Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Misuratori del VO2:

- metabolimetro a circuito chiuso

- metabolimetro a circuito aperto (sacchi di Duglas o metabolimetri portatili)

Misura della ventilazione viene fatta attraverso la turbina (k misura atti respiratori in entrata ed in

uscita: Vi e Ve). Misurazione FiO2 ed FeO2 viene fatta dagli analizzatori con camera di

miscelamento (k analizza l'aria ogni 30'' o x ogni atto respiratorio)

*ogni 30'' → ottimali x valutare le condizioni in Steady State

* ogni atto respiratorio → ottimali x valutare la cinetica dell'O2 (come varia O2 ad ogni respiro).

NB: il VO2 dipende dalla massa muscolare metabolicamente attiva: ml x Kg(FFM) x min

VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE:

A. TEST MASSIMALI (diretto o indiretto)

B. TEST SUBMASSIMALI (diretto o indiretto)

TEST MASSIMALE DIRETTO

test incrementale k deve portare l'atleta ad esaurimento

– importante controllo condizioni di:

– 1. ambiente (temperatura tra 18° e 20°, umidità 70%)

2. atleta (almeno 8h di sonno, no allenato nei giorni precedenti, post pasto almeno 2h)

3. metabolimetro (calibrazioni turbina, calibrazioni analizzatori, calibrazioni Delay

(permapure = quanto tempo l'aria inspirata impiega a raggiungere gli analizzatori),

accensione metabolimentro almeno 1h prima !!!)

PROTOCOLLO FASI TEST:

1. preparo il soggetto con addosso il metabolimetro

2. misuro VO2 a riposo (basale) per 3'

3. misuro VO2 a carico nullo per 3'

4. esercizio incrementale tra 8' / 12' (fino all'esaurimento atleta)

5. recupero (misurazione x 2' a carico nullo)

6. a fine test faccio i prelievi di lattato a 1' 3' 5' 7' dalla fine

(tra l'1' e i 3' dovrei avere: picco di La) !!!!

Come incremento il carico durante il test?

a) aumento 25 W/s sul cicloergometro

b) aumento 1Km/h alla pendenza dell'1% sul trademill (1% x simulare attrito con l'aria)

Massimo di 12 incrementi di carico, l'incremento del carico lo applico ogni minuto fino

all'esaurimento.

es. tappeto: parto a 10km/h come carico iniziale, incremento di 1km/h ogni minuto

es. bici: parto da 100 W/minuto come carico iniziale, incremento di 25W ogni minuto

Durante test: Fc e O2 aumentano linearmente all'incremento del carico; a fine test: Fc continua ad

aumentare, l'O2 ha raggiunto il plateau.

Protocollo standard (esame):

TEST DI ASTRAND

velocità costante tra 8/12 Km/h

– incremento potenza del 2,5% ogni 2'

TESTI DI BRUCE

incremento velocità e pendenza ogni 3'

– usato su soggetti poco allenati, inizia camminando e finisce di corsa

Il PLATEAU di O2 si verifica quando non ho + aumento dell'O2 quando aumenta l'intensità e la Fc;

si verifica se:

1. calcolo con differenza il consumo di O2 dell'ultimo carico (minuto) con quello del

penultimo carico (minuto) e deve essere minore di 150 ml/min

2. il La post-esercizio sia superiore a 8 mmoli

3. il Q respiratorio negli ultimi minuti di test deve essere superiore a 1.1

4. Fc max raggiunta a fine test deve essere a -5 dalla Fcmax teorica **

**come calcolo Fcmax teorica???????

FORMULA DI TANAKA → 208 – 0,7 x Età

Strumenti x misurare i criteri:

- metabolimetro → x Plateau e Q respiratorio

- cardiofrequenzimetro

- lattacidometro

TEST VO2max

Definizione: massima potenza aerobica, test massimale diretto

• Protocollo: test incrementale

• Materiali: ergometro, metabolimetro, cardiofrequenzimetro, lattacidometro

• Precauzioni/pretest: controllo criteri esaurimento

• Analisi dati: creo curva VO2/T con dati mediata a 30'', calcolo VO2max medio ultimo

• minuto

Dati output: VO2max, Hrmax, carico max

TEST INDIRETTO MASSIMALE

lo faccio quando non ho il metabolimetro

– portare l'atleta all'esaurimento a fine test

– criteri k valuto: Fc e La, Fcmax raggiunta a fine test vs Fcmax teorica

– tempo massimo di lavoro >90'

Come trovo VO2max?

