Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

(anche se con rilievi) da parte della società di revisione (giudizi negativi o

giudizio positivo

impossibilitati sono ostativi al compimento della sollecitazione).

- In questa fase infine, è fatto riguardanti la sollecita-

divieto di compiere annunci pubblicitari

zione, con l'unica possibilità di diffondere notizie, svolgere indagini di mercato e raccogliere

intenzioni di acquisto o sottoscrizione secondo le modalità fissate dalla Consob.

pone capo ad un provvedimento di autorizzazione alla pubblicazione

Il controllo della Consob

del prospetto, benché esso possa perfezionarsi come atto espresso oppure nella forma del silenzio-

assenso. Ove infatti la sollecitazione si riferisca a prodotti finanziari (nella specie strumenti)

quotati o diffusi tra il pubblico in misura rilevante, i cui emittenti siano già normalmente soggetti

ad obblighi informativi, la Consob ha solo 15 giorni dalla comunicazione del sollecitante per

indicare agli offerenti informazioni integrative da inserire nel prospetto e specifiche modalità di

pubblicazione dello stesso. Decorso il termine o la Consob avrà esercitato i poteri interdittivi di

sospensione o divieto della sollecitazione o diversamente si formerà silenzio-assenso alla

pubblicazione. Ove la sollecitazione abbia ad oggetto prodotti finanziari non quotati né diffusi, la

pubblicazione del prospetto può seguire solo ad autorizzazione della Consob, secondo modalità e

termini fissati con suo regolamento. L'autorizzazione consegue ad un controllo che ha ad oggetto

innanzitutto la e delle informazioni fornite mediante il prospetto. Il livello

completezza veridicità

di completezza delle informazioni è valutato in primo luogo in base alla conformità ai modelli

regolamentari, ma può andare oltre nel caso singolo tanto da imporre informazioni integrative o

*

.

anche eventuali aggiornamenti di prospetti già pubblicati

Una direttiva comunitaria ha dettato i criteri per il mutuo riconoscimento dei prospetti, per cui

essi possono essere utilizzati purché approvati dalle autorità competenti di uno stato dell'UE o di

uno stato con cui l'UE ha stipulato accordi di riconoscimento reciproco.

La della sollecitazione va dalla pubblicazione del prospetto sino alla scadenza della

B. fase esecutiva

medesima come determinata nel prospetto stesso.

- È in questa fase che si attuano le degli oblati ed è in questa fase che troveranno applica-

adesioni

zione le norme regolamentari della Consob sulle della sollecitazione,

modalità di svolgimento

secondo principi che assicurino parità di trattamento dei destinatari e correttezza da parte di tutti

1c e 2

i soggetti interessati (art. 95 ).

- Nella fase esecutiva gli sono tenuti su richiesta della Consob a pubblicare notizie e

emittenti

documenti necessari per l'informazione del pubblico (art. 144 t.u.fin.).

- Ai medesimi obblighi informativi possono essere sottoposti con regolamento Consob anche altri

quali l’offerente, i collocatori, i relativi controllanti, controllati e collegati e

soggetti interessati,

gli intermediari che svolgano servizi accessori connessi alla emissione e collocamento di stru-

menti finanziari.

- Sempre a carico dell'emittente si impone nel periodo della sollecitazione di sottoporre al giudizio

di società di revisione i bilanci d'esercizio approvati e gli eventuali bilanci consolidati.

I poteri della Consob vengono estesi anche oltre la conclusione della sollecitazione, nella

C. fase suc-

fino ad un anno dalla conclusione.In questo periodo temporale la Consob nei confronti

cessiva

dell'emittente può, al fine di vigilare sulla correttezza delle informazioni:

- richiedere notizie e documenti;

- assumere notizie probabilmente anche da amministratori, sindaci, revisori e dirigenti;

- eseguire ispezioni.

La disciplina è ovviamente completata da un che comprende poteri

D. sistema sanzionatorio

interdittivi, sanzioni amministrative e sanzioni penali.

La Consob può (artt.99 e 101): per non oltre 90 giorni la sollecitazione in caso di “fondato

a) sospendere in via cautelare

sospetto” di violazione delle disposizioni legali e regolamentari relative;

la sollecitazione in caso di accertata violazione delle dette disposizioni;

b) vietare

c) in via cautelare sempre per non oltre 90 giorni l'ulteriore diffusione di annunci

sospendere

pubblicitari in caso di “fondato sospetto” di violazioni legali o regolamentari in materia;

l'ulteriore diffusione di tali annunci in caso di accertata violazione;

d) vietare

e) l'esecuzione della sollecitazione medesima in caso di inottemperanza ai

vietare

provvedimenti di cui alle precedenti lettere e

(c) (d).

