Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Identità d gruppo: informazione condivisa ma segreta.

Nostra esperienza vs loro esperienza

la coesione d un gruppo dipende dalle sue caratteristiche particolari e questa unicità consiste nell'informazione che I membri hanno

reciporcamente in comune e che non condividono cn I membri d altri gruppi. Qualsiasi esperienza, informazione o ruolo comune che

separa due o + persone da altre darà loro un senso d identità comune. Se vogliamo prevedere gli effetti dei media seui gruppi di identità

dobbiamo esaminare il modo in cui il nuovo medium altera il “chi condivide informazione sociale con chi”.

COOLEY col “se allo specchio” e MEAD con “l'altro generalizzato”, secondo loro gli individui sviluppano il proprio sè sociale

quando integrano i punti d vista degli altri e cominciano a giudicare se stessi come lo farebbero gli altri.

Raggruppamenti da retroscena

I membri dello stesso gruppo tendono a condividere gli stessi ruoli. Il potere d un retroscena condiviso è osservabile anche in un

gruppo d rapida formazione tipo i passeggeri s uno scompartimento che possono provenire da luoghi diversi ma continuano a

condividere il ruolo d passeggeri. Secondo GOFFMAN I passeggeri diventano una squadra. I membri d una squadra si distinguono da

quelli del pubblico per la òoro visione della situazione e per la quantità d informazioni sulla rappresentazione d cui dispongono.

I componenti d una squadra tendono a favorire le reciproche rappresentazioni e ad agire come un corpo unico allo scopo d proteggere

la definizione proiettata della situazione.

Il nostro luogo vs il loro luogo

gli individui fanno esperienza analoghe ISOLANDOSI ASSIEME nello stesso luogo o in luoghi simili. Il rapporto tra identità d gruppo

e territorio d gruppo è legato al rapporto tradizionale tra accesso al luogo e alle informazioni.

Se vogliamo prevedere gli EFFETTI d un NUOVO MEDIUM sulle identità d gruppo, possiamo esaminare I modi in cui il medium

sostiene o compromette il rapposrto tradizionale tra collocazioni fisiche e sistemi informativi isolati. Per esempio permettendo agli

individui d sfuggire informativamente ai gruppi ancorati ad un luogo e lasciando che gli estranei invadano territori senza neppure

entrarci. Passaggi di ruolo: accesso controllato alle informazioni d gruppo: socializzazione

la socializzazione è il processo del DIVENIRE il passaggio da un ruolo al ruolo seguente. Per diventare un membro del gruppo un

individuo può dover imparare una grande quantità d conoscenza complessa che naturalmente esige un periodo d socializzazione d una

certa durata.

Il passaggio da una categoria sociale all'altra provoca un cambiamento nei comportamenti individuali e nelle reazioni degli altri.

Questo cambiamento viene però scambiato per cambiamento interno all'individuo.

ASHLEY MONTAGU sostiene che embrione feto neonato bambino ragazzo ecc non corrispondono alla realtà biologica nè a quella

dello sviluppo. Sostiene che la nostra idea dello sviluppo consiste nel prendere fasi continue e sovrapposte dello sviluppo e ridefinirle

in stadi discontinui e delimitati. D conseguenza scambiamo per naturali delle situazioni culturalmente definite.

Un sistema per prevedere l'IMPATTO d un NUOVO MEDIUM sui ruoli della socializzazione è quello d esaminare la sua potenziale

capacità d suddividere persone d età ed esperienze personali differenti in modi informativi diversi

sbirciando dietro la tenda

s può anche descrivere la socializzazione in rapporto al crescente accesso ai comportamenti da retroscena d un gruppo. C s unisce al

nuovo gruppo prima d avere informazioni da retroscena per poterlo screditare. E quando s hanno abbastanza informazioni per

procurare danno s comprometterebbe anche in nostro status stesso. La durata e la difficoltà del processo d socializzazione proteggono

il gruppo. Dunque I NUOVI MEDIA possono influire sul processo d socializzazione modificando la capacità d gruppi d controllare

l'accesso ai propri comportamenti d retroscena: + un mezzo favorisce la creazione d aree da retroscena + incoraggerà la socializzazione

a stadi lenti e progressivi.

Luogo e promozione

ogni livello d socializzazione è stato associato al suo luogo o il suo grado d accesso a varie collocazioni d gruppo. Gli studenti passano

da una classe all'altra. Ogni situazione d socializzazione è definita da in linguaggio, vestiario e da comportamenti appropriati. Dunque I

NUOVI MEDIA contribuiscono a rimodellare I ruoli della socializzazione anche influendo sul rapporto tradizionale tra collocazione

fisica e accesso all'informazione sociale. Quando + un mezzo favorisce il rapporto tra isolamento fisico e isolamento informativo, tanto

+ incoraggia la separazione degli individui in molte posizioni distinte d socializzazione. Quanto + un mezzo permette alle persone d

accedere all'informazione senza abbandonare luoghi, tanto + favorisce una unica formità degli stadi s socializzazione.

