Che materia stai cercando?

Archeologia Medievale - San Giusto (Scavo Archeologico) Appunti scolastici Premium

Appunti per l'esame di Archeologia Medievale della professoressa Francesca Romana Stasolla, all'università di Roma La Sapienza, corso di laurea in Scienze archeologiche, facoltà di Scienze Umanistiche.
Appunti sugli scavi di San Giusto, in Puglia, provincia di Foggia.

Esame di Archeologia Medievale docente Prof. F. Stasolla

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Appunti sugli scavi di San Giusto (Puglia – Foggia)

- rinvenuto fortuitamente tra il 1995 – 1999 durante la costruzione di una diga

(buona parte del sito archeologico distrutta dai mezzi meccanici)

- primo insediamento documentato archeologicamente a San Giusto risale al I sec. a.C.

(trovata una stele funeraria databile alla metà del I sec. d.C. che attribuisce alla gens Annia

l’intera proprietà)

Villae

- grandi villae = destinate alla produzione prevalentemente agraria

(pochi prodotti, ma in gran quantità) (specializzato)

- piccole villae = destinata alla produzione mista

(più prodotti, ma in minor quantità) (generale)

- alla fattoria del I-II secolo si sostituì una grande villa

che si sviluppò notevolmente in età tardoantica (IV-VI sec. d.C.)

- all’interno della villa sono presenti: ambienti residenziali (dove si trovano pregevoli mosaici) –

magazzini e depositi (usati per stoccaggio grano) – impianti per la produzione del vino

(frantoio, torchi, vasche di fermentazione mosto, dolia/giare per conservazione vino) –

stanze dotate di particolari pavimenti in lastre di terracotta + sistema di canalizzazione

(lavaggio e trattamento lana e pelli – allevamento transumante)

- presente complesso paleocristiano posto all’interno dell’insediamento

- chiesa: abside semicircolare – tre navate (navate laterali più strette rispetto a quella centrale) –

ampia zona presbiterale (presenza del bema = zona sopraelevata prima del presbiterio) – abside

affiancata da due ambienti collegati con le rispettive navate laterali dove sono state rinvenute

sepolture di vario tipo – moderna sacrestia (ambiente dove sono stati rinvenuti degli armadietti in

cui venivano conservati arredi liturgici, e dove è stato rinvenuto un gruzzolo di 1.043 monete di

piccolo taglio di età tardoantica, databili complessivamente nel III-VI sec. d.C.) –

portico – battistero

- presenti all’interno della chiesa sia sul pavimento che sulle pareti residui di decorazioni musive

- tra la fine del V e l’inizio del VI secolo accanto a questa prima chiesa ne venne costruita un’altra

parallela e circa delle stesse misure

- seconda chiesa: unica funzione = funeraria (presenti in tutto il perimetro tombe a fossa) –

nelle tombe vi erano prevalentemente individui maschili dai quali attraverso le analisi si è potuto

constatare che le loro condizioni di vita erano più che buone (ossa non usurate e dieta proteica) –

fu allungato il portico così da mantenere la chiesa collegata all’altra e al battistero

- fu successivamente aggiunto un piccolo impianto termale (produzione aria calda per riscaldare gli

ambienti con pavimenti rialzati)

- nella metà del VI secolo si verificò un incendio che colpì il tetto

della prima chiesa provocandone il crollo

- per motivi economici e perché la comunità non rimanesse troppo a lungo privata del luogo di

culto non fu ricostruita ma anzi spogliata delle rimanenti decorazioni e fu quindi consacrata l’altra

(ristrutturazione e adattamento per funzioni liturgiche)

- il complesso paleocristiano restò ancora in funzione per alcuni decenni assumendo sempre più

forme degradate (presenti sepolture più povere, prevalentemente infantili,

i cui resti scheletrici denunciano pessime condizioni di vita)

- tra il VII e VIII secolo = processo di abbandono


PAGINE

2

PESO

34.00 KB

AUTORE

fedec9

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze archeologiche
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher fedec9 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Archeologia Medievale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Stasolla Francesca Romana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Archeologia medievale

Appunti Archeologia Medievale
Appunto
Riassunto esame Archeologia greca, prof. Lippolis, libro consigliato Archeologia greca
Appunto
Appunti Archeologia Medievale
Appunto
Riassunto esame Archeologia e storia dell'arte del Vicino Oriente antico, prof. Pinnock, libro consigliato Archivi reali di Ebla, Matthiae
Appunto