Che materia stai cercando?

Appunti vari sul diritto privato

Appunti di diritto privato su contratto preliminare, causa del contratto, formazione, revoca, prelazione, rappresentanza, simulazione, recesso basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Rende dell’università degli Studi di Messina - Unime. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Istituzioni di Diritto Privato docente Prof. F. Rende

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Rappresentanza diretta: Il rappresentante agisce non soltanto per conto del rappresentato

o e gli effetti del negozio si ripercuoteranno sulla sfera giuridica del rappresentato.

Rappresentanza indiretta: Il rappresentante compie atti non soltanto in conto a anche per

o nome e gli effetti del negozio si ripercuoteranno nella sfera giuridica del rappresentante.

Quest’ultimo farà un altro negozio in modo da trasferire gli effetti nella sfera giuridica del

rappresentato.

Il contratto è annullabile se la volontà del rappresentante è affetta da vizi.

E’ annullabile il contratto che il rappresentante conclude con se stesso o come rappresentante di

un'altra parte.

LA SIMULAZIONE

Si considera simulato un contratto dove la parti non vogliono che gli effetti si producano.

• Simulazione assoluta: Le parti si limitano a stipulare un contratto che non produrrà effetti

• Simulazione relativa: Le parti stipulano un contratto che non produrrà effetti a che

nasconde un altro contratto, detto dissimulato, dove le parti hanno deciso che produrrà

effetti.

EFFETTI DELLA SIMULAZIONE NEI CONFRONTI DEI CREDITORI

Di fronte ad un contratto simulato si hanno due figure: un simulato acquirente e un simulato

alienante.

I creditori del simulato alienante vogliono dimostrare in giudizio che in realtà non c’è stato alcun

passaggio di proprietà.

I creditori del simulato acquirente, invece, vogliono dimostrare che all’esterno appaia il contratto di

simulazione in modo da avere un bene in più da aggredire.

PRESTAZIONE DEI SERVIZI TURISTICI

I contratti relativi ai prodotti per le vacanze a lungo termine sono dei contratti di una durata

superiore ad un anno dove il consumatore acquista a titolo oneroso il diritto di godere sconti e

vantaggi relativamente al godimento di un alloggio, separatamente o unitariamente al viaggio. Il

D.L. 2011/79 è il codice del turismo che ha confermato i presupposti del codice del consumo cioè

gli obblighi di informazione.

Il contratto deve essere redatto per iscritto.

Vi sono dei servizi integrati detti pacchetti turistici che prevedono la fornitura di prestazioni di

trasporto alloggio e servizi turistici non accessori al trasporto( es. escursioni guidate).

Gli obblighi di informazione qui consistono nella consegna di un crepuscolo descrittivo

Vedi cod.civ pag . 820

NULLITA’ DI PROTEZIONE

Il presupposto è che ci sia un contratto del consumatore con un asimmetria tra i contraenti.

E’ possibile che ci sia in un contratto una clausola vessatoria, in tal caso viene dichiara nulla e il

contratto resta ad esistere e deve essere tale che venuta meno non infici la validità del contratto.

1) Sono nulle quelle clausole che durante le trattative escludono la possibilità di azioni nei

confronti del professionista da parte del consumatore in caso di inadempimento

2) Opera soltanto a vantaggio del consumatore e può essere rilevata d’ufficio

La differenza con la nullità parziale codicistica sta nel fatto che la prima può essere dichiarata

quando venuta meno la clausola dichiarata nulla il contratto sarebbe comunque valido ed efficace

per volontà delle parti. In quella codicistica si parla sia di una possibilità di una nullità totale che

parziale; nel caso del codice del consumo si trova una nullità solo parziale che dichiara nulla solo

la clausola vessatoria, attraverso tale azione vi è una riformulazione del contratto .

RECESSO

L’art 1372 c.c. afferma che il contratto ha forza di legge tra le parti e che non può essere sciolto

che per mutuo consenso.

Il recesso è l’azione per cui le parti possono sciogliere i vincolo contrattuale unilateralmente, in

deroga al principio dell’art 1372 c.c. Ad una delle parti è attribuita la facoltà di recedere dal

contratto, tale facoltà può essere esercitata finche il contratto non abbia avuto un principio di

esecuzione. Nei contratti duraturi invece tale facoltà può essere esercitata in qualsiasi momento.

Si ha :

• Il recesso convenzionale: Un tipo di recesso pattuito dalle parti con delle clausole

• Il recesso legale: Deciso dall’ordinamento giuridico, prevista per tutelare il contraente che

ha facoltà di scegliere se recedere o no. (es. art 1671 c.c. “recesso dell’appalto” il

committente può recedere anche se è stata inizta la prestazione. Dovra però indennizzare

l’altra parte circa le spese.

• Recesso del consumatore: Quando vi è un asimmetria di ponderazione tra il

professionista e il consumatore, cioè quando il consumatore non può ponderare ciò che

andrà a d acquistare. Lo si ritrova nelle vendite aggressive, come quello della vendita porta

a porta. Si attribuisce un periodo di riflessione al consumatore che di solito è 15 gg. Non

richiede una giusta causa e può recedere anche s il contratto ha avuto esecuzione.

• CREDITO AL CONSUMO

• E’ un contratto che viene fatto tra professionista e consumatore.

• Si intende qualsiasi forma di credito concesso sottoforma di finanziamento o di dilazione di

un pagamento a favore del consumatore.

• Deve avere forma scritta

• Dispone che il consumatore per avere la proprietà di un bene stipula tale contratto con il

quale si impegna a pagare delle rate.

• Spesso vi è una asimmetria di ponderazione perché spesso il consumatore non sa quali

sono gli interessi che poi dovrà andare a pagare. Tali interessi sono il Tasso Anno


PAGINE

5

PESO

17.67 KB

AUTORE

salvod26

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher salvod26 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istituzioni di Diritto Privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Rende Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istituzioni di diritto privato

Istituzioni di diritto privato - concetti
Appunto
Istituzioni di diritto privato - Domande
Appunto
Istituzioni di diritto privato - le norme giuridiche
Appunto
Istituzioni di diritto privato - definizioni
Appunto