Che materia stai cercando?

Diritto commerciale - lo scioglimento Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto commerciale sullo scioglimento.
Argomenti trattati nel testo: fine dell'impresa societaria a base capitalistica, verificarsi di una causa di scioglimento, compiersi del procedimento di liquidazione, poteri ed obblighi dei liquidatori

Esame di diritto commerciale docente Prof. P. Scienze giuridiche

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

FINE DELL’IMPRESA SOCIETARIA A BASE CAPITALISTICA

L’estinzione dell’impresa societaria si ha con la scomparsa della società dal novero dei soggetti dell’attività

giuridica. Questo può avvenire:

In seguito al compiersi di una fattispecie a formazione successiva che comporta una dissoluzione di

• essa attraverso la liquidazione, culminando nella cancellazione dal R.I. in cui era stata iscritta

Al compiersi in una fattispecie a formazione istantanea, che produce la morte della società senza

• che occorra alcun procedimento dissolutorio.

Dopo l’entrata in vigore del D.P.R. 1127/69, la dichiarazione di nullità dell’atto costitutivo non è più un caso di

morte istantanea.

Le modifiche alla disciplina dell’estinzione della società di capitali si propongono di raggiungere 3 obiettivi:

1. Colmare le lacune

2. Regolare i punti controversi emersi nel codice civile

3. Valorizzazione autonomia privata

La riforma ha posto le norma regolanti l’estinzione, al di fuori dell’ambito della specifica disciplina dei tre tipi

di società di capitale, per concentrarla in un unico capo; l’estinzione non si produce al mero verificarsi di una

causa di scioglimento, ma al compiersi di una fattispecie estintiva a formazione successiva composta da 3

fasi:

1. verificarsi di una causa di scioglimento. Le cause di scioglimento sono elencate nell’art. 2484,

spa, srl e sapa si sciolgono per:

a. decorso del termine, (ma tale causa ha perso molta importanza)

1. art. 2328 S.p.a. contratta a tempo indeterminato

2. proroga espressa dalla società con delibera di modifica dell’atto costitutivo

b. per il conseguimento dell’oggetto sociale o per la sopravvenuta impossibilità di conseguirlo

c. per l’impossibilità di funzionamento (capitale diviso tra due nemici) o per la continua inattività

dell’assemblea (perché non si riesce a convocarla, o se convocata non riesce a deliberare)

d. per riduzione del capitale sociale sotto il minimo legale, salvo le alternative della

trasformazione e della reintegrazione del capitale sociale (art. 2487 ter revoca dello stato di

liquidazione)

e. nella ipotesi dell’art. 2437 quater (recesso azionista) e 2473 (recesso quotista).

f. Per le deliberazioni dell’assemblea; scioglimento anticipato -->> modifica atto costitutivo,

deliberata quindi dall’assemblea straordinaria per S.p.a.e dall’assemblea dei soci per le S.r.l.

g. Per le altre cause determinate dall’atto costitutivo, dallo statuto o dalla legge.

Il primo effetto che consegue al verificarsi di una causa di scioglimento è l’ingresso della società

nello stato di liquidazione con conseguente mutamento dello scopo sociale da lucrativo a liquidativi.

Tutte le cause di scioglimento operano di diritto, cioè non occorre accertamento a carattere

costitutivo negoziale (deliberazione dei soci) o giudiziale (decreto tribunale): ciò non è in contrasto

con l’art. 2485 => gli amministratori devono senza indugio accertare il verificarsi di una causa di

scioglimento e procedere agli adempimenti pubblicitari, pena la responsabilità personale e solidale;

in caso di omissione l’accertamento è disposto dal tribunale su istanza degli amministratori o dei

singoli soci. Si tratta d’accertamenti a carattere meramente dichiarativo previsti in funzione di

successivi adempimenti pubblicitari.

Art. 2484 gli effetti dello scioglimento (per tutte le cause, tranne lo scioglimento anticipato, e per

quelle previste dall’atto costitutivo), si hanno alla data d’iscrizione nel R.I. della dichiarazione con cui

gli amministratori accertano le cause (per lo scioglimento anticipato dalla data della deliberazione).

Altri effetti scaturenti dal verificarsi della causa di scioglimento sono quindi:

h. Accertamento del verificarsi della causa di scioglimento da parte degli amministratori o del

tribunale

i. Iscrizione dell’accertamento nel R.I.

j. Obbligo degli amministratori di convocare l’assemblea dei soci affinché nomini i liquidatori; in

mancanza vengono nominati dal tribunale


PAGINE

3

PESO

93.48 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di diritto commerciale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze giuridiche Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto commerciale

Riassunto esame Diritto Commerciale, prof. Terranova, libro consigliato Manuale di Diritto Commerciale, Ferri
Appunto
Riassunto esame Diritto Commerciale, prof. Angelici, libro consigliato Manuale di Diritto Commerciale, Campobasso
Appunto
Riassunto esame Diritto Commerciale, prof. Terranova, libro consigliato Manuale di Diritto Commerciale, Angelici, Ferri, Parti 1 e 2
Appunto
Diritto commerciale - la società semplice
Appunto