Che materia stai cercando?

Diritto commerciale - le azioni e il capitale sociale Appunti scolastici Premium

Appunti per l'esame di Diritto commerciale del professor Cabras sui seguenti argomenti: le azioni, l'uguaglianza di valore e di diritti, l' indivisibilità, l'autonomia, la circolazione in forma cartolare, il capitale sociale, la partecipazione azionaria, i poteri speciali dello Stato.

Esame di Diritto Commerciale docente Prof. G. Cabras

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L'andamento delle quotazioni di borsa esprime il valore effettivo delle azioni meglio del valore di bilancio.

Pacchetto azionario: ha un proprio specifico valore, maggiore della somma dei valori delle singole azioni.

In sede di valutazione il pacchetto azionario subisce una considerazione unitaria.

3. La partecipazione azionaria

Ogni azione costituisce una partecipazione sociale ed attribuisce al suo titolare un complesso unitario di diritti e

poteri di natura

- amministrativa.

- patrimoniali

- Amministrativo e patrimoniale.

Uguaglianza dei diritti: articolo 2348: uguaglianza

- oggettiva. Uguali sono diritti che ogni azione attribuisce e non i diritti di cui ciascun azionista

globalmente dispone. Una azionista può essere titolare di più azioni. Alcuni diritti dell'azionista

sono indipendenti dal numero di azioni possedute, ma i diritti più significativi spettano in

proporzione del numero di azioni possedute. Come per esempio:

1. il diritto di voto,

2. agli utili ed alla quota di liquidazione,

3. il diritto di opzione

- relativa: è possibile creare categorie di azioni fornite di diritti diversi. Distinzione delle azioni fra :

1. Ordinarie

2. Di categoria

3. Speciali

Disuguaglianza soggettiva degli azionisti

Disuguaglianza soggettiva legittima e giusta poiché su di essa si fonda l'ordinato funzionamento di un organismo

economico a base capitalistica.

Chi ha più conferito e più rischia ha più potere e può imporre nel rispetto della legalità la propria volontà alla

minoranza.

Poteri speciali dello stato: è possibile introdurre deroghe al principio capitalistico quando entrano in gioco interessi

pubblici di particolare rilievo. In questo caso viene riconosciuto allo stato o agli enti pubblici un potere societario

svincolato dall'ammontare della partecipazione azionaria o dalla qualità stessa di azionista.

Esempio: potere di veto all'adozione di una serie di delibere di particolare rilievo. Al fine di evitare che la recente

privatizzazione delle società borsa dia luogo a decisioni in contrasto con gli obiettivi nazionali di politiche

economiche e finanziaria.

4. Le categorie speciali di azioni.

- Azioni fornite di diritti diversi da quelli tipici previsti dalla disciplina legale.

- Si contrappongono alle azioni ordinarie

- Possono essere create con lo statuto o con successiva modificazione dello statuto.

- La loro presenza comporta una modificazione nell'organizzazione interna della società a causa della

compresenza di diversi gruppi di azionisti con interessi parzialmente non coincidenti.

Se esistono diverse categorie di azioni, le deliberazioni dell'assemblea che pregiudica i diritti di una di esse devono

essere approvate anche dall'assemblea speciale della categoria interessata. Le assemblee speciali hanno la medesima

disciplina di quelle straordinarie se le azioni speciali non sono quotate. Se invece le azioni sono quotate si applica la

disciplina dell'organizzazione degli azionisti di risparmio che prevede quorum assembleari meno elevati e la nomina

di un rappresentante degli azionisti speciali.

I diritti speciali di categoria sono diritti di gruppo e non diritti individuali.

Alcune categorie speciali di azioni sono previste e regolate dal legislatore. Comunque la società gode di ampia

autonomia nel modellare il contenuto della partecipazione azionaria sia pure con l'osservanza dei limiti posti dalla

legge. Fra i limiti espressi permane il divieto di emettere azioni a voto plurimo cioè che attribuiscono ciascuna più

di un voto.

Si consente a tutte le società:

- La creazione di azioni con diritto di voto limitato a particolari argomenti;

- creazione di azioni con diritto di voto subordinato al verificarsi di particolari condizioni.

Azioni senza voto, a voto limitato a oppure a voto condizionato non possono superare complessivamente la metà del

capitale sociale.


PAGINE

3

PESO

97.19 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dei servizi giuridici
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Commerciale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Cabras Giovanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto commerciale

Diritto commerciale - la crisi economica dell'impresa
Appunto
Diritto commerciale - la società
Appunto
Diritto commerciale - imprenditore e imprenditore occulto
Appunto
Diritto commericale - scioglimento del rapporto sociale limitatamente ad un socio
Appunto