Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

“Noi non vogliamo che il poeta imiti altri “Parve cosa così mirabile e quasi

poeti, ma la natura, né che vada miracolosa l’opera della poesia agli

accattando e cucendo insieme ritagli di antichi greci che l’adeguarono a un

roba altrui; non vogliamo che il poeta sacro afflato, a un entusiasmo, a un

non sia poeta; vogliamo che pensi e furore, a una divina mania […] Ma il

immagini e trovi, vogliamo ch’avvampi, più umile canto popolare, se un

ch’abbia mente divina, vogliamo che i raggio d’umanità vi splende, è poesia,

poeti dell’età presente e delle passate e e può stare a fronte di qualsiasi altra e

avvenire sieno simili quanto è forza che sublime poesia”.

sieno gl’imitatori di una sola e stessa [Croce - La poesia].

natura, ma diversi quanto conviene

agl’imitatori di una natura infinitamente

varia e doviziosa”.

[Leopardi – Discorso di un italiano].

“…Vollero i romantici escludere

l’imitazione dei classici, propriamente

detta. I romantici domandavano che si

riconoscesse espressamente che,

quantunque i classici abbiano scritte cose

bellissime, pure né essi né alcun altro non

ha dato né darà mai un tipo universale,

immutabile, esclusivo di perfezione

poetica”.

[Manzoni – Lettera a Cesare Taparelli]. La storia dell’imitazione della poesia

antica, soprattutto all’estero, offre, tra

l’altro, anche il vantaggio che si

“Chi si attendesse di vederci sacrificare possono sviluppare nel modo più

sugli altari dell’antichità vivrebbe semplice e completo gli importanti

ingannato, e andrebbe errato ancor più concetti di parodia involontaria e di

chi per amore di cose nuove ne tenesse arguzia passiva.

=

dimentichi dell’eredità dei nostri

maggiori. Non mai imiteremo quei figli [Schlegel – Frammenti – 39].

sconoscenti, pei quali il primo atto di

padronanza si è il distruggere le amicizie, Non ci si dovrebbe mai richiamare

il regime domestico, l’idea persino delle allo spirito dell’antichità come a

virtù ond’era accurato il buon padre che un’autorità. Poiché è una

gli ebbe un giorno arricchiti”. caratteristica degli spiriti di non

lasciarsi afferrare con mano e

[Borsieri – Introduzione alla biblioteca contrapporre.

italiana]. [Schlegel – Frammenti – 44].


PAGINE

4

PESO

83.01 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
Università: Genova - Unige
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Gerson Maceri di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della critica letteraria italiana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Genova - Unige o del prof Ortolani Donata.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia della critica letteraria italiana

Riassunto esame Storia della critica letteraria italiana, prof. Ortolani, libro consigliato La poesia, Croce
Appunto
Riassunto esame Storia della critica letteraria italiana, prof. Ortolani, libro consigliato Elementi di critica testuale di Chiesa
Appunto
Letteratura italiana contemporanea - letteratura italiana del 1900
Appunto
Riassunto esame Letteratura latina medievale, prof. Pittaluga, libro consigliato Storia della Letteratura Mediolatina di D'Angelo
Appunto