Che materia stai cercando?

Comunicazione politica - Die Sprache des Nazionalsozialismus

Slide per l'esame di comunicazione politica, professor Claudio Bonvecchio, corso di laurea in scienze della comunicazione. L'argomento trattato è la comunicazione propagandistica nazionalsocialista, l'enfasi e le tecniche utilizzate, il tutto corredato da immagini significative.

Esame di Comunicazione politica docente Prof. C. Bonvecchio

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

• “ Ci tergiamo gli occhi dal sangue per vedere

chiaramente e quando arriverà il secondo round saremo

ben saldi sulle gambe” (dopo Stalingrado)

• “Un popolo che fin’ora ha boxato con la sola sinistra e

ora si accinge a bendare la destra per servirsene senza

pietà nel prossimo round non ha motivo di mostrarsi

arrendevole”

• “Di solito un pugile che ha vinto il campionato mondiale,

anche se l’avversario gli ha rotto l’osso del naso, non si

sente più debole di prima”

• “… che cosa fa anche il signore più distinto se viene

aggredito da tre villanzoni che fanno il pugilato non

secondo le regole, ma solo per sopraffare? Si toglie la

giacca e si tira su le maniche della camicia”.

Tiziana Gislimberti 8

• Volontà d’azione nuove “Tätigkeitswörter”

entjuden,arisieren, aufnorden

Verbi intransitivi vengono attivati: es.fliegen.

Man fliegt Proviant/ eine schwere Maschine

op. frieren. Man friert Gemüse vs. gefrieren

machen.

• Necessità esprimersi in fretta abbreviazioni

Berichterstatter Berichter

Lastwagen Laster LKW

 

Bombenflugzeug Bomber

 Tiziana Gislimberti 9

:

• LTI lingua dell’esagerazione

• aggettivi superlativi der grö te, beste, wichtigste

β

• agg. e avverbi in cui è insito un valore superlativo come

au erordentlich, heroisch, unendlich, historisch,einmalig

β

• Composti con il prefisso Gro o Welt quali

β

Gro kundgebung,Gro offensive, Weltgeschichte, “die Welt hört auf

β β

den Führer”

• Composti con Raum : invece di bei im Raum von

• Discorso di Göring del 15.09.35 sulle leggi di Norimberga 

säkulare Gesetze

• Discorso di Hitler per il Tag der Wehrmacht il 12.09.1937:”…Vieles

ist seitdem anders geworden, nichts schlechter, aber alles besser,

schöner, grö er,und vor allem stärker ist heute Deutschland als

β

damals”

• Uso manipolatorio dei numeri: es. discorso Hitler 30.01.1942 “…

Die Verteidigung hat uns nicht der Russe aufgezwungen,sondern

nur 38 und 40 und 42 und zum Teil 45 Grad Kälte waren es….”

Tiziana Gislimberti 10

• Altro aggettivo fondamentale è total non molto diverso

da aggettivi quale zahllos, unvorstellbar

• Dall’ambito bellico si diffonde a molti altri ambiti totale

Erziehungssituation (Reich) das totale Spiel

• Nel discorso del 30.01 1943 Goebbels proclama la

guerra totale: “Diese Schläge waren und sind nur ein

Alarmsignal zum totalen Krieg,zu dem wir nun fest

entschlossen sind”. “… Ich frage euch: Wollt ihr den

totalen Krieg? Wollt ihr ihn, wenn nötig, totaler und

radikaler, als wir ihn uns heute überhaupt erst vorstellen

können?”

(“Queste perdite erano e sono solo il segnale d’allarme per la guerra

totale, alla quale ora siamo fermamente decisi” “…Vi chiedo:volete

la guerra totale? La volete, se necessario, più totale e radicale di

quel che oggi noi riusciamo a immaginarci?”) Tiziana Gislimberti 11

• Slittamento in ambito religioso:cfr. uso di ewig,

Ewigkeit,Tausendjähriges Reich

• Discorso di Hitler al congresso di Norimberga (08.09.1934) “Es ist

unser Wunsch und Wille, dass dieser Staat und dieses Reich bestehen

sollen in den kommenden Jahrtausenden. Wir können glücklich sein zu

wissen, dass diese Zukunft restlos uns gehört” (E’ nostro desiderio e volontà,

che questo stato e questo Reich si mantengano nei millenni a venire. Possiamo

essere felici di sapere,che questo futuro ci appartiene senza riserve)

• Discorso di Hitler in occasione dell’Anschluss (15.03.1938) “Ich

kann somit in dieser Stunde dem deutschen Volk die grö te

β

Vollzugsmeldung meines Lebens abstatten:Als Führer und Kanzler der

deutschen Nation und des Reiches melde ich vor der deutschen

Geschichte nunmehr den Eintritt meiner Heimat in das deutsche

Reich!” (In quest’ora posso così darvi il più grande annuncio della mia vita:in

qualità di Führer e cancelliere della nazione tedesca e del Reich annuncio davanti

alla storia tedesca l’ingresso della mia patria nel Reich tedesco)

• Sublimazione della figura del Führer presentato come Retter ”Ein

ganzes Volk, eine ganze Nation fühlt sich heute stark und glücklich, weil in

Ihnen diesem Volk nicht nur der Führer, weil in Ihnen dem Volk der Retter

enstanden ist” Göring 15.09.1935.