Vedo il carico di lavoro a fine test (V, W, %pendenza) e lo trasformo in VO2max, Come? Tabelle

sul costo energetico (x trademill e cicloergometro)

TEST DI BRUCE

- protocollo k si può fare anche come test massimale indiretto

TEST DI COOPER (12')

Definizione: massima potenza aerobica, test massimale indiretto

• Protocollo: massima distanza percorsa in 12' di corsa

• Utilizzo delle tabelle: distanza percorsa = VO2 corrispondente

Test a carico costante, come verifico se la velocità è costante?

a) app runtastic b) tempo al giro su pista d'atletica

Materiali: cronometro, cardiofrequenzimetro, pista 400mt

• Precauzioni/pretest: controllo velocità costante, HR, criteri esaurimento

• Analisi dati: creo curva FC/T, calcolo VO2max

• (VO2max = 11 x distanza (km) + 2,19)

Output: VO2max, Hrmax, distanza percorsa, velocità media

TEST DI BLAKE (come Cooper ma x 15')

TEST DI LAGER

Definizione: massima potenza aerobica, test massimale indiretto

• Protocollo: test a navetta incrementali, fatto sui 20mt o sui 50mt, aumento del carico di 0,5

• W o Km/h ogni minuto, l'aumento del carico è dato dalla lepre sonora, in base alla velocità

(km/h) raggiunta ad esaurimento; ci sono delle tabelle k riportano il valore del VO2max

corrispondente.

Materiali: cronometro, bindella, coni, cardiofrequenzimetro, lattacidometro

• Precauzioni/pretest: controllo criteri di esaurimento

• Analisi dati: tempo esaurimento, shuttle esaurimento, distanza percorsa, calcolo VO2max

• Output: VO2max, Hrmax

TEST MSFT (Multistage Fitness Test)

Definizione: massima potenza aerobica, test massimale indiretto

• Protocollo: correre a 8,5 km/h, incremento di 0,5 km/h ogni minuto (protocollo simile al

• Lager test)

Materiali: coni, corridoio largo 5 mt, CD audio k regola incrementi velocità, scala di Borg

• (6-20 x tutti, 0-10 x gli atleti)

(nb: miglior test da fare x i cestisti, legato alle mt del campo)

YO-YO TEST

test a navetta + usato nel calcio, sui 20 mt + recupero attivo di 10''

YO-YO INTERMITTENT RECOVERY TEST

Definizione: massima potenza aerobica, test massimale indiretto

• Protocollo: test a navetta incrementale, 10'' di recupero attivo ogni 40mt (2x20mt runs)

• Materiali: cronometro, bindella, coni, cardiofrequenzimetro, lattacidometro

• Precauzioni: controllo criteri d'esaurimento

• Analisi dati: tempo esaurimento, shuttle esaurimento, distanza percorsa, calcolo VO2max

• Output: VO2max, Hrmax

NB: test a navetta (yoyo) e Lager → test + usati negli sport di squadra

TEST MLSS (Maximum Lactate in Steady State

Definizione: test per il metabolismo aerobico – soglia anaerobica

• Protocollo: 5 carichi crescenti 30/40' l'uno, fatto su + giorni (1 carico die), effettuo prelievo

• di La ogni 30'

es. giorno 1 a 180 W + prelievo

giorno 2 a 190W + prelievo ….

Materiali: ergometro, lattacidometro

• Precauzioni/pretest: intensità massima alla quale la concentrazione di La aumenta non + di 1

• mmol/lt negli ultimi 10' di esercizio

Analisi dati: prelievi La ogni 3'

• Dati output: il carico di lavoro k può essere sostenuto con la massima concentrazione, in

• stato stazionario, di La ematico

NB: MLSS → La aumenta e poi rimane costante; è la massima concentrazione di La k l'atleta può

tollerare = carico di lavoro k può essere sostenuto con la massima concentrazione di La tollerabile.

Per essere considerato test MLSS gli ultimi 10' del test il La non deve aumentare + di 1 mmole.

SOGLIA ANAEROBICA = zona di transizione aerobico-anaerobica oltre la quale si verifica

un'accumulo progressivo di lattato ematico (non la produzione di La ma l'accumulo!!!)

SOGLIA ANAEROBICA come posso determinarla ?

1. Lattatemia → lattacidometro

2. Misure ventilatorie → metabolimetro

3. frequenza cardiaca → cardiofrequenzimetro

→ 2 mmoli = soglia aerobica

→ 4 mmoli = soglia anaerobica

TEST DI MADER

Definizione: test per il metabolismo aerobico – soglia anarobica

• Protocollo: 5 carichi decrescenti x 5' l'uno, valutazione La a fine di ogni carico.

