Che materia stai cercando?

Comunità economica europea Appunti scolastici Premium

Appunti di diritto dell'Unione Europea del professor Converti. Il file contiene una lunga trattazione sulla nascita ed organizzazione della comunità economica europea (CEE), ’EFTA (European free trade association) e le modalità cui accedere alla comunità.

Esame di Scienze della comunicazione docente Prof. F. Converti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Trattato sulla fusione degli esecutivi: firmato a Bruxelles nel 1965. La corte di giustizia e

l’assemblea parlamentare. Era prevista una sola commissione (non esiste più l’alta autorità) e viene

istituito un bilancio unico (riunite quindi anche sotto l’aspetto finanziario).

Gli Stati membri contribuiscono chi più chi meno alle finanze della Comunità. I parametri erano:

grandezza, popolazione, ricchezza economica, e peso politico.

L’apparato resta lo stesso pero le funzioni continuano ad essere separate.

Il Consiglio: quando agisce in funzione della CECA avrà funzione di controllo; quando agisce per

le altre due avrà funzioni deliberative.

Il generale De Gaulle: uomo della destra liberale francese, nazionalista. Vedeva di cattivo occhio un

integrazione più stretta, e che la Francia subisse altre riduzioni di sovranità.

Propugna un'altra visione dell’Europa, Europa non più dei popoli ma delle Patrie (fusione sì, ma nel

rispetto delle proprie identità nazionali).

A lui non va a genio che il Consiglio potesse deliberare a maggioranza; per contestare questa

prerogativa del Consiglio lui non partecipò alle riunioni del Consiglio stesso (politica della sedia

vuota). Questo paralizza l’azione della Comunità.

Si giunge ad un compromesso a Lussemburgo nel 1965 nel quale i capi di Stato furono d’accordo

nel mettere da parte la norma del Trattato di Roma (il Consiglio delibera a maggioranza) Durante il

mandato di De Grulle, il consiglio delibera a unanimità.

Quando De Gaulle se ne va arriva Pompidu che era meno radicale, permettendo la continuazione

del cammino dell’integrazione europea. Anzi, pone dei nuovi traguardi: propone l’abbandono della

logica di finanziamento da parte degli Stati; i cittadini devolvono parte dei loro contributi fiscali

direttamente alla Comunità Europea. La Comunità europea si regge su risorse proprie.

Un’altra proposta è quella fatta nel 1972 sul serpente monetario: si decide di vincolare l’un l’altra

le monete degli Stati membri (per evitare discriminazioni della libera circolazione della merce). Si

stabiliscono dei livelli di oscillazione al di sopra e al di sotto dei quali non si doveva andare.

Negli anni 70 comincia il progressivo allargamento delle Comunità europee. Nel 1973 la Gran

Bretagna ottiene l’ingresso nella comunità (anche l’Irlanda e la Danimarca).

Nel 1982 c’è l’ingresso della Gracia, nell’86 la Spagna e il Portogallo.

Nel 2004 sono entrati 10 nuovi Stati dell’Europa centro orientale (sono diventati da 6 a 25)

L’ampiamento del numero degli Stati membri ha imposto la necessità di alcuni degli Stati membri

di cooperare di più, di rafforzare la loro cooperazione.

Unione economica monetaria: non partecipano tutti gli Stati membri ma soltanto 12.

Lo strumento per realizzare l’unione di questi popoli europei è l’instaurazione di un mercato

comune e l’avvicinamento delle politiche economiche.

L’instaurazione di un mercato comune è avvenuto in tre tappe:

1) L’eliminazione degli ostacoli tecniciagli scambi commerciali (dazi interni e

creazione di una cintura doganale unica. Si crea da un punto di vista economico un

UNICO territorio commerciale.

2) Estensione della liberalizzazione ad altri settori (servizi, persone e capitali), non solo

merci. Abbattimento di frontiere fisiche senza controlli, possibilità per ciascuno di

esercitare la propria attività lavorativa negli altri Stati.

3) Prevedere delle politiche in comune, che gli Stati conferiscono alla Comunità

nell’interesse della Comunità e non degli Stati.

Gli Stati limitano alcune prerogative e politiche esclusive, lasciano all’esclusiva gestione delle

Comunità politiche commerciali, agricole e di trasporti.


PAGINE

3

PESO

18.58 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher cecilialll di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Scienze della comunicazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Converti Fabio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienze della comunicazione

Organizzazioni internazionali
Appunto
Fonti del diritto comunitario
Appunto
Struttura delle organizzazioni internazionali
Appunto
Trattato di Roma
Appunto