Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

presentano. La qualità di associato non è trasmissibile. Essa può venire meno per due cause.

Primo per recesso e secondo per esclusione per gravi motivi. Se questo succede allora l'ex

associato non ha diritto alla restituzione dei contributi versati né sul patrimonio dell'ente.

Estinzione: la persona giuridica si estingue quando lo scopo è stato raggiunto o è divenuto

impossibile, o quando tutti gli associati sono venuti a mancare.

Liquidazione: dichiarata l'estinzione si procede alla liquidazione del patrimonio.

Devoluzione dei beni: i beni che restano dopo che è stata esaurita la liquidazione sono

devoluti in conformità dell'atto costitutivo o dello statuto.

Fondazione o istituzione:

è una organizzazione che ha lo scopo di gestire un patrimonio destinato da un fondatore (una

persona) al perseguimento di uno scopo di pubblica utilità. Infatti l'atto costitutivo e unilaterale

anche se dovesse essere fatta per atto pubblico o per testamento. Bisogna dire che il negozio

di fondazione non ha carattere patrimoniale. Con esso si manifesta la volontà di costituire

l'ente a differenza del negozio di dotazione che ha carattere patrimoniale e con esso si

trasferiscono i beni (patrimonio ) per la destinazione dello scopo. L'atto di fondazione può

essere revocato dal fondatore fino a quando non sia intervenuto il riconoscimento. La

fondazione diventa soggetto di diritto con il riconoscimento governativo. Dalla fondazione

manca l'assemblea però ha bisogno di amministratori che gestiscono patrimonio.

Atto costitutivo= atto pubblico

statuto

trasformazione: quando lo scopo è esaurito o impossibile o il patrimonio divenuto

insufficiente, l'autorità governativa può provvedere alla trasformazione dell'associazione.

Corporazioni:

l'elemento più rilevante è l'organizzazione di persone per conseguire uno scopo comune.

Se lo scopo è speculativo= società commerciale

se lo scopo è ideale= associazione

Istituzione:

l'elemento più rilevante è il patrimonio

a.se il patrimonio è destinato al conseguimento di uno scopo determinato= fondazione

b.se è destinato ad uno scopo predeterminato (non egoistico) ma viene raccolto su iniziativa

di promotori presso il pubblico mediante pubblica sottoscrizione= comitati

Enti senza personalità giuridica (associazioni di fatto)

autonomia patrimoniale imperfetta

per i debiti: rispondono illimitatamente e solitamente i soci per le obbligazioni sociali

i creditori: beneficio di preventiva esclusione del patrimonio sociale. Prima i creditori agiscono

sul patrimonio e se è insufficiente essi possono agire sul patrimonio personale dei soci.

Enti con personalità giuridica:

1. Società commerciali di capitali: acquisto della personalità giuridica automatico mediante

iscrizione nel registro delle imprese. Per i debiti dell'ente risponde l'ente stesso con il suo

patrimonio e se non è sufficiente i creditori non possono rifarsi sul patrimonio personale degli

associati.

2. Associazione commerciali riconosciute: acquisto mediante riconoscimento governativo

(decreto ministeriale). Acquisto di personalità giuridica= autonomia patrimoniale perfetta. I

creditori personali degli associazioni possono far valere i loro crediti sulla quota che non

spetta al socio loro creditore fino a che dura l'ente.

Enti: 1. corporazioni (organizzazione per uno scopo comune)= società commerciali e

associazioni

2. Istituzioni (patrimonio)= fondazioni (con personalità giuridica) e comitati (senza

personalità giuridica)

enti senza persona giuridica= autonomia patrimoniale in perfetta

enti con personalità giuridica= autonomia patrimoniale perfetta= società commerciale di

capitali è associazione commerciali

Differenze tra associazioni:

Riconosciute:

1. Patrimonio: appartiene associazione non ai singoli sul quale possono agire creditori

dell'associazione e non quelli dei singoli

2. Acquisto :possono comprare beni mobili e immobili a titolo oneroso o gratuito. Accettano

donazioni, legati e eredità senza autorizzazione governativa

3. Obbligazioni: dalle obbligazioni assunte rispondono solo l'associazione con il suo

patrimonio

4. Rappresentanza: ancora presentati che agiscono in nome è per conto dell'associazione

5. Registrazione: negli appositi registri

6. Controllo: sottoposte al controllo dell'autorità governativa

Non riconosciute:

1. Fondo comune: su quale possono soddisfare le proprie ragioni i creditori dell'associazione.

Non si può chiedere la densione.

