Che materia stai cercando?

Diritto amministrativo - il procedimento amministrativo Appunti scolastici Premium

Appunti per l'esame di Diritto amministrativo del professor Pugliese sulla parte relativa al procedimento amministrativo. L’efficacia è il rapporto tra obiettivi prefissati e obiettivi conseguiti ed esprime la necessità che la Pubblica Amministrazione miri al perseguimento nel miglior modo possibile delle finalità ad essa... Vedi di più

Esame di Diritto amministrativo docente Prof. F. Pugliese

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

dall’esercizio del potere. Essa è condotta dal responsabile del procedimento. L’attività

conoscitiva in senso proprio, volta ad acquisire la conoscenza della realtà di fatto, si svolge

mediante una serie di operazioni, i cui risultati vengono attestati da dichiarazioni di scienza.

Gli interessi vengono introdotti nel procedimento attraverso l’iniziativa

dell’amministrazione procedente, l’acquisizione delle determinazioni di altri soggetti

pubblici, l’indizione della conferenza di servizi e la partecipazione procedimentale. Nel

nostro ordinamento vige il principio inquisitorio, in forza del quale l’amministrazione non è

vincolata dalle allegazioni dei fatti contenute nelle istanze e nelle richieste ad essa rivolte.

L’attività di selezione ed evidenziazione dei fatti e degli interessi non è priva di limiti e deve

essere motivata. Essa in primo luogo deve rispettare il principio di non aggravamento del

procedimento. Affinché i fatti diventino rilevanti nel procedimento, essi debbono essere

accertati dall’amministrazione procedente o da altra amministrazione. L’amministrazione

pone in tal caso in essere atti dichiarativi: atti costituiti da dichiarazioni di scienza

(accertamenti, valutazioni tecniche). Vengono in primo luogo in evidenza gli atti

d’accertamento della sussistenza dei fatti che costituiscono il presupposto per l’emanazione

di un provvedimento. I fatti semplici sono rappresentati nel procedimento mediante

esibizione di documenti d’identità; acquisizione diretta di documenti; produzione di

certificati, documenti e autocertificazioni. Tra i procedimenti volti ad accertare i fatti

possono ricordarsi le inchieste (istituto che mira all’acquisizione di scienza relativa ad un

evento straordinario che non può essere riconosciuto ricorrendo alla normale attività

ispettiva) e le ispezioni (insieme di atti o procedimenti mirati ad acquisizioni di scienza che

ha ad oggetto il comportamento di persone).

3. consultiva: una volta acquisiti tutti gli interessi coinvolti nella scelta finale e verificati i fatti

rilevanti, l’amministrazione deve procedere ad una valutazione di siffatto materiale

istruttorio. In alcune ipotesi questa valutazione viene effettuata mediante atti emanati da

appositi uffici o organi che confluiscono in un ulteriore momento della fase istruttoria,

costituita dal subprocedimento consultivo. Tale attività è rivolta non già a decidere per la

cura di un interesse pubblico , ma a fornire valutazioni e giudizi su varie questioni in vista

delle scelte finali adottate da altri. Questi atti sono i pareri (obbligatori, facoltativi,

conformi, semivincolanti, vincolanti).

4. decisoria: non segue uno schema unitario: il procedimento infatti può concludersi con

l’emanazione di un provvedimento o anche con un mero fatto (silenzio). Quando

l’amministrazione deve acquisire intese, conserti, nullaosta o assensi di altre

amministrazioni pubbliche, il procedimento deve seguire regole precise: l’amministrazione

deve richiedere tali atti e ove non li ottenga entro 30 giorni deve indire una conferenza di

servizi decisoria.

5. integrativa dell’efficacia: spesso la produzione dell’efficacia è subordinata col compimento

di determinate operazioni, al verificarsi di certi fatti o all’emanazione di ulteriori atti. Il

provvedimento può dunque essere perfetto ma non ancora efficace. Per gli atti non

condizionati da ulteriori operazioni, adesioni o controlli l’efficacia si produce

immediatamente, al momento in cui l’atto è posto in essere. In particolare le operazioni di

partecipazione condizionano l’efficacia degli atti recettizi. Sono qualificati come recettizi gli

atti normativi. La legge non parla di atti recettizi: i provvedimenti limitativi della sfera

giuridica del privato acquistano efficacia nei confronti di ciascun destinatario con la

comunicazione personale. I mezzi di partecipazione più comuni sono: la pubblicazione; la

pubblicità; la comunicazione individuale; la convocazione (sono le notificazioni, curate dal

responsabile del procedimento). Anche nel caso di controllo preventivo l’efficacia risulta

sospesa in attesa dell’esito del controllo. 2


PAGINE

4

PESO

93.03 KB

AUTORE

nadia_87

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti per l'esame di Diritto amministrativo del professor Pugliese sulla parte relativa al procedimento amministrativo. L’efficacia è il rapporto tra obiettivi prefissati e obiettivi conseguiti ed esprime la necessità che la Pubblica Amministrazione miri al perseguimento nel miglior modo possibile delle finalità ad essa affidate; che cosa implica la pubblicità


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nadia_87 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto amministrativo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Pugliese Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto amministrativo

Manuale di diritto amministrativo, Casetta - Schemi
Appunto
Diritto amministrativo - processo (schema)
Appunto
Diritto amministrativo - Domande e risposte
Esercitazione
Diritto amministrativo - organizzazione Enti pubblici
Appunto