Che materia stai cercando?

Diritto dei contratti - lezione 3 Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto dei contratti per l’esame della professoressa Ferrari. Gli argomenti trattati sono i seguenti: il contratto d'agenzia, la distribuzione di prodotti = intermediazione nella circolazione dei beni, il contratto della somministrazione.

Esame di Diritto dei contratti docente Prof. C. Ferrari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Contratto di somministrazione: somministrante si obbliga, verso corrispettivo di un prezzo a eseguire, a

favore del somministrato prestazioni periodiche o continuative di cose(art. 1559 cc)

Concessione di vendita

accordo di collaborazione che vede da una parte un’azienda con una formula commerciale

Franchising: e dall’altra una società o una persona fisica(franchisee)

consolidata (franchisor) che aderisce a questa

formula. Utilizzato per la distribuzione di beni e servizi (es. distributori benzina)

Compimento o promozione di affari assume l’obbligazione di compiere uno o più atti giuridici

Contratto di mandato(generale): il mandatario

per conto di un altro soggetto detto mandante(art. 1703 cc). Può essere con rappresentanza o procura o

senza rappresentanza. Con rappresentanza gli effetti giuridici ricadono sul mandante, senza rappresentanza il

mandatario agisce in nome proprio e acquista diritti e assume obblighi.

Contratto di commissione(speciale): In diritto si definisce commissione il contratto mediante il quale una

parte, detta commissionario, si obbliga ad acquistare o vendere beni in nome proprio (obbligandosi cioè

personalmente nei confronti di terzi con i quali entra in contatto) e per conto di un'altra parte

detta committente. La commissione è un contratto a titolo oneroso. Tale nozione è accolta nel codice civile

italiano all'art. 1731.

Contratto di spedizione

Contratto di mediazione: mediatore(super partes) soggetto terzo che mette solo in contatto

è mediatore colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza

essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza

Il mediatore è, quindi, un soggetto indipendente dalle parti la cui attività consiste proprio nel metterle in

contatto al fine di farle concludere un affare; in fondo il mediatore non fa altro che far incontrare la domanda

e l'offerta di un determinato bene o servizio. Essenziale, per aversi la figura del mediatore, è che egli rimanga

imparziale fino alla conclusione del contratto.

Contratto di agenzia: Il contratto di agenzia, nel diritto italiano, è un contratto con cui una parte, detta

"agente" assume stabilmente l'incarico di promuovere, per conto dell'altra persona, detta "preponente",

contro retribuzione, la conclusione di contratti di zona determinata. È disciplinato dal codice civile italiano,

dagli artt. 1742 a 1753. Caratteristiche essenziali del contratto sono:

 stabilità del rapporto: l'agente è un ausiliario autonomo dell'imprenditore che, quando lavora per

un'unica ditta, assume la qualifica di lavoratore parasubordinato (ad esempio all'agente si è dichiarato

applicabile il nuovo rito del lavoro).

 reciproco diritto di esclusiva: per quel ramo di attività e per quella determinata zona, il preponente non

può servirsi di altro agente e quest'ultimo non può assumere incarichi da un altro preponente. L'agente ha

diritto ad una provvigione per tutti gli affari conclusi nella zona di esclusiva.

 diritto alla provvigione: l'agente, ai sensi dell'art. 1748 c.c. ha diritto ad una provvigione quando il

contratto è stato stipulato grazie al suo intervento.

! il contratto di mediazione e di agenzia sono contratti volti a procacciare la conclusione di affari.

Contratto d’appalto

2° CASO:

 Esecuzione di opere e servizi

Contratto di appalto: L'appalto è il contratto con il quale una parte (appaltatore) assume il compimento di

un'opera o di un servizio su incarico di un committente e verso un corrispettivo in danaro, con

organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio (art. 1655 c.c.). L'appaltatore non può

dare in subappalto l'esecuzione dell'opera o del servizio, se non è stato espressamente autorizzato dal

committente. Il contratto di appalto è assai in uso nella costruzione di beni immobili o mobili, e nella

fornitura di servizi di assistenza, consulenza, vigilanza. Il materiale necessario a compiere l'opera deve

essere fornita dall'appaltatore, se non è diversamente stabilito dalla convenzione o dagli usi. Imprenditore

strutturato che implica attività di altre persone.(diff con OPERA)

comprende tutti quei rapporti contrattuali in cui un’impresa

Contratto di subfornitura: La sub-fornitura

committente si avvale di un’impresa fornitrice per la produzione di prodotti finiti o più spesso di

semilavorati. In sostanza consiste nell’acquisto di un prodotto o di un servizio, concepito, ideato e ordinato

dall’impresa committente, ma realizzato dall’impresa sub-fornitrice secondo le indicazioni ricevute. Nella

sua forma più semplice il subfornitore è un erogatore esterno di prodotti o servizi che sottostà completamente

alle direttive del committente anche per quanto riguarda la progettazione del prodotto. L’impresa

committente desidera che il sub-fornitore gli consegni prodotti le cui caratteristiche siano esattamente quelle

dei prodotti da lui fabbricati: a tale scopo fornisce le materie prime, nonché tutte le specifiche tecniche

(disegni, stampi, modelli, ecc.). Inoltre il committente può fornire anche attrezzature specifiche per la

realizzazione di prodotti ad alto livello tecnico.

