Che materia stai cercando?

Appunti sociologia del diritto Appunti scolastici Premium

Appunti inerenti l'esame di Sociologia del diritto del prof. Marconi riguardanti La città medievale, La paura del sopranaturale, La città e la sicurezza, Uno strumento di protezione, Il disorientamento dell’aggressore, La casa difesa, Il tempo, Solidarietà e cooperazione e altro ancora.

Esame di Sociologia del diritto docente Prof. P. Marconi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Permane la distinzione tra notte e giorno. Il tempo svolge ruolo di garanzia e regolazione

dell’ordine. Il grande contenitore di classi pericolose è la fabbrica. La disciplina di

fabbrica svolge una funzione di ordine.

Non esiste un sistema egualitario di scolarità pubblica.

8. Regole e apparati

Centralizzazione delle istituzioni deputate alla sicurezza e unificazione dei sistemi

penali. Un contesto sociale fatto di grande mobilità impone all’Europa continentale la

costituzione di istituzioni di polizia centralizzate e specializzate nell’osservazione

prevenzione della devianza. La società dell’impresa si afferma l pari passo con

l’affermarsi di una cultura giuridica fondata sulla razionalità della norma. (logica di

unificazione) unificazione del diritto penale.

La legislazione penale premoderna fondata sulla tutela di 4 valori:

• Vita

• Patrimonio

• L’autorità sovrana

• Sacro e credenza collettiva

Nella società industriale i valori della vita e tutela del patrimonio rimangono centrali.

L’attentato al sovrano assume caratteristiche nuove: la punizione secondo il numero di

persone che hanno messo in atto il comportamento delittuoso. La tutela del scaro si

attenuta nella società industriale.

Con l’avvento dello stato nazione – crescono i delitti che si configurano con la lesione

delle identità nazionali.

Unicità delle politiche penali, definizione centralizzata di esse, il principio

dell’indipendenza della magistratura.

9. Rischio e benessere

La politica di welfare corregge gli aspetti più stringenti della separazione urbana. Diritto

alla casa (l’espansione di vetri, il terrazzo, la struttura aperta e elastica). la spinta

egualitaria dello Stato di benessere. Dalla vacanza di elite alla vacanza di massa,

industria turistica. Welfare come terapia alle vocazioni criminali.

10. Il processo di integrazione

Il simbolo della città industriale – “triplice recinto druidico” . Un elemento della società

industriale, pur divisa, in spazi sociali differenziati, sta nel produrre integrazione, nel

rassicurare, nel fornire fiducia sulla percorribilità di un itinerario.

Capitolo 3

La città imprevedibile

1. Paure e densità urbana

Società moderna - paura assume connotati secolari. Paura dell’uomo associato, del

gruppo, della società, dell’antagonismo dei bisogni.

2. La divisione degli spazzi

La città si articola in zone in conseguenza di:

• Reddito

• Culture e etnie

• Pregiudizio

• Protezione del copro urbano da contagi biologici e socio morali

• Separazione funzionale

3. La popolazione fluttuante

• I lavoratori pendolari

• La clientela della rete distributiva di qualità e di eccellenza

• L’accesso alle funzioni direzionali

4. Picchi di congestione

• la fiera e mercato

• il turismo

• divertimenti e sport di massa

5. tempo, industria, città

• l’orario di lavoro e l’orario di fabbrica

• l’orario di studio e di istruzione

• il consumo di beni

• la localizzazione dei servizi

la densità della città industriale è dotato di una razionalità e prevedibilità

6. lavoro part time, città full time

società contemporanea - nuovo modo di lavorare, lavoro autonomo, lavoro

decentrato senza il luogo fisso, lavoro mobile. La popolazione variabile.

Innalzamento delle aspettative di vita.

7. La dissacrazione del tempo

Rappresentazione pluralistica del tempo, i punti di riferimento vengono a mancare .

al calendario si sostituiscono i calendari.

8. Consumo e popolazione

• La rivoluzione della distribuzione dei beni – rete commerciale tende a

razionalizzarsi

• Nuova concezione della produzione di cultura

Società industriale: Divertimento di massa - pianificazione dello spazio e del

tempo

Società postindustriale:

la cultura non è più distribuita da un centro produttore

 variano velocemente gli spazi e i luoghi della produzione e consumo

 culturale

nascono sempre nuovi luoghi della produzione e consumo di cultura

 innovazione dei criteri di gusto

9. la destinazione degli spazi urbani

crisi del principio di programmazione.

