Che materia stai cercando?

Calcolosi urinaria Appunti scolastici Premium

Lezione completa sulla calcolosi urinaria, caratterizzata da clinica, fisiopatogenesi, clinica, diagnostica di laboratorio e strumentale, trattamento (medico e chirurgico), dell'Università degli Studi di Catania - Unict. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Nefrologia e urologia docente Prof. S. Cimmino

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

CALCOLOSI URINARIA

La calcolosi urinaria è una malattia diffusa in tutto il genere umano con differente incidenza per le

diverse razze. Negli ultimi 50 anni ha subito una diversa distribuzione geografica ed ha modificato le sue

caratteristiche di presentazione nell’apparato urinario. Nei Paesi a basso tenore di vita, la calcolosi tende

ad essere a prevalente localizzazione vescicale, mentre in quelli ad alto tenore di vita predominano

nettamente le localizzazioni reno-ureterali. Questo è dovuto al fatto che, nei Paesi a basso tenore di vita,

è più difficile trattare l’ingrossamento prostatico e quindi più frequentemente si va incontro ad

ingrossamento vescicale, ristagno di urine in vescica ed insorgenza di calcolosi vescicale.

In generale, l’incidenza della calcolosi urinaria è più alta nei Paesi industrializzati, per fattori correlati

all’alimentazione e allo stile di vita, quali eccesso di grassi e disidratazione (un buon apporto di liquidi

previene la calcolosi).

Esiste una familiarità per la patologia litiasica (interessa soprattutto i giovani ed è legata al

metabolismo). Se a questa si aggiungono i fattori di rischio (es. disidratazione), la probabilità che si vada

incontro a calcolosi è notevole.

LITOGENESI

Insieme dei processi chimico-fisici che determinano, in una soluzione salina come l’urina a diversi stadi

di saturazione, fenomeni di precipitazione dei Sali con formazione di cristalli che causano l’inizio della

formazione dei calcoli. In condizioni fisiologiche, a differenza di quanto avviene in laboratorio, i Sali

urinari anche in forte concentrazione si mantengono in soluzione senza precipitare. Questo è dovuto alla

presenza dei cosiddetti inibitori della cristallizzazione, quali acido citrico e AMPS (frazione condroitinica

ed eparinica degli acidi mucopolisaccaridici attivi nell’inibizione dei Ca-ossalati). Diversi sono quindi i

fattori in grado di influenzare e modulare la litogenesi.

Sono state proposte due teorie patogenetiche:

 Teoria della litogenesi da semplice SOVRASATURAZIONE: nucleazione omogenea.

 Teoria della PRECIPITAZIONE dei Sali su matrice organica (uromucoide): nucleazione eterogenea.

È certo che le calcolosi su base metabolica iniziano per semplice sovrasaturazione delle urine a livello dei

tubuli distali e collettori, dove la precipitazione avviene con facilità per la mancanza, in questa sede,

degli inibitori della cristallizzazione. Ciò determinerebbe necrosi cellulare con liberazione di uromucoide,

che a sua volta fungerebbe da elemento di nucleazione, e quindi aggregazione ed accrescimento del

calcolo. A questo livello le due teorie si integrerebbero a vicenda.

In condizioni fisiologiche, nelle urine, vi è la presenza di cristalli di vario genere in numero e volume

ridotti in rapporto soprattutto a fenomeni di disidratazione e saltuari squilibri dietetici. La cristalluria

assume invece un significato patologico quando variano le sue caratteristiche morfostrutturali e

numeriche (volume e numero) e fisico-chimiche (tendenza all’aggregazione).

COMPOSIZIONE DEI CALCOLI

Sostanze organiche: acido urico, cistina, xantina, urato acido di ammonio.

Sostanze inorganiche (minerali): citrato di ammonio, ossalato di calcio monoidrato, ossalato di calcio

diidrato, fosfato ammoniomagnesiaico esaidrato, fosfato bifasico di Ca diidrato, fosfato tricalcico,

carbonato apatite, idrossil apatite.