• Definire: 1. carico iniziale del test 2. Δcarico

interruzione della prova quando il La è alle 4 mmoli !!!

Materiali: ergometro, lattacidometro, cardiofrequenzimetro

• Precauzioni/pretest: recupero <1' tra i carichi

• Analisi dati: curva La/W(potenza) o La/velocità → trovo qual'è il carico dove ho La a

• 4mmoli (= soglia anaerobica)

Dati output: W o velocità (carico) e HR (Fc) alle 2 – 3 – 4 mmoli/lt

(grafico)

allenati → curva La + a dx VO2max + alto

non allenati → curva La + a sx VO2max + basso

TEST DI WASSERMAN

Definizione: test per il metabolismo aerobico-anaerobico – soglia anaerobica

• (La aumenta = aumento acidosi = aumento CO2 e sistema tampone = aumento ventilazione)

Protocollo: test massimale ad esaurimento, dalla durata di almeno 10'

• Materiali: ergometro, metabolimetro, cardiofrequenzimetro

• Precauzioni/pretest: aumento carichi ogni minuto

• Analisi dati: curva VE/T, VE/VO2, VE/VCO2

• Dati output: W o velocità e HR corrispondente al punto di rottura

(grafico) curva ventilazione, trovo i 2 punti di rottura:

1. soglia ventilatoria compensata, corrispondente alle 2 mmoli

2. soglia ventilatoria non compensata, corrispondente alle 4 mmoli

(grafico)

Vantaggio del test: trovo la s.v compensata e s.v non compensata del singolo atleta.

Svantaggio del test: non è facile trovare i 2 punti di rottura (s.v comp e s.v. Non comp)

Nel test di Wasserman devo guardare 3 curve:

1. ventilazione sul tempo VE/T

2. VE/VO2 sul tempo

3. VE/VCO2 sul tempo

La soglia anaerobica è identificata dove c'è un aumento della curva VE/VO2 senza un

concomitante aumento di VE/VCO2.

Qual'è il parametro che mi può aiutare a trovare le soglie?

(Q) quoziente respiratorio.

TEST DI CONCONI

Definizione: test per il metabolismo aerobico – soglia anaerobica

• Protocollo: test massimale incrementale ad esaurimento (di velocità della corsa), aumento la

• velocità ogni 200 mt (v = spazio / tempo), trovo un valore di Fc ogni 200 mt facendo la

media dei valori di Fc degli ultimi 50 mt.

Fc → grafico FC-carico → ad un certo punto vi è una deflessione = soglia anaerobica

Materiali: pista, cronometro, cardiofrequenzimetro

• Precauzioni/pretest: aumento velocità ogni 200 mt, aumento di non + di 8 bpm ogni 200 mt,

• HR valutata ultimi 50 mt ogni 200 mt.

Analisi dati output: punto deflessione curva HR/velocità

• Dati output: velocità HR corrispondente al punto di rottura

TEST MOGNONI

Definizione: test per il metabolismo aerobico – soglia anaerobica

• Protocollo: correre 6' a 13,5 Km/h (corrisponde alla velocità media di una squadra di calcio

• a 4 mmoli di La), valutazione Lattatemia a fine prova

Materiali: cronometro, trademill, lattacidometro

• Precauzioni: prelievo al termine dell'esercizio

• Analisi dati output: velocità di soglia anaerobica = 0,066 L² – 1,253 L + 17,279

• Dati output: velocità di soglia anaerobica

NB: test + usato sui calciatori, posso farlo sia in laboratorio (trademill) k su campo (lepre e/o GPS)

TEST PER CALCOLO CINETICA CONSUMO O2

a) con carichi sotto soglia → importanza dei fattori centrali come fattori limitanti

b) con carichi sopra soglia → importanza dei fattori periferici come fattori limitanti

→ durata massima test: 6'

Per eseguire il test devo conoscere:

1. VO2max

2. Soglia anaerobica → dove vado ad applicare i 2 carichi: sopra e sotto soglia !! **

- il carico applicato in cui sono sopra soglia: componente lenta, La superiore 4mmoli (non

sono i StedyState!!!)

- il carico applicato in cui sono sotto soglia: sono i Steady State, La deve essere sotto

4mmoli a fine test;

ONSET del consumo di O2 (vo2) → quando sono sotto soglia anaerobica; si verificano 2

fasi di adattamento del consumo di O2; poi raggiungo lo Stato Stazionario.