Discorso di Hitler in occasione insediamento al potere.

Sportpalast 10.02.1933

Ich habe ihn gewagt, weil es sein muss,…Ich habe kein

• “

anderes Ziel im Auge gehabt als dem zu dienen, was uns das

h chste auf Erden ist. Denn ich kann mich nicht lossagen von

ö

dem Glauben an mein Volk, kann mich nicht lossagen von der

Überzeugung, dass diese Nation wieder einst auferstehen wird,

kann mich nicht entfernen von der Liebe zu diesem meinen Volk

und hege felsenfest die Überzeugung, dass eben doch dann

einmal die Stunde kommt, in der die Millionen, die uns heute

verfluchen, hinter uns stehen und mit uns begrü en werden dann

β

das gemeinsam geschaffene,mühsam erkämpfte, bitter

erworbene neue deutsche Reich der Grö e und der Ehre und

β

der Kraft und der Herrlichkeit und Gerechtigkeit. Amen”

• ( Ho osato perché così deve essere…Non ho avuto altra meta davanti agli occhi che quella di

servire quel che per noi è la cosa suprema in terra. Perché non mi posso sciogliere dalla

fede nel mio popolo, non mi posso sciogliere dalla convinzione, che questa nazione un

giorno risorgerà di nuovo, non mi posso allontanare dall’amore per questo mio popolo, e ho

la salda convinzione che verrà l’ora in cui i milioni che oggi ci maledicono, saranno con noi

saluteranno il nuovo Reich tedesco,che insieme avremo foggiato, che insieme ci saremo

conquistati, Reich della grandezza, dell’onore, della forza,della beatitudine e giustizia. Amen)

• "La scientificità della propaganda totalitaria è

caratterizzata dalla sua insistenza pressoché esclusiva

sulla profezia, mentre le vecchie forme di propaganda

politica si richiamavano al passato" …

• "La propaganda totalitaria ha perfezionato la tecnica,

propria della scientificità ideologica, di dare alle proprie

affermazioni la forma di predizioni, portando al massimo

l'efficienza del metodo e l'assurdità del contenuto,

perché dal punto di vista demagogico non c'è modo

migliore, per evitare la discussione, che svincolare un

argomento dal controllo del presente dicendo che

soltanto il futuro può rivelarne i meriti" (Arendt p.477-8)

… il nazionalsocialismo non favorisce il discorso lirico, in

prima persona, il cosiddetto discorso emotivo; non gradisce

l'espressione diretta del pensiero , l'espressione individuale,

originale ; non è che esso manchi, ma non è predominante, ed

è lecito, consentito dal tiranno, soltanto quanto coincida con

lo spirito del gruppo. ... E il discorso che prevarrà sempre

sarà il discorso aggressivo, che si camufferà talora di forme

referenziali, ma che nella sua essenza resterà un comando,

una imposizione. Oppure il discorso si avvarrà delle parole

come di un'arma immateriale che miticizza e storicizza, che

crea o annulla ciò che di per sé è un accadimento indifferente,

un mero fatto; sarà un richiamo che evoca forze magiche

annidate nel subcosciente per proiettarle verso il futuro

(Enzi p. 6-7)

• Uso di termini generici e astratti

• Termini astratti permettono insinuazione di

significati “addomesticati”, sia migliorativi che

peggiorativi

• Es. migliorativo:brutal,blind,fanatisch,organisch

• Es. peggiorativo:Demokratie,November,System

• Organische Wahrheit

• wahr, wahrhaftig, wahrheitsgetreu

• jüdisch jüdisch-marxistische Weltanschauung

jüdisch-kapitalistische Ausbeutungssystem

La propaganda nazista fu tanto ingegnosa da trasformare

l'antisemitismo in un principio di autodefinizione, sottraendolo così

alle fluttuazioni delle opinioni pure e semplici. . . .

Ciò diede alle masse di individui atomizzati, indefinibili, instabili e

inutili un mezzo di autodefinizione e identificazione che, oltre a

restituire loro un po‘ di prestigio precedentemente ricavato dalla

funzione sociale, creò una specie di fittizia stabilità capace di

renderli buoni candidati di un'organizzazione.