Autorità: mistero e mistificazione

gli individui non solo passano da uno status all'altro attraverso la socializzazione, ma cambiano status ogni giorno in situazioni diverse.

Il POTERE si riferisce alla capacità d un individuo d costringere altri a obbedire, l'AUTORITA' deve essere rappresentata, s fonda

sulla capacità d guadagnarsi la fiducia. Per avere autorità bisogna avere maggiore accesso alla conoscenza rispetto agli altri. E per

salvaguardare lo staus spesso le conoscenze sono protette da codificazioni in gergo o da altre limitazioni. In genere l'autorità cresce

quando I sistemi informativi sono isolati, si indebolisce invece se I sistemi informativi si fondono. “Informazione sociale” e

“conoscenze tecniche”sono correlati. Il controllo sulle conoscenze dà il diritto d rappresentare un certo tipo d ruolo.

D solito è chi ha lo status elevato che avvia la conversazione con subordinati. In genere il passaggio dall'interazione non reciproca

all'interazione reciproca significa cambiamento nello status. Per esempio l'interazione tra genitore e figlio diventa + reciproca quando il

figlio diventa adulto.

Perciò + un mezzo d comunicazione separa le conoscenze degli individui in una società, + farà nascere gradi gerarchici. + un mezzo d

comunicazione fonde i mondi informativi, + favorirà forme ugualitarie d interazione.

Nascondere l'esistenza d un retroscena

il ruolo gerarchico dipende dalla protezione delle prove, pratiche e rilassamenti da retroscena. Più s è bravi a nascondere questi aspetti

più s sembra onnipotenti. Individui molto autorevoli dovrebbero controllare la propria immagine con tale cura che non sembra che

controllino la loro immagine. Spesso i ruoli gerarchici richiedono una dimensione metafisica, le informazioni devono sembrare

sconoscute e inconoscibili. Svelando le strategie per sembrare importanti l'immagine d importanza va perduta. Dunque le tecniche

usate per suscitare soggezione contengono il pericolo della VERGOGNA.

Luoghi e atorità

l'autorità sociale non è favorita tanto dal territorio in sè, quanto dal controllo informativo che l'accompagna. Dunque I cambiamenti nei

NUOVI MEDIA possono influire anche sulle gerarchie alterando l'accessibilità ai personaggi superiori. I media che favoriscono il

rapporto tra isolamento fisico e inaccessibilità sociale sosterranno la mistificazione gerarchica. I media che compromettonono questo

rapporto portano a un indebolimento della figura autorevole.

Parte II

l'influsso dei nuovi media dipende dalla loro diversità dai media precedenti. I media sono tipi d ambienti sociali che includono o

escludono, uniscono o dividono le persone in modi specifici.

Cap5 fusione delle sfere pubbliche

ogni medium è caratterizzato dalla capacità d influire sui nostri sensi e d collegarsi ai nostri processi mentali espressivi.

Gli spettatori considerano i programmi televisivi un prodotto, se stessi come consumatori e la pubblicità il prezzo, in realtà i prodotti

sono gli spettatori che vengono venduti agli inserzionisti pubblicitari.

Codici d accesso ai media

la capacità e la formazione per codificare e decodificare i messaggi d un medium determinano chi può usare il medium per inviare

messaggi e chi può accedere alle informazioni che il mezzo diffonde.+ la scrittura è ambigua e + limitato sarà il numero d persone in

grado d padroneggiarlo.

Le competenze necessarie alla lettura e alla scrittura influiscono sull'accesso alla stampa. I libri sono automaticamente riservati a chi

conosce il codice. I messaggi possono essere rivolti a gruppi differenti in base al grado d complessità dei messaggi codificati, perciò

bambini piccoli e analfabeti sono esclusi. Guardare la tv implica un codice + semplice. In una comunicazione interpersonale sarebbe

maleducato rivolgersi unicamente ad una parte del pubblico, ma nella stampa questo stile comunicativo è frequente. La stampa

suddivide il sapere: esperti in una determinata dsciplina difficilmente comunicano con esperti d altre discipline. Questa suddivisione

del sapere s'è radicata nelle nostre coscienze che campi d studio come comunicazione sono considerati superficiali in quanto non

tentano d ritagliarsi un territorio isolato. I MEDIA elettronici hanno rotto I sistemi informativi specialistici e separati creati dalla

stampa. Oggi le informazioni sono + condivise dai diversi settori della popolazione poichè ciò che molti individui apprendono dai

media dipende poco dall'età dalla posizione sociale dall istruzione, poichè a differenza della stampa la tv offre tutte le sue informazioni

a tutta la popolazione. Quasi tutti sanno mettersi davanti a una telecamera, infatti ultimamente la pubblicità utilizza sempre + interviste

a gente comune. All'attore si preferisce l'individuo medio perchè sembra + autentico.

