Che materia stai cercando?

Diritto dei contratti - lezione 9 Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto dei contratti per l’esame della professoressa Ferrari. Gli argomenti trattati sono i seguenti: Giudizio arbitrale – clausola compromissoria, Arbitrato irrituale(libero), controversie di diritti disponibili , Richiesta da parte degli arbitri di precisare le domande dei contraenti.

Esame di Diritto dei contratti docente Prof. C. Ferrari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’incompetenza del giudice si verifica nel proporre la domanda, la parte attrice abbia violato i criteri di

competenza previsti dalla legge. Di norma, il difetto di competenza è rilevabile anche d’ufficio. Nel caso

dell’arbitrato rituale il giudice non ha il potere di rivelarlo d’ufficio, serve che la parte eccepisca (si oppone)

GIUDIZIO ARBITRALE RITUALE

 riguardano controversie di diritti disponibili e gli arbitri hanno poteri di accertamento, condanna ed

costitutiva.

 la clausola compromissoria deve essere in forma scritta e deve determinare bene l’oggetto, pena la

nullità, ed è VESSATORIA quindi deve essere sottoscritta.

 nel giudizio operano le parti con o senza assistenza legale

 gli arbitri devono essere DISPARI, in quanto decidono attraverso maggioranza; se son pari il presidente

del tribunale sceglie un ulteriore arbitro.

 arbitri hanno obbligo di imparzialità, in caso di ricusazione entro 10 gg il presidente del tribunale

procede a scegliere ulteriore arbitro.

 si instaura un rapporto di mandato e arbitri sono responsabili(lodo o colpa grave) e hanno diritto a

compenso.

 DECRETO INGIUNTIVO: richiesto al giudice per riscuotere i crediti prima possibile, in 7 giorni circa

rispetto ai 240 dell’arbitrato; al debitore conviene quindi inserire la clausola compromissoria che

annulla ingiunzione

PROCEDIMENTO:

1) Atto di iniziativa di un contraente con nomina dell’arbitro e comunica l’atto all’altro contraente che

procederà con la nomina del proprio arbitro e formulazione delle richieste da parte del contraente

che ha l’iniziativa.

2) Controparte ha tempo 20 giorni per comunicare atto scritto con le proprie richieste e nomina

dell’arbitro(solitamente atti sono firmati dagli avvocati, ma la nomina dell’arbitro è riservato alle

parti, quindi anche la parte DEVE FIRMARE)

3) Le parti nominano il presidente del collegio arbitrale, se non c’è l’accordo lo decide il presidente del

tribunale su istanza del contraente più diligente.

4) Arbitri accettano attraverso verbale scritto ed inizia il termine per pronunciare il lodo

5) Arbitri stabiliscono la sede dell’arbitrato che deve svolgersi nel principio del CONTRADDITTORIO,

ovvero le parti devono essere in condizione di difendersi(1)domande agli arbitri 2)ricerca

informazioni e testimoni 3)repliche all’avversario)

6) La fase istruttoria dell’arbitrato in cui vengono depositati tutti i documenti e le informazioni

necessarie, dove vengono sentiti i testimoni, arbitri possono richiedere informazioni alla pubblica

amministrazione e consulenze tecniche ad esperti. Non devono giurare

Non obbligo di presentarsi

7) Richiesta da parte degli arbitri di precisare le domande dei contraenti

8) Decidono secondo DIRITTO il lodo attraverso il criterio di maggioranza(convincere il presidente)

9) Stesura scritta del lodo: nome arbitri,parti,clausola compromissoria,motivazione

decisione,decisione, data luogo e sottoscrizione.

10) Decisione comunicata alle parti e depositato il lodo al tribunale che controlla l’aspetto formale del

lodo e lo dichiara esecutivo con formula esecutiva del cancelliere.

11) Lodo deve essere redatto entro 240 giorni se non viene prorogato per 180 giorni con consenso

delle parti per ulteriori atti istruttori.

12) Se arbitri non rispettano il termini il lodo è valido a meno che non viene comunicata la decadenza

da parte delle parti.(ci può essere termine anche più ristretto di 240 giorni)


PAGINE

3

PESO

519.30 KB

AUTORE

Zaba91

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in amministrazione aziendale e diritto
SSD:
Università: Trento - Unitn
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Zaba91 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto dei contratti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trento - Unitn o del prof Ferrari Chiara.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto dei contratti

Diritto dei contratti - lezione 1
Appunto
Diritto dei contratti - lezione 2
Appunto
Diritto dei contratti - lezione  3
Appunto
Diritto dei contratti - lezione  4
Appunto