Che materia stai cercando?

Diritto penale - i casi di penale Appunti scolastici Premium

Riassunto di Diritto penale sui casi. Tutti i casi divisi per: caso, problema, soluzione. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la successione delle leggi penali, il consenso non svelato, il consenso erroneamente supposto.

Esame di Istituzioni di diritto penale docente Prof. A. Melchionda

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

www.university.it

Caso in tema di evento no impedito e

libertà di religione

IL CASO

Si riferisce al caso dei coniugi Oneda in riferimento alle precarie condizioni di salute della

figlia di due anni Isabella affetta da disfunzione dell’organismo.

I due convertitisi alla religione dei testimoni di Geova decidono di sospendere i trattamenti

sanitari alla figlia in conformità ai dettami religiosi.

Il tribunale su istanza del nonno della giovane decreta per la continuazione dei trattamenti

ospedalieri che non vengono di fatto mai eseguiti per non volere della famiglia.

In seguito ad ulteriore ricorso del nonno, il tribunale impone il ricovero coatto della piccola,

che ormai grave spira dopo poco tempo.

IL PROBLEMA

Si deve stabilire la responsabilità dei coniugi Oneda in riferimento anche ai dettami

religiosi.

LA SOLUZIONE

In occasione di tale caso, la cassazione ha disposto per la non configurabilità del dolo

tenendo presente la non volontà dei coniugi di provocare l’evento ma cercando di ubbidire

all’ordine religioso.

In tale caso si è disposto per omicidio colposo. 9

www.university.it

Caso in tema di caso fortuito

IL CASO

Il marchese di Calatrava vuole impedire il matrimonio tra la figlia Leonora e don Alvaro.

I due giovani tentano di fuggire ma il marchese li sorprende e vuole eliminare Alvaro.

Alvaro tenta una reazione ma per amore della giovane si arrende e offre la sua vita;

lanciando a terra la pistola parte un colpo accidentale che colpisce il marchese che in

conseguenza di quello muore.

IL PROBLEMA

Bisogna stabilire se ad Alvaro può imputarsi l’evento o se si tratta di caso fortuito.

LA SOLUZIONE

Per il fatto che il giovane non tiene le precauzioni necessarie nel trattare l’arma gli viene

imputato l’omicidio colposo del marchese. 10

www.university.it

Caso in tema di cause e concause

IL CASO

Alberto vuole fare un viaggio nel deserto del Sahara; i due amici Stefano e Aldo lo odiano

e senza essere d’accordo decidono di provocarne la morte.

Aldo la notte precedente al viaggio mette del veleno nella borraccia di Alberto; subito dopo

Stefano entrato nella tenda di Alberto buca la borraccia in modo tale da provocare la morte

per effetto si mancanza d’acqua.

Il giorno seguente Alberto si mette in marcia e non trovando più acqua nella borraccia

trovandosi in pieno deserto muore di sete.

IL PROBLEMA

Occorre esaminare le responsabilità di Aldo e Stefano in rapporto all’evento morte di

Alberto.

LA SOLUZIONE

La borraccia di Alberto era piena di acqua avvelenata per effetto della condotta d Aldo

però, seguentemente tale situazione viene meno per effetto dell’azione posta in essere da

Stefano che bucando il recipiente provoca la fuoriuscita del liquido venefico.

In tal caso non essendo d’accordo nelle loro azioni, Aldo si ferma al tentativo, mentre

Stefano è colui che di fatto provoca la morte di Alberto.

Stefano risponderà di omicidio doloso. 11

www.university.it

Caso in tema di lesioni sportive

IL CASO

Rocky Balboa è un ex pugile professionista di fama mondiale.

Per effetto di male gestione del suo patrimonio è costretto a tornare nell’ambiente del

pugilato come allenatore di un pugile promettente, Tommy, che deve disputare un incontro

per il titolo mondiale.

Poco prima dell’incontro Tommy su consiglio del nuovo manager licenzia Rocky e

disputando l’incontro con i consigli dell’ allenatore vince il titolo.

Tommy dopo l’incontro si reca nel bar del quartiere di Rocky e trovandolo nel locale lo

irride e insulta davanti a tutti.

I due danno vita ad un incontro nel locale e per la strada con il risultato di lesioni a carico

di Tommy che viene ricoverato in ospedale.

IL PROBLEMA

Occorre stabilire se sono riscontrabili gli estremi dell’esimente di attività sportiva

nonostante i due si sfidino in un luogo diverso di un ring e senza gli strumenti idonei per

tale sport.

LA SOLUZIONE

I due si sfidano ad un incontro non ufficiale senza regole e arbitri, pertanto non ci sono gli

estremi per la causa di giustificazione in oggetto.

Rocky sarà quindi responsabile di lesioni personali a carico di Tommy. 12

www.university.it

Caso in tema di legittima difesa

IL CASO

Nella scozia del ‘700 durante la rivolta degli Highlander fomentata dagli Stuart, Mary Mac

Gregor, mogli del capo clan Rob Roy, viene sottoposta a violenza carnale da Cunningham

capo delle truppe rivali.