Messaggio ricevuto: caratteristiche fisiche

ogni libro oltre ad essere un mezzo d comunicazione è anche un oggetto fisico. Ma si possono ricevere migliaia d messaggi elettronici

diversi attraverso uno stesso oggetto acquistato(pc,radio,tv) le caratteristiche del mezzo elettronico non cambiano col variare delle

caratteristiche del messaggio. Il cinema assomiglia più a un libro che ai programmi televisivi, poichè si sceglie.

Fattore associativo

il libro esprime un appartenenza, anche dischi e nastri, il contenuto della tv e della radio invece è evanescente perchè non lascia tracce

tangibili. Condizioni d fruizione

la lettura d un libro richiede + coinvolgimento personale. Il libro va tenuto in mano, la tv s accende. Leggere è impegnativo. La fatica

della lettura non invita a leggere tutti I libri, ma porta a scegliere solo libri che interessano, nei media elettronici la gente si lascia

raggiungere da informazioni che non penserebbe mai d leggere in un libro.

HOWITT dice che un programma per essere popolare deve attirare coloro che accendono la tv d proposito, il pubblico d programmi

minoritari è formato da persone che spengono la tv con facilità.

Contenuto e stile d scrittura d un libro tendono a limitare il numero e il tipo d lettori. Ma la tv divide raramente I propri spettatori in

modo così netto. Quasi nessun libro riesce a raggiungere un pubblico vasto quanto quello d molti programmi televisivi. Anche nel caso

in cui milioni d persone abbiano letto lo stesso libro lungo un ampio arco d tempo è trascurabile in confronto alla SIMULTANEITA'

con cui s seguono gli avvenimenti alla tv.

Nella stampa esistono libri destinati a sole donne, agli uomini, ai bambini...alla tv queste distinzioni sono meno evidenti. La NATURA

COLLETTIVA della tv crea molti nuovi problemi, poichè si comunica qualsiasi cosa a chiunque nello stesso momento. Il libro si tiene

vicino a sè, nessuno può sapere con certezza qual'è la riga o la parola che s sta leggendo, al contrario un msg televisivo viene condiviso

da chiunque sia presente nel locale. Perciò le nuove tecnologie faranno crollare il potere monolitivo delle reti televisive, ma è

improbabile che suddivideranno in modo netto il pubblico.

Ricapitolando alcuni studi su USI E GRATIFICAZIONI, MURRAY rileva che i libri soddisfano bisogni particolari legati all'identità

personale, I media soddisfano bisogni + generici, come sfuggire alla noia e ammazzare il tempo.

Si legge per aumentare la realtà interiore, s vede la tv per avere maggiore visione della realtà esterna, il registratore c isola dal mondo

esterno, le antenne sono come dei sensori che usiamo per controllare l'ambiente. I fatti non trasmessi alla radio o in tv sembrano non

essere mai accaduti.

Accesso implicito vs accesso esplicito

siamo in una cultura in cui I sistemi informativi non sono isolati e protetti. L'accesso all'informazione e la consapevolezza d tale

accesso da parte d altri individui influiscono sul comportamento sociale. La tv scardina queste distinzioni perchè ingloba tutti i gruppi

sociali in un singolo ambito informativo.

Cap6 confini sfumati tra pubblico e privato.

Forme dell'informazione

si possono spiegare le differenze tra I tipi d informazioni attraverso 3 dicotomie:

comunicazione vs espressione – discorsivo vs rappresentativo – digitale vs analogico

Per GOFFMAN “espressione” s riferisce a gesti segni emissioni vocali. Con “comunicazione” intende l'uso del linguaggio o d simboli

simili al linguaggio per trasmettere intenzionalmente un messaggio. Secondo questa distinzione una persona può iniziare o

interrompere la comunicazione in qualsiasi momento, ma non può smettere d esprimersi. Differenza fondamentale tra media scritti e

media elettronici consiste nel fatto che i primi contengono solo comunicazione, mentre la quasi tutti i media elettronici trasmettono

anche espressioni personali.


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

6

PESO

50.09 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in culture digitali e della comunicazione
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher trick-master di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Comunicazione e Processi Culturali e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Pecchinenda Gianfranco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Comunicazione e processi culturali

Riassunto esame Comunicazione e processi culturali, prof. Pecchinenda Gianfranco, libro consigliato Il Sistema Mimetico, Gianfranco Pecchinenda
Appunto