Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Quarto potere.

Colori molto scuri.

• Punteggiatura: dissolvenza tenendo sempre un particolare uguale tra le due

• inquadrature, all'inizio, poi stacchi.

Carrello velocizzato sulla pallina con la neve.

• Dettaglio bocca del morto prima di morire.

• Inquadrature ambigue (es quando arriva la cameriera la si vede in una specie di

• vaso solo nel riflesso).

Ci sono tante inquadrature del castello sempre da punti di vista diversi, ma non

• carrellata.

Il film inizia con un documentari (voce over, cartelli, la voce parla delle sue cose

• e si vedono le immagini) sul signor Kane, poi passa a film diretto dove c'è un

giornalista che intervista le persone e loro raccontano in flashback.

Tutte le volte che si entra e si esce nel night club di Susan c'è sempre la

• stessa inquadratura.

Carrello su Thompson e soggettiva su quello che legge (memorie di Tacher), poi

• flashback.

All'interno dei flashback ci sono anche dei salti di tempo per raccontare solo le

• parti più importanti del racconto.

Tutti si parlano sopra.

• Si vedono i giornalisti di un giornale in una foto, poi da foto sono reali perché

• Kane li ha posizionati esattamente uguali a quella foto, se li è presi tutti.

Carrello sull'ospedale dove c'è Lilen.

• Nel flashback di Lilen Susan canta quando lei e Kane si sono appena conosciuti,

• nell'inquadratura successiva sono nelle stesse posizioni in abiti diversi e si

capisce che è passato del tempo, quando lei finisce di cantare lui applaude e gli

applausi sono il collegamento all'inquadratura successiva dove le persone

applaudono per il discorso che Kane fa quando deve diventare presidente. Si

arriva poi alla pagina di giornale che abbiamo già visto al documentario iniziale.

Rumore off della macchina da scrivere.

• Rivediamo alcune scene del flashback di Lilen in quello di Susan.

• Panoramica finale quando se ne stanno andando via dal castello quando il

• giornalista fa la morale finale. (non si può ricostruire la vita di una persona da

una persona sola).

Skycam su oggetti da buttare di Kane.

• Finisce con la stessa inquadratura dell'inizio.

La corazzata Potemkin.

Inizia ripetendo le due stesse inquadrature tre volte (frequenza ripetitiva).

• Stacchi.

• Inquadrature fisse.

• Raccordo di spazio quando il marinaio va a disturbare i marinai più poveri che

• dormono.

Soggettive quando il comandate guardare i marinai di sotto.

• Film di denuncia.

• Dettagli sugli occhiali e sulle larve.

• I primi piani vengono fatti simili all'occhio di bue del teatro.

• Rumori.

• Il marinaio rompe il piatto e questo viene rifatto tramite due inquadrature.

• Ombre di uomini impiccati sull'albero immaginati da un marinaio.

• Parecchie inquadrature prima che sparino (poi non sparano) per creare

• suspance.

Quando lasciano il morto a Odessa non c'è più la musica ed il colore è più scuro

• riprende quando iniziano la rivolta.

Tutto in bianco e nero tranne la bandiera rossa sull'albero della nave.

• Improvvisamente cambia la musica con il cartello che preannuncia l'arrivo dei

• cosacchi.

La musica durante la lotta contro la flotta va a ritmo con la velocità della

• corazza.

Dopo una lunghissima suspance lieto fine.

I sogni nel cassetto.

Titoli di inizio c'è il cielo poi scuro e inizia il film. I titoli di coda sono uguali a

• quelli di inizio.

Dissolvenza.

• Dice che domani cominciano le vacanze di pasqua e si passa subito al giorno dopo

• così per tutto il film.

All'interno della casa di lei si vede solamente tramite due inquadrature.

• Ci sono dei salti temporali che non sono bene definiti tranne una volta che

• dicono di essere passate due settimane.

Subito dopo il matrimonio c'è un funerale e fanno il primo piano sulla tomba. Si

• capisce già che ci sarà qualche disgrazia infatti muore lei quando nasce la

bambina.

Piano piano lei da donna emancipata quale vuole essere si adatta al “ruolo” solito

• da donna.

Gangster story.

Durante i titoli di inizio ci sono delle fotografie, poi musica.

• Prima dell'inizio del film spiega chi sono i due personaggi principali.

• Zoom.

