Che materia stai cercando?

Costituzione italiana - Caratteri costituzionali

Appunti di Diritto costituzionale sui caratteri della Costituzione italiana. Gli argomenti analizsati sono i significati della Costituzione, il potere costituente, i poteri costituiti, Costituzioni flessibili e Costituzioni rigide, le garanzie della rigidità costituzionale.

Esame di Diritto costituzionale docente Prof. A. D'Atena

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

poteri e regole per il loro esercizio.

I giuristi guardano alla Costituzione come testo normativo che serve

loro per decidere se un determinato atto o comportamento sia conforme

o difforme rispetto alla costituzione, se sia qualificabile come legittimo o

meno.

Potere costituente e poteri costituiti

La Costituzione come documento scritto, che non tutti i sistemi politici

hanno, è frutto di un movimento filosofico e politico chiamato

costituzionalismo, che ne fece un obiettivo irrinunciabile, sinonimo di

libertà. La Costituzione come manifesto politico e la Costituzione come

testo normativo nascono insieme: il testo è la traduzione in regole

giuridiche del manifesto. La Costituzione come documento è frutto di un

consapevole atto di volontà e segna un momento cruciale nella vita

politica di un paese; infatti pressoché tutte le Costituzioni moderne

nascono da profondi sconvolgimenti politici. Come si sia instaurato il

potere politico, è qualcosa che sta prima del diritto costituzionale e che

al giurista positivo, che si occupa cioè del posto, dell'ordinamento

costituito, la fase storica preliminare alla posizione del diritto, cioè alla

Costituzione importa relativamente. L'emanazione della Costituzione

segna il passaggio fra due fasi storiche e tra due situazioni giuridiche

diverse. Con la Costituzione si esaurisce il potere costituente ed inizia

il potere costituito. Nel linguaggio giuridico il potere costituente è

definito come l'unico potere il libero. Non sempre il potere costituente è

privo di vincoli giuridici. L'esito del referendum istituzionale del 1946

poneva un limite preciso alle scelte che l'Assemblea costituente poteva

compiere in Italia. Questo limite si trova trascritto nell'ultimo articolo

della costituzione del 1948, in cui, dopo aver disciplinato il procedimento

di revisione costituzionale, si vieta di modificare, con gli stessi strumenti

della revisione costituzionale, la forma repubblicana. Qualcuno tra i

monarchi aveva immaginato che si potesse aggirare l'ostacolo

compiendo due passi: con il primo si sarebbe abrogato l'articolo 139, con

il secondo si sarebbe potuto sostituire legittimamente le istituzioni

repubblicane con quelle monarchiche. Ma questo è un ragionamento

capzioso e formalistico (interpretazione giuridica basata esclusivamente

su procedimenti logici e su una buona dose di concettualismo del tutto

scissa perciò dalla realtà), perché la decisione costituente assunta dal

popolo con il referendum istituzionale non può essere rinnegata senza

rompere la legalità costituzionale (rivoluzione). I condizionamenti di cui

risente il potere costituente sono di natura politica, infatti deve ottenere

il consenso. Il consenso interno (perché nessun regime politico può

durare con i soli strumenti della coercizione della violenza) è quello della

maggioranza delle forze politiche; sempre a condizione che queste

stesse forze politiche siano capaci di rappresentare i valori e gli interessi

della gran maggioranza della società. Il consenso esterno è quello degli

altri Stati, e si esprime attraverso la pratica del riconoscimento

internazionale. Attraverso questa pratica lo Stato ottiene la

constatazione della sua esistenza di fatto come Stato sovrano.

Il nuovo regime politico per affermarsi deve fornire garanzie e dotandosi

di una costituzione alle cui regole dichiara di sottoporsi, il nuovo regime

si costituisce come un ordinamento legittimo.

Costituzioni flessibili e Costituzioni rigide

DEFINIZIONI

Le costituzioni vengono ripartite tradizionalmente in Costituzioni flessibili

e Costituzioni rigide:

Con il termine Costituzione flessibile si indica una costituzione che

non prevede un procedimento particolare per la sua modificazione ma

che consente che questa avvenga attraverso la normale attività

legislativa. Per questo tipo di costituzione non è prevedibile una forma di

controllo giudiziario della corrispondenza delle leggi alla costituzione,

perché, se la legge dispone diversamente, è la costituzione a cedere,

non la legge. È la tipica Costituzione dell'800 (ottariata), quella

gentilmente concessa da sovrano assoluto.

Con il termine Costituzione rigida si indica un particolare tipo di

Costituzione che dispone, per la modificazione del testo costituzionale, di

un procedimento particolare, più gravoso di quello previsto per la

formazione delle leggi ordinarie. In questo tipo di costituzione è la

Costituzione stessa a prevalere sulla legge ordinaria e ciò viene garantito

da un giudice che ha il compito di non consentire che vengano applicate

leggi contrarie alla Costituzione. È tipica del 900 e viene detta anche

costituzione lunga perchè non si limita a disciplinare le regole generali

dell'esercizio del potere pubblico e della produzione delle leggi ma

contiene anche i principi e la disposizione analitica delle materie più

disparate.

SULLA NOZIONE DI COSTITUZIONE FLESSIBILE

Le Costituzioni dell'800 segnavano la fine del potere assoluto, il re

giurava di rinunciare ad esercitare il potere da solo e di sottoporsi alla

legge. La titolarità del potere passava dal Re al Re in Parlamento, vi era

quindi una procedura di codecisione. La norma fondamentale di questo

tipo di Costituzione era quella che regolava il modo in cui sarebbero


PAGINE

6

PESO

49.88 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2007-2008

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto costituzionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof D'Atena Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto costituzionale

Riassunto esame Diritto costituzionale, prof. D'Atena, libro consigliato Lezioni di Diritto costituzionale, Crisafulli
Appunto
Diritto costituzionale - appunti
Appunto
Riassunto esame Diritto, prof. Pirozzi, libro consigliato Lezioni di Diritto costituzionale, D'Atena
Appunto
Riassunto esame Diritto Costituzionale, prof. D'Atena, libro consigliato Lezioni di Diritto Costituzionale, Crisafulli
Appunto