Calcoli da infiammazione o infezione

Tutte queste sostanze possono formare CALCOLI PURI, come nel caso dell’acido urico e dell’ossalato di

calcio o, più frequentemente, essere formati dalla giustapposizione di strati disposti concentricamente:

CALCOLI MISTI (alla litotripsia questi calcoli si rompono a gusci). A seconda della composizione, i calcoli

avranno consistenza diversa e, conseguentemente, diversa risposta alla terapia. I calcoli più duri sono

quelli di cistina e di ossalato di calcio puro (monoidrato e diidrato), ma nella pratica clinica sono più

frequenti i calcoli a componente mista.

PATOGENESI

I meccanismi patogenetici della formazione dei calcoli sono diversi a seconda della composizione

chimico-fisica, del tipo di patologia che ne condiziona l’insorgenza e del livello in cui questa patologia

primitiva risiede. Diverse sono le condizioni che possono favorire la patologia litiasica:

 CAUSE PRERENALI: fattori esogeni (alimentari, medicamentosi, climatici, sconosciuti), fattori

endogeni (dismetabolici, disendocrini, idiopatici).

 CAUSE RENALI: tubulopatie, acidosi tubulare acuta.

 CAUSE METARENALI: infezioni, malformazioni, stasi urinaria. Il calcolo da infezioni urinarie è

formato da sprulite (fosfato, ammonio, magnesio). Varie alterazioni delle vie urinarie possono

favorire l'insorgenza della litiasi, quali la stenosi del giunto, l’inginocchiamento dell'uretere (può

essere dovuto alla ptosi renale) o l’iperplasia prostatica con ristagno vescicale.

 PATOLOGIE METABOLICHE: ipercalciuria con formazione di calcoli di calcio (intossicazione da

vitamina D, nefropatie, iperPTH), iperossaluria con formazione di calcoli di ossalato (alterazioni

primitive del metabolismo e dell’assorbimento intestinale di ossalato, per esempio per resezione

ileale o malattia di Chron), iperuricemia (malattie mieloproliferative, gotta, glicogenosi, altri

difetti enzimatici), iperuricuria con formazione di calcoli di acido urico (dieta ricca di purine,

farmaci uricurici, ipouricemia renale), disidratazione (diarrea cronica, esposizione a climi ed

ambienti caldo-umidi).

I calcoli di acido urico sono radiotrasparenti, quindi non sono visibili ad una normale Rx dell'addome, ma

si vedono bene alla TC ed all'ecografia. Sono gli unici calcoli che si possono trattare con la terapia

alcalinizzante delle urine (allopurinolo), terapia che rende le urine basiche e permette il disciogliersi dei

calcoli.

CLINICA

Nella maggior parte dei casi, la calcolosi urinaria è asintomatica. Questo è dovuto al fatto

che i calcoli tendono maggiormente a localizzarsi nei calici renali o nella pelvi renale, non determinando

un ostacolo al deflusso di urina. In questo caso, il riscontro è assolutamente occasionale in corso di

indagini clinico-strumentali, quali, esami delle urine (leucocituria, emoglobinuria, presenza di nitriti),

urinocoltura (positiva, più frequenti gram-), ecografia addominale (riscontro di aree iperecogene a carico

dei reni o più raramente degli ureteri e della vescica), Rx addome, Rx colonna lombo-sacrale (riscontro di

immagini radiopache lungo il decorso delle vie urinarie).

I sintomi si manifestano qualora il calcolo si incunei in una posizione tale da ostacolare la minzione. La

calcolosi sintomatica si manifesta con:

 DOLORE: colica renale. Rappresenta il sintomo più frequente. È conseguente ad un calcolo che si

incunea a livello ureterale, ostruendolo e non permettendo l’espulsione delle urine. Questo

causa una distensione della vie escretrice a monte (che può essere più o meno sintomatica a


PAGINE

6

PESO

643.29 KB

AUTORE

Rityanel

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Catania - Unict
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Rityanel di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Nefrologia e urologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Catania - Unict o del prof Cimmino Sebastiano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Nefrologia e urologia

Nefrologia
Appunto
Storia della medicina in età contemporanea
Appunto
Storia della medicina - La salute
Appunto
Elettrocardiografia
Dispensa