Città industriale: separazione delle funzioni. Città postindustriale: confusione di

funzioni, non è possibile una pianificazione dall’alto. La produzione, la creazione di

ricchezza assumono dimensioni immateriali, prodotti virtuali, il bene informatico

10. conflitti d’uso

conflitti relativi all’uso dello spazio e del tempo della città

lo spazio diventa terra di nessuno, una zona di confine, suscita sospetto,

inquietudine, paura. Gli spazi disorientano il residente.

Capitolo 4

L’immigrazione

1. Multiculturalismo come fatto e come valore

2. Esodi endoculturali

3. Immigrazione funzionale Modello fordiano – immigrazione per facilitare

occupazione

4. Le immigrazioni conflittuali

Criminalità degli stranieri, criminalità di seconda generazione, migrazione pauperistica

5. Fede e istituzioni

Gerarchia dello sviluppo coincide con la geografia della liberta religiosa

6. Percezioni del diverso

Nella società industriali le elite vedevano nell’afflusso degli immigrati una conferma

delle bontà delle proprie istituzioni. Società moderna la vede come equilibrio

economico-normativo difettoso

Atteggiamento verso l’estraneo nella fase dell’espansione della società industriale:

• Paura per la conservazione del lavoro

• Paure per lavoro sotto retribuito

• Rischio per la salute pubblica

• Inquietudini di tipo morale

Questo è dovuto dal:

• Ciclo economico e la crisi

• La nascita degli Stati nazione

Movimenti xenofobi, timore della concorrenza dovuto alla crisi di forme tradizionali

del lavoro

7. Paure istituzionali

• La paura dell’disordine pubblico

• La paura della delegittimazione

• La paura della fuoruscita dal sistema dei liberi scambi

• Le paure della scorrettezza politica

• La paura di ostacolare il processo di globalizzazione

La crescita di timori produce una iperproduzione di regole

Le paure istituzionali : forti campagne di colpevolizzazione delle paure nei confronti

dello straniero (legge penale, censura etico - politica)

La comunicazione istituzionale antirazzista finisce per essere delegittimata

8. L’accoglienza tra welfare e mercato

Problema di migrazione ha impatti di tipo fiscale e ridistributivo.

9. Un diritto duttile

Dibatti sull’introduzione dei diritti personali

La burocratizzazione della vita (Weber)

10. Diritti delle cose, diritte delle persone

Ricco sistema dei diritti della globalizzazione riguarda le merci ma non affronta il

problema degli uomini. Nella società postindustriale della globalizzazione la

circolazione del lavoro umano gode di garanzie inferiori a quelle attribuite alla

circolazione delle merci.

Il progetto di una cittadina universale. Ma questo comporterebbe:

• Ritorno al collettivismo burocratico/egualitario

• Crollo di tutti i sistemi di welfare

Il tema della cittadinanza universale andrebbe rivisitato identificando uno spazio

universale del lavoro Capitolo 5

La città insicura

1. Deperimento dei delitti, crescita degli alarmi

Crescente ansia per la criminalità nonostante deperimento di alcune forme di criminalità.

Gli alarmi istituzionali invece sono apparsi deboli. Le paure agiscono fuori dalla

piramide istituzionale.( il fenomeno si manifesta in presenza di crimini particolarmente

odioso). Alcuni studiosi: vedono in esso l’espressione di tendenza conservatrici presenti

in strati sociali deprivati dalle risorse.

La politicizzazione della pena e le campagne orientate ad aggravare/allargare la

penalizzazione di alcuni comportamenti

Bauman e la genesi di nuovi alarmi: responsabilità delle istituzioni pubbliche,

disposizione ineleggibile delle elite politiche a spostare e localizzare le cause di ansie più


PAGINE

14

PESO

85.76 KB

AUTORE

nadia_87

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in sociologia
SSD:
Docente: Marconi Pio
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nadia_87 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia del diritto e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Marconi Pio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in sociologia

Riassunto esame Sociologia dell'Organizzazione, prof. Nocifera, libro consigliato Storia del Pensiero Organizzativo, Bonazzi
Appunto
Riassunto esame sociologia generale, prof. Losito, libro consigliato Corso di sociologia, Bagnasco, Cavalli, Barbagli
Appunto
Sociologia generale - Giddens
Appunto
Riassunto esame sociologia della famiglia, prof.ssa. Censi, libro consigliato Famiglia e sociologia, Censi
Appunto