Onset → 1a fase di adattamento dipende da una fase vascolare, 2a fase di adattamento

dipenda da una fase muscolare → test x valutare la rapidità del verificarsi delle 2 fasi

(test preliminari necessari: VO2max, soglia anaerobica). Test serve x verificare quanto

velocemente il consumo di O2 del mio atleta si adatta al carico prima di arrivare allo

SteadyState.

COMPONENTE LENTA = di quanto si alza il consumo di O2 rispetto allo stato stazionario.

TAU o MRT = costante di tempo = tempo necessario a raggiungere il 63% dello SS → tempo di

risposta medio; + è rapido meglio è; xk? ho meno consumi.

Test x trovare TAU: metabolimetro → trovare TAU è utile xk mi trova uno dei fattori limitanti della

prestazione aerobica; se TAU diminuisce vuol dire k l'atleta ha – consumi.

TEST ONSET VO2

Definizione: test per metabolismo aerobico – cinetica O2

• Protocollo: 6' 50% VO2max

• Materiali: metabolimetro

• Precauzioni/pretest: VO2max, soglia anaerobica

• Analisi dati: costante di tempo (TAU o MRT), tempo necessario a raggiungere il 63% dello

• SS

Dati output: costante di tempo (TAU o MRT)

TEST COMPONENTE LENTA

Definizione: test per metabolismo aerobico – cinetica O2

• Protocollo: 6' 90% VO2max, SS lo raggiungo dopo 3' → la componente lenta la calcolo con

• ΔconsumoO2 tra 3° e 6° minuto (differenza tra O2)

Materiali: metabolimetro

• Precauzioni/pretest: VO2max, soglia anaerobica

• Analisi dati: ΔVO2 tra 3° e 6° minuto

• Dati output: consumo di O2 ml/min

La componente lenta dipende da:

1. temperatura corporea

2. costo energetico del lavoro

3. accumulo La ematico

4. livello catecolamine

5. reclutamento a scossa rapida

6. cambiamento del Ph

7. lavoro m accessori

Se componente lenta aumenta = poca efficienza = aumento il costo energetico:

l'incremento di VO2 dovuto alla componente lenta fa aumentare il costo energetico dell'esercizio.

La componente lenta è una caratteristica soggettiva ed allenabile.

TEST COSTO ENERGETICO o RENDIMENTO

(test rettangolare, intensità sotto alla soglia anaerobica, con carico di tipo: esterno)

Definizione: test per metabolismo aerobico

• Protocollo: 6' al 50% VO2max

• Materiali: metabolimetro (tipo: mix in chander)

• Precauzioni/pretest: VO2max, soglia anaerobica

• Analisi dati: VO2 medio tra 3° e 6° minuto

• Dati output: CE (mlO2/Kg/mt) o rendimento (%)

→ costo energetico: lo faccio sui podisti

→ rendimento: lo faccio sui ciclisti (mlO2 x Kg x mt)

COSTO ENERGETICO = quantità di energia spesa x effettuare un dato compito o/e quantità di

energia spesa x unità di distanza.

A fine test il La come sarà? Sotto 4 mmoli.

NB: Nella corsa la quantità di energia necessaria x trasportare il proprio corpo x un'unità di distanza

è indipendente dalla velocità;

il rapporto VO2 e velocità è costante !!! (anche se il VO2 aumenta)

Il test x il costo energetico viene effettuato al 50% del VO2max ma può essere effettuato anche al

65% del VO2max.

NB: il costo energetico nella corsa può cambiare se cambio il pattern motorio (es. corro in salita).

COSTO ENERGETICO

G EC = Costo energetico Lordo (VO2ss/Kg) / velocità

N EC = Costo energetico Netto (VO2ss/Kg – VO2b(basale)) / velocità

RENDIMENTO

Potenza meccanica (W) o Lavoro / Potenza metabolica o energia = %

(+ la % è alta meglio è)

G EF = Rendimento Lordo W/VO2ss

N EF = Rendimento Netto W/VO2ss – VO2b (basale)

W EF = work efficency W/VO2sec – VO2ci(vo2 a carico nullo)

D EF = Δefficency → sottopongo atleta a 2 carichi W – W1/VO22 – VO21

TEST RSA (Repeat Sprint Ability)

Definizione: test per metabolismo aerobico-anaerobico alternato (x gli sport di squadra)

• obbiettivo: mantenere i livelli di performance sempre elevati

Protocollo: 10 x 20 mt con 20'' di pausa, variabili sport-specifiche: n° sprint, lunghezza

• sprint, tempo di recupero tra gli sprint (tabelle sport-specifiche)

velocità degli sprint? La massima ! (standard: 20 km/h x considerarlo uno sprint).

