Che materia stai cercando?

Crisi fondiaria e Gracchi, Storia romana

Appunti di Storia romana sulla lezione del 18/11/2014 del professor Michelotto sulla crisi fondiaria e i Gracchi. Gli argomenti trattati sono i seguenti: Tiberio Gracco, i triumviri incaricati di assegnare e distribuire i campi, la legge agraria, il concilium plebis sul Campidoglio.

Esame di Storia romana dal corso del docente Prof. G. Michelotto

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Aristocrazie agrarie alleate stessi interessi economici dei senatori romani. I casi controversi

sono il primo obiettivo degli aristocratici romani —> vogliono impadronirsi delle

commissione triumvirale (fino 129 a.C. quando si fa portavoce di dare al Senato compito di

giudicare casi controversi Scipione l’emiliano, aristocratico ultra conservatore). —> annuncia

discorso in Senato e notte prima del discorso lui muore (moglie era Sempronia, sorella dei

Gracchi, per alcuni storici lei l’ha ucciso ma x le fonti lui morto nel sonno e questo

accredita). Commissioni braccane in funzione in questi anni. Malessere aristocrazia romana è

anche malessere aristocrazia agraria italica.

Nel 125 a.C. un amico di Caio Gracco chiamato Fulvio Flacco fa una proposta, mentre è

membro del comitato agrario, concedere cittadinanza romana agli alleati. Desumiamo che a

questo punto di Roma concessione della cittadinanza una cosa molto desiderata dagli alleati,

2 secoli prima era una punizione (municipium) perché Roma potenza imperiale e quindi

anche alleati e soprattutto aristocrazie vogliono essere compartecipi dei benefici che hanno i

cittadini romani dal loro impero.

Copmpensazione. Notizia fa il giro delle popolazioni italiche e per le aristocrazie andrebbe

bene, ma il Senato da Roma dice no. Aveva interessi in comune, ma classe politica romana

temeva sempre allargamento eccessivo perché italici avrebbero costituito la maggioranza nei

comizi.

Gli italici perciò si ribellano e radono al suono Fregelle (colonia latina) e abitanti sterminati.

Sotto la spinta di Fulvio Cassio e adepti viene fatto passare un plebiscito che propone

rielezione dei tribuni (illegale e non accettato x Tiberio).

Gaio Gracco

Gaio Gracco eletto per due anni successivi, appassionato, abilissimo oratore e trascinatore di

folle diverso dal fratello Tiberio.

Pensa che riforma agraria accolta da tutta società romana, quindi dare a tutte le componenti

qualcosa in cambio. Pacchetto di leggi che soddisfi tutta società romana (ad es. cavalieri). La

riforma era però uguale a quella del fratello. Ostile alla legge agraria si era dimostrata la

plebe urbana perché solo in minima parte aveva trovate sistemazione nei lotti graccani e

riteneva che tutti fondi x legge agraria utilizzati x mantenere loro. propone allora

distribuzioni di grano a prezzo politico. —> Lex Frumentaria

Doveva dare un contentino ai cavalieri quindi propone legge giudiziaria per cui direzione

delle quaestiones (tribunali che giudicano reati di concussione) passa dai senatori ai

cavalieri.

Per decomprimere malesseri plebi propone fondazione di colonie di popolamento, alcune

molto grandi (tra cui Iunonia che doveva sorgere su territorio Cartagine).

Gli alleati aspiravano a cittadinanza romana, am capisce che non si può proporre riforma così

rivoluzionaria (moderato), ma procedere per gradi. Propone che cittadinanza romana

concessa agli alleati latini e che i diritti latini (connubium, commercium, migratio) concessi

agli alleati italici.

In quel momento reazione del senato violentissima, organizzate squadre di schiavi e clienti

armati. Livio Druso padre in alternativa a riforma agraria propone fondazione di molte

colonie, ma non passa. Gracco allora parte per l’Africa dove partecipa ai lavori x fondazione

colonia Iunonia. A roma clima rovente, comunicano uccisioni amici di Gracco e quando lui

torna si crea situazione di tumulto x cui si combatte x le strade. In questi casi il senato poteva

decretare il senatus consultum ultimum. —> Disordini tali x cui ordine pubblico ripristinato

con la forza, proclamava decreto estremo per cui dava ordine al console di entrare armato in

città e proclamare l’ordine (violazione pomerium). Esisteva già nell’età antica. Lucio Opinio,

console molto conservatore, entra armato in città e stermina i graccani (Fulvio ucciso e

Gracco si uccide). Liquidare in fretta e furia legge agraria —>


PAGINE

4

PESO

14.94 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Storia romana
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dei beni culturali
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher beatricebianca di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia romana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Michelotto Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia romana

Storia Romana 2014 2015
Appunto
Appunti di Storia Romana
Appunto
Storia romana, triennale
Appunto
Storia romana, appunti
Appunto