Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

-ARTE-

IL PROCESSO METAMORFICO NELL’ARTE

IL SURREALISMO E LA POETICA DELL’AUTOMATISMO PURO

Nel 1924 André Berton pubblica il primo manifesto del surrealismo, il documento che spiega

con chiarezza e con abbondanza di esempi il significato del movimento. Anzi, dopo averlo

lungamente trattato, Breton ne dà anche una definizione sintetica come quella di un ipotetico

dizionario, giungendo perfino a porre, accanto al nome, la formula abbreviata s.m., sostantivo

maschile:

“Surrealismo s.m. automatismo psichico puro mediante il quale ci si propone di esprimere sia

verbalmente, sia per iscritto o in altre maniere, il funzionamento reale del pensiero; è il

dettato del pensiero con l'assenza di ogni controllo esercitato dalla ragione, al di là di ogni

preoccupazione morale.”

Il surrealismo è dunque il tentativo di esprimere l ”io” interiore in piena libertà, come è

realmente, senza l’intervento della ragione che, mettendo in atto meccanismi inibitori, dovuti

all’ insegmamento che riceviamo fin dalla nascita, ci condiziona, obbligandoci a reprimere

istinti e sentimenti, a nasconderli, seppellendoli nel più profondo di noi stessi, ad apparire

insomma come la società costituita vuole che siamo.

Per raggiungere questa libertà occorre lasciarsi guidare dall’inconscio, come accade nel sogno,

quando le immagini si susseguono senza un legame apparente, rivelando la nostra realtà

recondita, molte volte ignota a noi stessi.

È il metodo della psicanalisi: e, del resto, Breton riconosce apertamente l’apporto

fondamentale delle scoperte di Sigmund Freud.

Tuttavia il surrealismo non si limita a trascrivere passivamente il sogno, non si esprime

attraverso simboli, né è ingenuo. Cerca piuttosto di scoprire il meccanismo con il quale opera

l’inconscio, mettendo a nudo il processo intimo, non soltanto durante il sonno, ma anche

durante la veglia, mediante l “autonomismo psichico”, lasciando cioè che un’idea segua l’altra

senza la conseguenza logica del ragionamento consueto, ma automaticamente: una parola ce ne

fa venire in mente un’altra completamente diversa; così una forma, un colore, una luce ne

suscitano altre in un concatenamento inarrestabile. Giorgio De Chirico

Questa poetica era stata anticipata nelle opere di (Piazze d'Italia, 1910)

l'inventore della pittura metafisica, al quale lo stesso Breton riconosce un ruolo di precursore.

Alberto Giacometti, Salvador Dalì e

Tra gli artisti più importanti del Surrealismo ricordiamo

Max Ernst, Jean Arp , Juan Mirò , e René Magritte.

In definitiva, il Surrealismo non propone nessun rigido programma o dogma a cui i suoi

aderenti si debbano conformare, ma si propone sempre come un atteggiamento generale verso

la vita, inteso a salvaguardare la libertà dell'individuo e dell'artista nell'esprimere, in qualsiasi

forma, senza limiti né preclusioni, la sua verità.

Storicamente, il Surrealismo fu una risposta all'angoscia della crisi in cui si dibatteva la

società dell'epoca, ponendo in termini chiari e strutturati il problema, la costruzione di un

mondo libero per gli individui e la collettività, e fornendo possibili tentativi di risposta per

risolverlo: non riuscì mai, tuttavia, a fondere in modo soddisfacente le sue due anime, quella

sociale e quella individuale, la sfera dell'attività pratica e quella dell'attività dello spirito,

giungendo così al suo stesso scioglimento.


PAGINE

3

PESO

95.12 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti d'Arte sul processo metamorfico nell'arte e sul surrealismo. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: il surrealismo e la poetica dell'automatismo puro, Andrè Berton, manifesto del surrealismo, funzionamento reale del pensiero, Giorgio De Chirico, Alberto Giacometti, Salvador Dalì, Max Ernst, Jean Arp.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in studi storico-artistici
SSD:
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'arte moderna e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze letterarie Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'arte moderna

Dal 400 al 700: Appunti di Storia dell'Arte Moderna
Appunto
Riassunto esame Storia dell'Arte Moderna, prof. Rossi, libro consigliato Pittori fiorentini del Quattrocento e le loro botteghe, Rossi
Appunto
Riassunto esame Introduzione alla letteratura cristiana antica, prof. Ciccarese, libro consigliato Animali simbolici, volume 2, Ciccarese
Appunto
Riassunto esame Etnomusicologia, prof. Giuriati, libro consigliato Le Tarantelle e i Canti di Montemarano, Mascarà 
Appunto