Vi è diversità nelle variabili RSA legati al differente tipo di superficie (terra,erba..)

Dati k posso raccogliere durante il test?

1. tempo degli sprint

2. Fc (la valuto nel recupero)

3. La a fine test, prelievo a: 3' – 5' – 7' – 9' dalla fine dell'esercizio.

Registrerò il miglior tempo dello sprint tra il 1° e il 2° sprint.

Materiali: cronometro, fotocellule (2: una all'inizio e una alla fine, h bacino), lattacidometro

• Precauzioni/pretest: lattatemia post-esercizio

• Analisi dati: TST, BST, % decremento

• Dati output: TST, LAT

• Calcolo la % di decremento della prestazione, conosco: BST (best sprint time), TST (total

sprint time), N° sprint

%decremento = 100 – (100 x (BST x n / TST))

Con RSA test valuto atleta sulle capacità di:

1. sviluppare elevate potenze muscolari = meccanismo anaerobico alattacido

2. recuperare rapidamente = meccanismo anaerobico lattacido

3. eseguire a breve distanza di tempo prestazioni di pari entità = meccanismo aerobico

NB: valori La a fine test: sopra 10 mmoli !!!!!

RSA x il calcio: sprint 20 mt con cambi di direzione → è + sport-specifico.

TEST PER VALUTARE L'AGILITA'

T-TEST

Definizione: test per misurare l'agilità

• Protocollo: il soggetto parte dal cono A e con uno sprint lineare raggiunge il cono B; con

• uno scivolamento laterale raggiunge prima il cono C dopo il cono D ed infine ritorna al cono

B. L'ultimo tratto prevede una corsa indietro fino al cono A.

Materiali: cronometro, fotocellule, coni

• Precauzioni/pretest: l'atleta non può incrociare i piedi durante lo scivolamento laterale

• Analisi dati output: prova migliore di 3

• Dato output: Tempo (T)

AGILITA' = abilità di cambiare la posizione e la direzione del corpo velocemente.

→ Rugby: L-run (protocollo vedi slide)

→ Calcio: T-test

→ 5-0-5 Agility Test (ProAgility): 3 prove + recuperi completi (2'/3') x permettere all'atleta di dare

sempre il massimo

→ Test di agilità x Basket

TEST PER VALUTARE LA COMPOSIZIONE CORPOREA

TEST COMPOSIZIONE CORPOREA

Definizione: valutazione della % FM

• Protocollo: plicometria (punti di repere 3 o 5 …)

• Materiali: plicometro, metro da sarta

• Precauzioni/pretest: identificazione corretti siti di repre (Jackson e Pollock)

• Analisi dati: body density (densità corporea), da cui estrapolo la %FM

• Dati output: % FM

Gold standard x calcolare %BF → pesata idrostatica (o la pletismografia ad aria), tecnica bi-

compartimentale (età, sesso, h(mt)): ottengo Densità corporea, poi con formula di Siri o Brozek

ottengo % BF.

Tecnica da campo + usata sugli atelti: Plicometria → rilievo spessore e % grasso sottocutaneo (in

mm). Plicometro con pressione standard di: 10 / 12 g/mm².

Formule di Jackson e Pollock → densità corporea → %FM

Formula YMCA: a 3 punti di repere a 4 punti di repere


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

19

PESO

34.36 KB

PUBBLICATO

10 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie e dello sport (Facoltà di Medicina e Chirurgia di Roma e di Scienze della Formazione di Milano) (MILANO)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher micheladelucca di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Valutazione funzionale dello sportivo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cattolica del Sacro Cuore - Milano Unicatt o del prof Galvani Christel.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze motorie e dello sport (facoltà di medicina e chirurgia di roma e di scienze della formazione di milano) (milano)

Riassunto esame Teoria e Metodologia del Movimento Umano, prof. Casolo, libro consigliato Lineamenti di Teoria e Metodologia del Movimento Umano
Appunto
Riassunto esame Pedagogia, prof. Mari, libro consigliato Razionalità Metafisica e Pensare Pedagogico
Appunto
Pedagogia appunti primo semestre
Appunto
Riassunto esame pedagogia, prof. Mari, libro consigliato Pedagogia alla prova della virtù, autore Giuseppe Mari
Appunto