Compete inoltre alla Consob un di dati e notizie e di trasmissione di atti e docu-

potere di richiesta

menti al fine di acquisire elementi conoscitivi, ove sussista fondato sospetto di violazione delle di-

sposizioni sulle sollecitazioni anche nei confronti degli investitori, acquirenti o sottoscrittori, entro

un anno dall'acquisto o sottoscrizione. La violazione delle disposizioni può determinare altresì l’ir-

rogazione di (art. 191).

sanzioni amministrative pecuniarie

Conclusa la raccolta delle adesioni, deve essere pubblicato un avviso con i risultati della

sollecitazione, il quale deve essere inviato alla Consob.

IPOTESI DI INAPPLICABILITA’ della disciplina

sollecitazioni ad investitori professionali

• offerte rivolte a meno di 100 soggetti

• offerte di importo inferiore a 2.500.000 euro

• offerte di titoli emessi o garantiti dallo Stato o dall’UE

• offerte di titoli emessi da BCE e BCN

• offerte bancarie di prodotti diversi da azioni

• offerte di prodotti assicurativi

• ulteriori offerte previste dal regolamento

OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO O DI SCAMBIO

DEFINIZIONE:

Per offerta pubblica di acquisto (OPA) o di scambio (OPSc) si intende “ogni

offerta, invito ad offrire o messaggio, in qualsiasi forma effettuati, finalizzati

all'acquisto o allo scambio di prodotti finanziari”

-nella colui che intende procedere ad una offerta pubblica ha il duplice

A fase preparatoria

obbligo preventivo di:

a) dare senza indugio alla Consob, degli elementi essenziali e delle finalità

comunicazione

dell'operazione.

b) pubblicare un contenente le informazioni necessarie per consentire ai de-

documento d'offerta

stinatari di pervenire a un fondato giudizio sull'offerta, pubblicazione e contenuto che devono

conformarsi ai criteri regolamentari fissati dalla Consob, la quale può entro quindici giorni

dalla comunicazione (30 x i titoli nn quotati né diffusi tra il pubblico) imporre la

pubblicazione di informazioni integrative, specifiche modalità di pubblicazione e particolari

garanzie da prestare. Alla scadenza il documento, oltre che essere pubblicato e reso

disponibile a chiunque ne faccia richiesta, deve essere senza indugio trasmesso all'emittente.

Le regole di correttezza incidono sulle caratteristiche dell’offerta:

- essa è e qualunque clausola contraria è nulla;

irrevocabile

- è rivolta a parità di condizioni a che ne sono oggetto;

tutti i titolari dei prodotti finanziari

- può essere sottoposta a purché il loro verificarsi non dipenda dalla mera volontà del-

condizioni,

l’offerente;

- La durata dell’offerta va concordata con la società di gestione del mercato (con la Consob per gli

strumenti finanziari non quotati)

la sua durata è fissata, per le offerte totalitarie e preventive, da un minimo di 15 ad un massimo di

25 giorni (di apertura dei mercati); mentre va dai 25 ai 40 giorni per le altre offerte, né può

avere inizio prima che siano trascorsi 5 giorni dalla diffusione del documento d'offerta a meno

che quest’ultimo contenga il comunicato dell'emittente;

OFFERTE CONCORRENTI

Offerte lanciate su strumenti finanziari che sono già oggetto di OPA da parte di un altro

soggetto.Possono essere lanciate fino a 5 giorni prima della data prevista per la chiusura

dell’offerta precedente.

RILANCIO

Si verifica quando, a fronte di un'OPA concorrente, il primo offerente effettua una nuova offerta

migliorativa per prezzo o per modalità. I rilanci possono essere illimitati purché avvengano

entro un lasso temporale massimo.

L’offerta concorrente e il rilancio devono rappresentare un miglioramento dell’offerta. Non è

possibile ridurre il quantitativo richiesto nella prima offerta.

ADESIONE

Avviene tramite sottoscrizione della scheda di adesione.

Anche per la (società emittente titoli oggetto di OPA) sono previsti obblighi

società target

informativi. Essa, infatti, entro il primo giorno di adesione all’offerta, deve emettere un

contenente ogni dato utile per l’apprezzamento dell’offerta e la propria

COMUNICATO

valutazione circa l’operazione (Art. 103, com. 3 TUF).

Si tratta dello strumento attraverso cui il mercato e gli investitori apprendono se si tratta di

un’offerta “amichevole” od “ostile”.

Tale comunicato va trasmesso alla Consob 2 gg prima della diffusione e la CONSOB puo’

chiedere che vengano fornite informazioni integrative.

Poteri della Consob

Poteri di richiesta di informazioni e di ispezione nei confronti dell’offerente, emittente

durante lo svolgimento dell’offerta e anche successivamente.

Potere di sospensione dell'offerta in caso di fondato sospetto di violazione di norme primarie

o regolamentari.