Alla scena assiste il fattore Killearn che successivamente viene catturato dl clan dei mac

Gregor.

Killearn minaccia Mary di riferire al marito lo stupro da lui assistito se non lo libererà in

modo tale che Rob roy attaccando i nemici sarebbe andato incontro a morte certa.

Mary per evitare tale situazione colpisce con un coltello Kiilearn che fugge morente.

Fermatosi in riva ad un fiume per bagnarsi la ferita killearn si imbatte in Alasdair fratello di

rob Roy che a conoscenza del fatto che il fuggitivo sapeva dello stupro lo affoga nel fiume

provocando la di lui morte.

IL PROBLEMA

Occorre stabilire le responsabilità distinte di Mary e di Alasdair nell’uccisione di Killearn.

LA SOLUZIONE

Mary Mac Gragor agisce in conseguenza di un pericolo attuale di una offesa ingiusta

provocata dallo stalliere; infatti se costui farà si che Rob roy venga a conoscenza dello

stupro arrecherà un ingiusta offesa al capo clan condannandolo a morte certa.

Mary non può tuttavia fare fuggire lo stalliere, verrebbe condannata di tradimento dal clan

di appartenenza, quindi l’azione posta in essere dalla donna si esercita in presenza di

legittima difesa.

Alsadir invece nell’uccidere Killearn non è escluso da pena avendo provocato il decesso

inconsapevolmente dell’azione di Mary.

Alsadir è colpevole di omicidio volontario. 13

www.university.it

Caso in tema di legittima difesa (ed

eccesso colposo)

IL CASO

Il caso vuole che Bernard si trovi in metropolitana a Manhattan circa all’una di pomeriggio.

Bernard anni prima ha già subito un’aggressione in metropolitana.

Sul veicolo ci sono quattro ragazzi afro - americani dall’atteggiamento molesto; uno di

questi si rivolge a Bernard chiedendogli dei soldi con insistenza a seguito di tentativo di

rifiuto del secondo.

Bernard nel vedere che uno dei ragazzi cerca di estrarre dal giubbotto un oggetto si

spaventa, estrae una pisola automatica e fa partire quattro colpi in successione verso i

giovani provocando lesioni, ad uno di questi Bernard infligge un quinto colpo avendo

notato che si stava muovendo.

IL PROBLEMA

Occorre stabilire se è configurabile l’esimente della legittima difesa per le lesioni provocate

ai ragazzi da Bernard.

LA SOLUZIONE

Bernard è in una possibile situazione di pericolo e probabile offesa ingiusta quindi i suoi

timori sono fondati esistendo tutti i presupposti perché in lui sorga il timore di una

aggressione.

Tuttavia agisce in modo sproporzionato essendo sufficiente mostrare l’arma ai quattro

senza dovere sparare si trova quindi di fronte ad una situazione di eccesso colposo per i

quattro colpi inferti.

Per il quinto colpo l’imputazione a suo carico è di lesione dolosa inquanto il ragazzo colpito

era già a terra e non poteva reagire. 14

www.university.it

Caso in tema di legittima difesa (ed

esimente putativa)

IL CASO

Il pellirossa Willie Kid ha cagionato la morte di un uomo bianco per legittima difesa ma

viene ricercato dalla popolazione per essere linciato.

Lo sceriffo Cooper è incaricato alla cattura dell’indiano pur consapevole che una volta

preso il fuggiasco verrebbe linciato.

Cooper ha buana stima del pellerossa e sa che porta con se un fucile Wincester a nove

colpi senza munizioni di riserva.

Dopo giorni di inseguimenti Willie Kid è stremato e imboccato un sentiero senza uscita

decide di affrontare l’inseguitore.

Appiattitosi su una roccia l’indiano spara all’impazzata in direzione di Cooper senza mai

colpirlo mirando abbondantemente alto; in preda all’eccitazione poi si getta contro lo

sceriffo che presa la mira spara e uccide l’assalitore.

Cooper nel controllare l’arma di Willie Kid poi si accorge che questa era scarica.

IL PROBLEMA

Occorre stabilire l’eventuale riscontranza di legittima difesa dello sceriffo o di una sua

responsabilità rispetto all’evento morte cagionato all’indiano.

LA SOLUZIONE

Lo sceriffo è un esperto di armi per cui poteva accorgersi che gli spari posti in essere

dall’avversario erano inidonei a cagionarli offesa e oltretutto poteva facilmente intuire che il

fucile era privo di colpi dopo che l’indiano l’aveva scaricato in successione.

Pertanto escluso il pericolo attuale di un danno grave lo sceriffo Coopper risponderà di

omicidio colposo ai danni di Willie Kid. 15

www.university.it

Caso in tema di colpevolezza e stato di

necessità

IL CASO

Nel selvaggio West di fine ottocento, il fuorilegge J. Herod con la sua banda assalta

l’ufficio dello sceriffo Marshal prendendolo come prigioniero.