2. Acquisto: acquistano beni mobili e immobili solo a titolo oneroso

3. Obbligazioni : per quelle assunte da persone che rappresentano l'associazione, i terzi

possono far valere i loro diritti sul fondo comune

Le situazioni possessorie

1. IL POSSESSO

Il legislatore, definisce il possesso, come il potere sulla cosa che si manifesta in

un'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di un altro diritto reale. Il

possesso si qualifica di solito come situazione di fatto. Il possesso è un atto

giuridico, cioè una fattispecie produttiva di conseguenze giuridiche. Consiste in

un comportamento diretto al godimento e all’utilizzazione (attuali e future) di un

bene. Accanto a quest’elemento materiale oggettivo, vi è un altro elemento

psicologico, detto animus possidenti, cioè l'intenzione del possessore di usare la

cosa in qualità di proprietario, usufruttuario, enfiteuta ecc. Quest’elemento

soggettivo è molto importante, in quanto distingue il possesso dalla mera

detenzione. Detentore è colui che pur godendo della cosa non ha intenzione di

utilizzarla in qualità di proprietario. La detenzione può mutarsi in possesso, ma a

tal fine, servono atti giuridici o comportamenti materiali, accertabili in modo

oggettivo. Al possesso, la legge ricollega due conseguenze:

1. Garantisce al possessore legittimo o illegittimo un sistema di protezione del

suo interesse, al godimento e all'utilizzazione del bene, contro le spogliazioni,

turbative e molestie attuate da terzi a suo danno (cosiddette azioni

possessorie).

2. Attribuisce al possessore convenuto in rivendicazione, una posizione più

vantaggiosa rispetto al proprietario, circa l'onere della prova: infatti, egli non

deve provare nulla.

3. Riconosce al possessore senza titolo la possibilità di acquistare il titolo

corrispondente, mediante i meccanismi previsti dall'articolo 1153.

Si può iniziare a possedere:

-a titolo originario: mediante l’apprensione del possesso del bene, d’iniziativa del

soggetto.

-A titolo derivativo: in seguito alla consegna del bene da parte del precedente

proprietario.

Le regole per determinare la durata del possesso:

1. Il possesso attuale non fa presumere il possesso anteriore.

2. Se il possessore ha posseduto in tempo più remoto, si presume che abbia

posseduto anche il tempo intermedio.

3. Se il possessore ha un titolo, a fondamento del suo possesso, si presume

che possiede dalla data del titolo, salvo prova contraria.


PAGINE

7

PESO

133.40 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti per l’esame di Istituzioni di diritto civile riguardanti il concetto di persona giuridica (come si acquista la personalità giuridica, gli enti e le loro caratteristiche, le associazioni ed il volontariato, i comitati, le corporazioni, l’istituzione, le associazioni di fatto) e le situazioni possessorie (il concetto di possesso, le conseguenze previste dalla legislatura italiana, il possesso in buona fede, l’usucapione, le azioni possessorie e le azioni di nunciazione).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeriadeltreste di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Masi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto civile

Riassunto esame Diritto civile, prof. Alpa, libro consigliato La responsabilità civile
Appunto
Riassunto esame diritto civile 2, libro consigliato dal prof. Brutti: Nuovi orizzonti della responsabilità contrattuale, Nivarra
Appunto
Riassunto esame Diritto Civile, prof. Alpa, libro consigliato Casi di Diritto Contrattuale
Appunto
Riassunto esame Diritto civile I, prof. Alpa, libro consigliato Cultura delle regole, Alpa
Appunto