Potere di dichiarare decaduta l'offerta in caso di accertamento di violazione entro 1 anno

dalla conclusione dell'offerta.

Potere sanzionatorio (sanzioni pecuniarie in vari casi o arresto per chi espone informazioni

false nelle comunicazioni)

MANOVRE DIFENSIVE

(art. 104 TUF) La società bersaglio può difendersi dalle offerte ostili purché l'assemblea

ordinaria o straordinaria autorizzi l'adozione di atti od operazioni che possono contrastare il

conseguimento degli obiettivi dell'offerta (voto favorevole di tanti soci che rappresentino il 30%

del capitale)

Altrimenti vige la in base alla quale le società quotate oggetto di offerta si

passivity rule,

astengono dal compiere atti od operazioni che possano contrastare il conseguimento degli

obiettivi dell'offerta.

LE OFFERTE PUBBLICHE DI ACQUISTO OBBLIGATORIE

Il TUF, nell’intento di tutelare i soci di minoranza prevede una soglia fissa, pari al 30% delle azioni,

al superamento della quale scatta per il detentore l'obbligo di OPA in quanto si suppone che il

soggetto, anche se non esercita il controllo, occupi una posizione dominante nella gestione

societaria. OPA SUCCESSIVA TOTALITARIA

OPA A CASCATA

OPA DI CONSOLIDAMENTO

OPA PREVENTIVA

OPA RESIDUALE

DIRITTO DI ACQUISTO

OPA TOTALITARIA

A1. Ai sensi dell'art.106 t.u.fin. “chiunque, a seguito di acquisti a titolo oneroso, venga a detenere

una partecipazione superiore alla soglia del 30%, promuove un'offerta pubblica di acquisto sulla

che attribuiscono il diritto di voto

totalità delle azioni quotate in mercati regolamentati italiani”

sugli argomenti concernenti “nomina o

o revoca o responsabilità degli amministratori o del CdS”

su altri argomenti individuati con regolamento Consob tali da influenzare la gestione della società.

Il detentore qualificato ha l'obbligo di promuovere una offerta pubblica che ha ad

entro 30 giorni

oggetto la totalità delle azioni ordinarie ad un prezzo che non può essere inferiore alla media

fra il prezzo medio ponderato di mercato degli ultimi 12 mesi e quello più elevato

aritmetica

pattuito nello stesso periodo dall’offerente per acquisti di azioni ordinarie.

-Il corrispettivo può essere costituito in tutto o in parte da strumenti finanziari (OPSc). La Consob

deve controllare la congruità del I titoli devono essere quotati nell'UE e valutati ad un p

concambio.

non superiore al p medio ponderato di mercato degli ultimi 12 mesi.

L’ACQUISTO INDIRETTO

L’acquisto, anche di concerto, di una partecipazione che consente di detenere più del trenta per

cento delle azioni ordinarie di una società quotata o il controllo di una società non quotata

determina l’obbligo dell’offerta pubblica,quando l’acquirente venga così a detenere, indirettamente

o per effetto della somma di partecipazioni dirette e indirette, più del trenta per cento delle azioni

ordinarie di una società quotata.

2. Si ha partecipazione indiretta quando il patrimonio della società di cui si detengono le azioni è

costituito in prevalenza da partecipazioni in società quotate o in società che detengono

in misura prevalente partecipazioni in società quotate.

[modifica]

L'OPA di concerto

L'OPA di concerto, o è disciplinata dall'art.109 del T.U.F. La norma stabilisce

acquisto di concerto,

che, quando tra i soggetti detentori di titoli azionari (indifferentemente persone fisiche o giuridiche)

intercorrono le seguenti relazioni, tassativamente indicate:

si tratta di aderenti ad un patto parasociale, anche nullo;

• si tratta di amministratori o direttori generali di una stessa società, e compresa la società di

• cui fanno parte;


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

9

PESO

85.68 KB

AUTORE

vipviper

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia del mercato mobiliare con particolare attenzione ai seguenti argomenti: tutela investitore, trasparenza mercato controllo societario, offerta pubblica acquisto o di scambio, sollecitazione investimento, controllo Consob, OPA consolidamento, diritto acquisto, esonero dall’obbligo di OPA totalitaria successiva.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher vipviper di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia del mercato mobiliare e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Guidotti Rolandino Guido.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in giurisprudenza

Riassunto esame Diritto Commerciale, prof. Vella, libro consigliato Diritto Commerciale, Campobasso
Appunto
Diritto Costituzionale - schemi
Appunto
Riassunto esame Diritto dell'Unione Europea, prof. Di Federico, libro consigliato Diritto dell'Unione Europea, Tesauro
Appunto
Riassunto esame Diritto di Famiglia, prof. Sesta, libro consigliato Manuale di diritto di famiglia
Appunto