Che materia stai cercando?

Diritto costituzionale - Schema Appunti scolastici Premium

Schema riassuntivo di Diritto costituzionale. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: le Regioni dopo il Big Ben, principio unitario, Autonomie sub-statali, materie legislative e competenze, competenza concorrente, Statuti regionali.

Esame di Diritto costituzionale docente Prof. A. D'Atena

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Elemento costitutivo: preferenza all’ambito più vicino agli interessati.

- Maastricht: dispositivo dinamico;

- Mera enunciazione del principio;

- Dispositivi statici: riserva di competenza (art. 8 Cost.)

Esperienza italiana:

1. fase costituente: principio non scritto;

2. soffocamento;

3. riemersione (anni 80);

4. anni 90: legge Bassanini 57/1997: sussidiarietà orizzontale.

5. COSTITUZIONE E AUTORITA’ INDIPENDENTI:

Commissione di garanzia:

- indipendenza rispetto al Governo;

- valuta gli atti (formazione degli standard di condotta) e i comportamenti

(applicazione degli standard);

- autonomia contabile;

- non è in contrasto con il sistema costituzionale ma trova in esso la sua

giustificazione.

CONTEMEPRAMENTO: Conflitti tra diritti di rango costituzionale.

Mortati (1969): Costituzione fissa il parametro generale e il giudice deve

calarlo nel caso concreto.

6. AUTONOMIA UNIVERSITARIA:

a) libertà: pretesa / autonomia: potere;

b) libertà: valore finale / autonomia: valore strumentale.

L’autonomia universitaria è strumentale alla garanzia delle libertà di ricerca e

insegnamento.

Versante esterno: l’Università si dà ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti

dalla legge dello Stato (riserva di legge assoluta e relativa: nei confronti

dell’Esecutivo e delle fonti di autonomia).

Sistema universitario: composto.

Sfere da garantire:

- singolo;

- sfera dei collegi di tipo partecipativo;

- sfera degli organi centrali d’Ateneo.

Attuazione ultimo comma articolo 33 attraverso l. 168/1989 e 341/1990.

- 168:

1. statuti e regolamenti e norme che fanno espresso rinvio

all’università;

2. controllo di legalità e di merito con richiesta di riesame.

- 341:

1. apertura alle fonti regolamentari;

2. controllo per approvazione dei regolamenti didattici.

Sulla stessa scia la Bassanini 2 l. 127/1997.

7. TEORIA DELLE FONTI: 5

confini esterni:

- confine tra diritto e fatto (ordine deontologico e esistenziale);

- atti giuridici: strutture deontologiche. Ma solo gli atti normativi sono

costitutivi del diritto oggettivo (disporre e provvedere);

- principio di legalità: tra il momento normativo e quello applicativo deve

sussistere uno scarto per la raffrontabilità del primo al secondo.

Demarcazioni interne:

- sistema delle fonti (macrocosmo): in più casi la relazione gerarchica si

stabilisce su basi sostanziali (contenuto normativo) piuttosto che nel

procedimento formativo;

- atto in sé considerato (microcosmo): fenomeni costitutivi;

a) atto: atto-fonte (atto di volontà);

b) disposizioni: enunciati linguistici con voltò prescrittivi;

c) norma: diversa dalla disposizione.

Accoglimento di queste premesse si valorizza il ruolo creativo della

giurisprudenza (accerta la consistenza del diritto oggettivo: risoluzione della

norma vera nella norma vivente).

8. PUBBLICAZIONI NORMATIVE:

- Bullettin de lois de la Republique (1971);

pubblicazione: non si limita a consentire la conoscenza ma è volta a favorirla.

Pubblicazioni legali e di fatto.

Tra le giuridicamente rilevanti:

- necessarie;

- non necessarie (adempimenti pubblicitari [pubblicazione delle norme

consuetudinarie] e pubblicazione di norme poste da fonti atto);

- ripubblicazioni: testi unici per agevolare la lettura.

Conoscibilità di tipo preventivo: notorietà;

durevole ostensibilità e materiale inalterabilità: certezza (fogli legali).

Certezza e notorietà: pubblicazione complessa o non complessa ma con vacatio

legis.

9. ADATTAMENTO DEL DIRITTO INTERNO AL DIRITTO INTERNAZIONALE:

diverso dalla recezione perché diversi sono i tipi di norme (volte agli Stati e

non alle persone).

1. procedimento ordinario: diretta formulazione delle norme necessarie a

conformare l’ordinamento interno;

2. procedimenti speciali:

- ordine di esecuzione (per relationem). Tratti self executing o non self

executing (norme di attuazione). Fonte atto produttiva di diritto non

scritto.

- Dispositivo di adattamento automatico: nazionalizzazione delle fonti

internazionali, riconoscendogli idoneità a produrre norme interne di

adattamento. Opera come un TRASFORMATORE PERMANENTE. (art. 10

comma 1 Cost.): ci si riferisce alle consuetudini internazionali.

6

Norme di adattamento gerarchicamente superiori a leggi ordinarie e atti

equiparati.

Con riferimento alle leggi costituzionali:

- Quadri: prevalenza norme di adattamento. Da respingere;

- La Pergola: prevalenza della Costituzione;

- Corte costituzionale: prevalenza dei principi dell’ordinamento

costituzionale.