Mediante questo tipo di propaganda il movimento poté assumere la

figura di artificiale prolungamento dell'adunata di massa,

razionalizzare e istituzionalizzare gli stati d'animo, sostanzialmente

effimeri, della presunzione sovreccitata e dell'isterico senso di

sicurezza ispirati dalle riunioni di massa all'individuo isolato di una

società atomizzata". (Arendt p.492)

• Uso dell’eufemismo:

a. Per celare i fatti Sicherheitsdienst, liquidieren,

cfr.

Endlösung, Sonderbehandlung,Sonderaktion, Sonderbau

"I ben noti eufemismi non servono solo ad illudere le vittime

[... ]

e a prevenire le reazioni di difesa: valevano anche -nei limiti del

possibile, ad impedire che l'opinione pubblica, e gli stessi reparti

delle forze armate non direttamente implicati, venissero a

conoscenza di quanto stava accadendo in tutti i territori

occupati dal Terzo Reich." (Levi, I sommersi e i salvati p.20).

b. Per alterare i fatti

“La macchina che fabbrica, organizza e diffonde le

mostruose falsità dei movimenti totalitari viene messa

in moto dal capo. All'asserzione che tutti gli

avvenimenti sono scientificamente prevedibili, in base

alle leggi della natura o dell'economia, l'apparato

aggiunge la funzione dell'uomo che ha monopolizzato

questa facoltà di previsione e la cui principale qualità

è che ha sempre avuto ragione e sempre avrà

ragione. La sua conoscenza del divenire non ha nulla

a che fare con la verità, il suo aver ragione nulla a che

fare con l'esattezza oggettiva delle affermazioni, che

possono essere confutate soltanto dal futuro

successo o insuccesso, e non dai fatti. E poiché le

sue azioni prendono come misura temporale i

millenni, o i secoli, la verifica di quanto egli fa è

sottratta all'esperienza e al giudizio dei

contemporanei" (Arendt p.527)

„Meine Antwort: ich darf noch einmal festellen, dass ich

erstens keinen Krieg geführt habe, dass ich zweitens

seit Jahren meinen Abscheu vor einem Krieg und

"... allerdings auch meinem Abscheu vor einer Kriegshetze

Ausdruck verleihe, und dass ich drittens nicht wüβte,

für welchen Zweck ich überhaupt einen Krieg führen

sollte.

Ich wäre Herrn Roosevelt dankbar, wenn er mir darüber

Aufklärung geben wollte!„

(La mia risposta: posso semplicemente prendere atto del fatto

che 1) non ho condotto alcun guerra 2) che da anni esprimo

la mia ripugnanza per la guerra e l'istigazione alla guerra, e

3) che non so per quale motivo dovrei fare una guerra.

Sarei molto grato al signor Roosevelt, se me lo volesse

spiegare!".

"Ich habe mich daher nun entschlossen, mit Polen in

der gleichen Sprache zu reden, mit der Polen nun

(unterbrochen vom Beifall) ... seit Monaten redet.

Polen hat heute nacht zum ersten Mal auf unserem

eigenen Territorium auch mit bereits regulären

Soldaten geschossen. Seit 5 Uhr 45 wird jetzt

zurückgeschossen! (Beifall) Wer mit Gift kämft, wird mit

Gift bekämft. Wer selbst sich von den Regeln einer

humanen Kriegsführung entfernt, kann von uns nichts

anders erwarten, als das wir den gleichen Schritt tun.

Ich werde diesen Kampf, ganz gleich gegen wen,

solange führen bis die Sicherheit des Reiches und bis

seine Rechte gewährleistet sind!"

• Dissimulazione della sconfitta 

• “Mit unseren Fahnen ist der Sieg” Der Sieg

wird unser sein Endsieg

• Beweglicher Verteidigungskrieg guerra difensiva in

movimento

• Festung Europa, Festung Deutschland, F. Berlin

• Rückzug, Niederlage Rückschlag regresso

• fliehen vom Feinde absetzen

sich allontanarsi dal nemico

• Durchbrüche Einbrüche

 irruzioni

• elastische Front

• Frontabkürzungen, Frontbegradigungen accorciamenti,

riduzioni del fronte

• Schwierigkeiten Engpässe


PAGINE

49

PESO

5.88 MB

AUTORE

Menzo

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Menzo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Comunicazione politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Insubria Como Varese - Uninsubria o del prof Bonvecchio Claudio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Comunicazione politica

Lingua del nazismo
Appunto
Comunicazione politica - Apologia dei doveri dell'uomo
Appunto
Filosofia delle scienze sociali - gli archetipi dell'inconscio collettivo integrati con appunti prof. Bonvecchio
Appunto
Riassunto esame Giornalismo e Media, prof. Pierantozzi, libro consigliato I Linguaggi della Radio e della Televisione di Menduni
Appunto