Per mostrare alla popolazione la sua potenza il fuorilegge si appresta ad impiccare lo

sceriffo.

Prima dell’esecuzione interviene la figlia del prigioniero, Ellen di soli otto anni,

scongiurando piangendo di liberare il padre.

Herod decide di dare una chance allo sceriffo consegnando una pistola alla figlia e

dicendole che se riuscirà a colpire la corda posta sul capo di Marshall, lo lascerà libero.

La piccola completamente inesperta in armi non colpisce la corda ma il padre uccidendolo.

Il PROBLEMA

Occorre stabilire le responsabilità di Ellen e del fuorilegge Herod.

LA SOLUZIONE

Ellen no è in alcun modo responsabile avendo cercato di salvare la vita al proprio padre ed

avendo un’età che non poteva permetterle di maneggiare giustamente la pistola.

Herod sarà invece responsabile di omicidio doloso per dolo eventuale essendo presenti i

requisiti di risultati intenzionali; poteva infatti prevedere facilmente l’esito.

Variante del caso

IL CASO

Herod anziché coinvolgere la figlia dello sceriffo decidere di affidare la possibilità di

cambiare la situazione ad un amico dei Marschal che è un esperto pistolero.

L’amico posto ad una distanza non proibitiva sbaglia il tiro e colpisce lo sceriffo

uccidendolo.

LA SOLUZIONE

In questo caso il pistolero non sarà responsabile di delitto colposo in quanto ha agito in

stato di necessità e sotto la costrizione dell’altrui minaccia ex art. 59.

Responsabile dell’omicidio doloso rimarrà quindi sempre il fuorilegge Herod. 16

www.university.it

Caso in tema di adempimento di un ordine

illegittimo e omicidio

IL CASO

Nel corpo militare dei marines della base di Guantalamo Bay, vige un codice rosso per cui

ogni marines può essere sottoposto a coercizione fisica qualora non si attenga a regole di

condotta militari.

Questa disposizione è del tutto non codificata e a giudizio del colonnello Natan.

Santiago un giovane ragazzo arruolatosi nel corpo in questione per la durezza del corso in

relazione al suo stato fisico chiede all’alto ufficiale di essere trasferito in altra base militare.

Il colonnello dispone quindi il codice rosso ed incarica l’esecuzione a due marines Dawson

e Doney.

La sera stessa i due si introducono nella stanza di Santiago e cominciano a percuoterlo; il

giovane affetto da cardiopatia muore in conseguenza dell’aggressione.

IL PROBLEMA

Occorre stabilire le responsabilità di Dowson e Doney ed eventualmente se vi possa

essere applicazione di art. 51 (adempimento di un ordine).

E’ importante prendere in considerazione la responsabilità del colonnello Natan.

LA SOLUZIONE

La morte di Santiago è conseguenza diretta dell’aggressione dei due marines che tuttavia

hanno adempiuto ad un ordine del superiore.

I due pertanto non volevano cagionare l’evento morte ma solo impartire una lezione

corporale; risponderanno quindi di omicidio preterintenzionale assieme al colonnello Natan

che ha impartito l’ordine. 17

www.university.it

Caso in tema di omicidio e istigazione al

suicidio

IL CASO

Il play boy Giorgio Zanoni si intrattiene assieme a tre modelle, Carrie, Margot e Cristina,

ad un festino privato durante il quale viene consumata cocaina.

Ad un certo punto Giorgio estrae una pistola ed invita le ragazze a giocare assieme a lui

alla roulette russa promettendo una alta cifra in danaro per ogni colpo.

Le ragazze si prestano al gioco e viene inserita una pallottola nel tamburo a sei colpi; dopo

i primi tre colpi nulla succede al quarto posto in essere da Cristina la pistola fa fuoco

provocando la di lei morte.

IL PROBLEMA

Occorre stabilire le responsabilità di Giorgio ed eventualmente delle due ragazze rimaste

in vita in riferimento al decesso di Cristina.

LA SOLUZIONE

Cristina ha accettato di giocare alla roulette russa sapendo il rischio che andava incontro,

ma è stata indotta dalla promessa di una forte somma in danaro promessa da Giorgio.

Cristina pertanto provoca da sola l’evento morte e quindi pone in essere il suo suicidio.

Giorgio tuttavia ha determinato e incoraggiato il di lei suicidio essendo quindi responsabile

di istigazione al suicidio di Cristina.

Rispetto alle altre due modelle nulla succede e nulla pongono in essere pertanto non sono

configurabili altre responsabilità se non l’istigazione al suicidio di Giorgio. 18


PAGINE

24

PESO

316.11 KB

AUTORE

summerit

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Trento - Unitn
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher summerit di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istituzioni di diritto penale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trento - Unitn o del prof Melchionda Alessandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istituzioni di diritto penale

Diritto penale - nozioni generali
Appunto
Diritto penale - i reati associativi e le figure di confine
Appunto
Diritto penale - la Corte d'Assise
Appunto
Schemi diritto romano
Appunto