Contratto d’opera : è il contratto con cui una parte si obbliga, verso un corrispettivo, a compiere un'opera o

in favore di un’altra,

un servizio con lavoro prevalentemente proprio o dei familiari e senza vincolo di

subordinazione. Nell'ordinamento italiano, il contratto d'opera è regolato dagli articoli 2222 e seguenti

del codice civile.

Distinzione tra contratto d'opera e appalto

. Il contratto d'opera si distingue dall'appalto perché in quest'ultimo

l'appaltatore è un imprenditore, che corre tutti i rischi patrimoniali connessi con l'esercizio di un'impresa; l'artigiano

prestatore d'opera, invece, svolto il suo servizio o realizzata l'opera oggetto del contratto riceve il proprio compenso,

senza correre rischi di natura imprenditoriale.

Contratto d’opera intellettuale: È il contratto che ha per oggetto la prestazione di un'opera intellettuale (ad

es., la progettazione di una villa, una consulenza legale o una visita medica) in cambio di un compenso.

L'oggetto del contratto cc 2229 è una prestazione fornita da un professionista che deve essere iscritto

all'apposito albo o elenco professionale, se si tratta di attività per la quale l'iscrizione è necessaria. La

prestazione d'opera intellettuale svolta in mancanza della necessaria iscrizione all'albo non dà diritto al

prestatore di andare in giudizio per ottenere il compenso cc 2231.

 Concessione in godimento di beni

Contratto di locazione: La locazione, in diritto, costituisce il contratto con il quale una parte

(detta locatore) si obbliga a permettere a un altro soggetto (conduttore o locatario) l'utilizzo di una cosa per

un dato tempo in cambio di un determinato corrispettivo (la cosiddetta "pigione" o "canone La locazione

").

finanziaria, secondo la definizione unanimemente condivisa in Italia, è un contratto di finanziamento che

consente, in cambio del pagamento di un canone periodico:

 di avere la disponibilità di un bene strumentale all'esercizio della propria professione o attività

imprenditoriale ovvero di un bene di consumo;

 di esercitare, al termine del contratto, un'opzione di acquisto (di riscatto) del bene stesso per una cifra

pattuita, di norma inferiore al valore di mercato del bene.

Il primo canone corrisposto dall'utilizzatore è sempre più frequentemente di entità maggiore rispetto ai

successivi e per questo viene chiamato maxicanone iniziale. Il suo scopo è quello di ridurre i rischi di

perdita del concedente in caso di insolvenza dell'utilizzatore.

più frequente, è contraddistinto dall’esistenza di un

Leasing: Il leasing finanziario, rapporto trilaterale in

quanto vi intervengono tre soggetti:

 che svolge l’attività di

il locatore, intermediario finanziario ossia è colui che acquista il bene dal

fornitore e lo dà in leasing all'utilizzatore;

 l'utilizzatore o locatario (volgarmente definito conduttore: termine proprio di altra forma contrattuale

tipica), che utilizza il bene;

 il fornitore, cioè colui che fornisce al locatore il bene strumentale (o l'immobile) che sarà utilizzato

dall'utilizzatore.

Il bene è scelto direttamente dall'utilizzatore presso il fornitore, con il quale determina le modalità della

vendita al locatore; al termine del contratto, l'utilizzatore potrà acquisire la piena proprietà del bene

esercitando l'opzione d'acquisto. per l’uso del bene (ma ci sono delle limitazioni, specie

L'utilizzatore assume tutti i rischi e le responsabilità

in campo antinfortunistico in applicazione degli articoli 23 e 72 del D.Lgs. 81/2008).

La Rata (R) di un contratto di leasing finanziario dipende dal Capitale (C) da finanziare, cioè il costo di

acquisto al netto della maxirata iniziale, dal riscatto (r), dal tasso del periodo (i), ad esempio tasso annuo

diviso 12 per canoni mensili e dal numero di canoni (N).


PAGINE

6

PESO

345.58 KB

AUTORE

Zaba91

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in amministrazione aziendale e diritto
SSD:
Università: Trento - Unitn
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Zaba91 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto dei contratti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trento - Unitn o del prof Ferrari Chiara.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto dei contratti

Diritto dei contratti - lezione 1
Appunto
Diritto dei contratti - lezione 2
Appunto
Diritto dei contratti - lezione  4
Appunto
Diritto dei contratti - lezione  5
Appunto