LEZIONI DI DIRITTO COSTITUZIONALE DI VEZIO CRISAFULLI:

1. GLI ORDINAMENTI GIURIDICI:

gruppi allo stato diffuso: serie di soggetti perseguenti fini uguali e operanti

attraverso comportamenti uniformi secondo regole accolte e osservate.

Perché si abbia ordinamento sociale però si richiede:

- stabilità: dimensione temporale;

- organizzazione: un qualcosa di più: vincolo associativo più stretto e

compatto (distribuzione ordinata di compiti e mansioni).

 collettività come ente che sovrasta i soggetti. 

Norme giuridiche come giudizi sui contegni umani conseguenze giuridiche

determinate. 

Gruppo sociale: autoorganizzantesi Complesso di soggetti ordinati

Ordinamento nel senso di Sistema regolatore del gruppo che

in esso si svolge

 ordinamenti giuridici con norme e regole giuridiche.

 pluralità degli ordinamenti giuridici.

OGNI ORDINAMENTO SI PRESENTA SOTTO IL DUPLICE ASPETTO DI

ORDINAMENTO DI SOGGETTI E DI ORDINAMENTO NORMATIVO DIRITTO =

NORMA

Concezione opposta: Santi Romano:

diritto = istituzione (come ente sociale organizzato).

Il diritto non è anzitutto fenomeno normativo ma modo d’essere della realtà

sociale: sein, non sollen; ordine esistenziale, non deontologiche norme:

manifestazioni secondarie e derivate.

Ordinamenti interni: subordinati ma distinti rispetto all’ordinamento statale.

 le norme interne non sono direttamente rilevanti nell’ordinamento generale.

Pluralità degli ordinamenti relatività dei valori giuridici.

Per accertare se determinate norme esistono come norme di diritto oggettivo è

necessario accertare se siano state poste da fatti legittimati dalla Costituzione

quali fonti del diritto. 7

 fonti e norme determinate in base al criterio formale e legalistico (sono o

non sono tali a seconda che così risulti disposto dalla Costituzione).

2. STATO E COSTITUZIONE:

Stato: gruppo sociale indipendente a base territoriale fissa, ordinato intorno ad

un centro di potere suo proprio, che si afferma come superiore ad ogni altro

possibile potere.

 stato come ente territoriale sovrano (indipendente dalla comunità,

indipendente verso l’esterno, supremo all’interno e originario.)

elementi costitutivi:

- popolo: gruppo politico (perché a fini generali). Diverso dalla

popolazione, anche fissa. Il popolo è sottoposto in modo permanente,

necessario e generale ad un potere tendenzialmente generale e

esclusivo.

- Come originarietà: si legittima da sé: ha fonti sue e ne dispone

liberamente;

Come indipendenza e supremazia: esclusione di ogni potere che

pretenda di contrapporsi. Sovranità all’esterno: libertà regolata, garantita

e limitata dal diritto internazionale. Ma l’ordinamento interno resta

impenetrabile dall’ordinamento internazionale.

1. adattamento dell’ordinamento interno all’ordinamento

internazionale: leggi di esecuzione dei trattati internazionali e

ordine di esecuzione (rinvio fisso a norme puntualmente indicate);

adattamento automatico (art. 10 Cost) alle norme di diritto

internazionale generalmente riconosciute;

2. rinvio dell’ordinamento interno a ordinamenti di altri stati (diritto

internazionale privato).

- territorio: non incide la perdita temporanea del territorio.

Può mancare ad aversi Stato la sede fissa ma non il territorio (dove si

esercita il potere di governo e del quale liberamente si dispone) come

spazio vitale e come sfera del potere statale.

Costituzione sostanziale: intrinseca natura del fenomeno: c’è sempre.

Costituzione formale: documento scritto a prescindere dal contenuto

(passaggio dallo Stato assoluto allo Stato moderno: prime costituzioni scritte).

Costituzione rigida: modificabile solo attraverso procedure e forme

differenziate rispetto a quelle della legislazione ordinaria.

Costituzione flessibile: modificata dalle comuni fonti primarie dell’ordinamento.

Costituzione sostanziale per Kelsen: una norma è vigente validamente in un

certo ordinamento in quanto si rinvenga in questo una norma ulteriore che ne

stia a fondamento. Grado più alto: Costituzione (norme sulle norme: norme

sulla produzione delle norme generali). Su cosa si fonda la validità della

Costituzione? Si risale storicamente alla prima Costituzione la cui validità

dipenderà da una norma fondamentale presupposta a titolo di ipotesi razionale

che ha legittimato quell’assemblea o quell’usurpatore, prescrivendo che “vale

come diritto tutto quello che sia da essi disposto”. Questa è la GRUNDNORM, la

8


PAGINE

10

PESO

42.47 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto costituzionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof D'Atena Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto costituzionale

Riassunto esame Diritto costituzionale, prof. D'Atena, libro consigliato Lezioni di Diritto costituzionale, Crisafulli
Appunto
Diritto costituzionale - appunti
Appunto
Riassunto esame Diritto, prof. Pirozzi, libro consigliato Lezioni di Diritto costituzionale, D'Atena
Appunto
Riassunto esame Diritto Costituzionale, prof. D'Atena, libro consigliato Lezioni di Diritto Costituzionale, Crisafulli
Appunto