• Dialogo solo con i primi piani dei due personaggi principali senza il totale, quindi

• non si vede dove sono perché ci sono arrivati con uno stacco. Solo quando si

immette nel dialogo la cameriera si vede il resto del locale.

Si vede la banca con gli occhi di Clayde, panoramica veloce.

• Partono da un paese, scuro, arrivano dal meccanico.

• Si sente russare, viene inquadrato Clyde quindi si pensa sia lui poi invece è

• l'altro ragazzo.

Stacchi che non fanno capire bene le coordinate temporali, ma vengono dette

• dopo alcune volte (raccordo ritardato).

Musica over mentre li inseguono.

• Sono dei banditi, ma diventano famosi come delle star, i poliziotti si fanno le

• foto con il buco lasciato dalle loro pallottole ecc.

dalle parole pompe funebri c'è un'epifania di Bonnie e le manca la mamma.

• Da questa scena si passa subito a quando incontra la mamma, ma è tutto

• sfuocato e non si sa quanto tempo è passato (elissi indeterminata).

Mentre legge la poesia si passa da in ad over (mentre lo legge lo sceriffo, ma la

• voce è di Bonnie) e di nuovo ad in. Ed intanto il tempo va avanti nel racconto

(espansione). Prima la legge mentre l'ha appena scritta, poi è pubblicata e

finisce di leggerla sul giornale.

Ci sono due che parlano e non si sente però la loro voce (voce soppressa).

La passione di Giovanna D'Arco.

Inizio con solo musica (più che musica sembra un elicottero), poi scrivono la

• storia del film.

Documentario: un uomo scopre la storia di Giovanna e poi viene scritto ciò che

• legge. La storia inizia quando Giovanna dice che i Francesi vinceranno se ci sarà

lei al comando. Carrello su tutta la stanza, zoom sul lettore, dettaglio sui piedi,

libro e preti. È un processo, si sentono delle specie di campane.

Ci sono dei movimenti di macchina per un film così vecchio: probabilmente

• perché è stato ricostruito.

Musica over di una chitarra elettrica.

• Stacchi.

• Si vedono uscire i soldati più volte usando sempre la stessa inquadratura

• (frequenza ripetitiva), facendo delle soggettive da diversi preti che li

guardano, soggettiva anche sulla lettera.

Quando si attende la sua risposta anche la musica si ferma per creare più

• atmosfera di tensione.

Giovanna non si vede praticamente mai intera, nemmeno le altre persone.

• Fanno vedere tutti gli oggetti della tortura, ma non lo fanno vedere o non la

• torturano affatto perché sviene prima.

Raccordo spaziale.

• Panoramica veloce sui preti.

Rocco ed i suoi fratelli.

Titoli di inizio, nero con scritte bianche, musica, carrello sulla stazione di

• Milano dove inizia il film.

Stacchi.

• I milanesi parlano ai lucani come se non fossero italiani: la questione

• meridionale è affrontata per tutto il film specialmente dal personaggio di

Rocco.

Zoom veloce su uno dei fratelli.

• Il film va avanti un fratello alla volta partendo dal più grande fino ad arrivare a

• Ciro, lasciando fuori quindi Luca. L'azione da un fratello all'altro va comunque

avanti senza tornare indietro perché si intrecciano le varie storie.

Le manda la lettera la mamma a Rocco e si vedono le cose che legge in flashback

• e gli racconta tutte le cose che sono successe mentre è andato a fare l'anno da

militare.

Panoramica sul porto.

• Passa del tempo da un'inquadratura all'altra e solo dopo si sa quanto (raccordo

• ritardato).

Nella storia di Rocco si utilizzano spesso le dissolvenze.

• Musica over.

• Voce off quando sono in casa Simone e il tipo della box, sono in scena, ma è

• tutto nero e si vede solo l'ombra di uno dei due probabilmente Simone.

Più Rocco vince più Simone cade sempre più in basso, successivamente alle

• scene con la vittoria di Rocca c'è sempre una con il degrado di Simone.

Finisce con panoramica su Milano seguendo Luca.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

12

PESO

54.63 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in discipline delle arti, della musica e dello spettacolo - D.A.M.S. (IMPERIA)
SSD:
Università: Genova - Unige
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher annaangelo96 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia e critica del cinema e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Genova - Unige o del prof Malavasi Luca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in discipline delle arti, della musica e dello spettacolo - d.a.m.s. (imperia)

Il flauto magico, Mozart - Riassunto
Appunto
Scheda su Phormio di Terenzio
Appunto