesivo da parte del

superiore del lavoratore, ma che non è per forza demansionamento.

ART.2087 Tutela delle conduzioni di lavoro

L'imprenditore e tenuto ad adottare nell'esercizio dell'impresa le misure che, secondo la particolarità del

lavoro, l'esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l'integrità fisica e la personalità morale dei

prestatori di lavoro.

La tutela della salute è sia fisica che psichica.

ART. 32 COSTITUZIONE Diritto alla salute

Art.2087 L’imprenditore deve vigilare che la forma di danno , nei confronti dei lavoratori sia evitata. Il

datore sarà garante di questo diritto.

Potere Dovere di cui si fa carico il datore.

Questa sfera di rapporti si distingue in potere direttivo , sanzionatorio, organizzativo.

Il punto di riferimento è nello Statuto dei lavoratori all’ ART. 7 , che allo stesso tempo deve essere

Comportamento secondo correttezza

preceduto dall’ART 1175 c.c.

Il debitore e il creditore devono comportarsi secondo le regole della correttezza.

ART. 7 Statuto dei lavoratori Potere sanzionatorio (Domanda che chiederà all’esame). Il

contratto collettivo riproduce quello che è previsto all’art.7 e poi si aggiungono comportamenti

tipici del settore (es. del commercio). Il datore di lavoro ha l’obbligo di affissione in apposita

bacheca del codice disciplinare, ubicato in un luogo dove tutti i lavoratori possono accedere. Se non

è affisso gli atti successivi saranno nulli. CODICE DISCIPLINARE Affissione delle regole

(obbligatorio altrimenti è nullo) . Si devono sempre rispettare i contratti collettivi.

Prima di sanzionare il lavoratore, lo si deve convocare, sentire la sua versione e in questo momento

può essere accompagnato da un sindacalista o avvocato e poi sanzionarlo. Nella graduazione delle

sanzioni prima c’è il rimprovero (verbale o scritto), poi una multa (max vengono tolte 4 ore di

retribuzione), poi la sanzione più alta che è quella della sospensione per 10 giorni lavoratori.

L’ordine da avere in mente ha un meccanismo a salire (ascendente).:

• Richiamo verbale

• Richiamo scritto

• Multa

• Sospensione (max 10 gg lavorativi)

• Licenziamento (max potere sanzionatorio non previsto da questo art. che si ferma alla

sospensione)


PAGINE

3

PESO

43.46 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della formazione primaria
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto del lavoro e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Caliandro Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto del lavoro

Diritto del lavoro - la cooperazione e il diritto del lavoro
Appunto
Diritto del lavoro - lo sciopero
Appunto
Diritto del lavoro - la cooperazione
Appunto
Diritto del lavoro - il Dlgs 276 del 2003
Appunto