Che materia stai cercando?

Appunti psicologia cognitiva

Descrizione accurata e dettagliata circa l'argomento della psicologia cognitiva spiegata dal professor Massimo Fagioli all'università di Chieti nell'anno 2012/2013.
E' un insieme di appunti presi dalle sue conferenze, lezioni, wikipedia, libri di testo, dunque è tutto molto accurato e completo a vostra disposizione.
Spero soddisfi le vostra richieste.

Esame di Psicologia cognitiva e della percezione docente Prof. M. Fagioli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

-Corso di psicologia-

La psicologia cognitiva

-La storia

.Piaget

Jean Piaget ( Neuchatel, 9 agosto 1890 - Ginevra, 16 settembre 1980) fu il

fondatore di questo studio sperimentale delle strutture e dei processi di

cognizione legati alla costruzione della conoscenza nel corso della sua

evoluzione, ossia, il fondatore dell'epistemologia genetica (la psicologia

cognitiva nasce verso la fine degli anni cinquanta).

.La teoria di Piaget sullo sviluppo cognitivo

Lui mostrò innanzitutto:

-La 'differenza qualitativa' tra i modi di pensare dei bambini e i modi di

pensare degli adulti;

-La relazione tra la capacità cognitiva (e quindi l'intelligenza) e la capacità

di adattamento all'ambiente fisico e sociale: ciò che porta l'individuo nel

formare strutture mentali sempre più complesse e organizzate lungo lo

sviluppo cognitivo è il fattore 'd'equilibrio'-->lo sviluppo ha perciò

un'origine individuale, ma il suo accrescimento può dipendere da fattori

esterni (ma non ne sono la causa, per come diceva lui).

Secondo Piaget, l'assimilzione (l'acconsentimento da parte del cervello di

incorporare un evento o un oggetto in uno schema comportamentale o

cognitivo già acquisito.Ad esempio, un soggetto utilizza un oggeto per

effettuare un'attività già conosciuta dalla sua 'lista di movimenti' nel

cervello) e l'accomodamento (che consisite nell'accrescimento delle sue

capacità cognitive o dello schema comportamentale per accogliere

mentalmente nuovi eventi o eggetti sconosciuti fino a quel momento) sono

i 2 processi fondamentali che accompagnano e caratterizzano lo sviluppo

cognitivo della persona.

.Gli stadi dello sviluppo cognitivo secondo Piaget

Nei suoi studi, Piaget afferma che durante corso della vita vi erano

momenti dove prevaleva l'accomodamento, altri momenti dove prevaleva

l'assimilazione e altri ancora di relativo equilibrio. Inoltre notò differenze

nel modo in cui degli individui di età maggiore si approcciavano al mondo

esterno, a confronto di come lo facevano i più piccoli. Con questo sviluppò

una differenziazione degli stadi di sviluppo cognitivo costituiti da 4 periodi

fondamentali che accomunano tutti gli individui (e che procedeno sempre

nello stesso ordine):

Stadio senso-motorio, dagli 0 ai 2 anni

-Reazioni riflesse (primo mese): il bambino agisce secondo schemi motori

innati;

-Reazioni circolari primarie (stadio dei primi adattamenti acquisiti, tra il

secondo e il quarto meso): il bamino sviluppa la capacità di ripetizione

delle azioni a lui gradevoli;

-Reazioni circolari secondarie (stadio del comportamento intenzionale, tra

il quarto e l'ottavo mese): il bambino, volendo dirigere i suoi

comportamenti verso l'esterno, cerca di muovere e afferrare oggetti

osservando ciò che accade di seguito. Un'importante sviluooa da parte del

bambino, in questo sottostadio, è la coordinazione della visione con la

prensione;

-Reazioni circolari differite (stadio delle ricerca dell'oggetto, dall'ottavo al

dodicesimo mese): si sviluppa nella memoria la capacità senso-motoria, il

bambino impara quindi dalle sue azioni riuscendo ad anticipare il risultato

di quest'ultime. Ad esempio, dopo aver compiuto un'azione su un oggeto,

riprende dopo essersi interrotto, In questo stadio il bambino inizia ad

acquisisce la comprensione di permanenza dell'oggetto a livello visivo

(mentre prima se l'oggetto non lo vedeva più, per lui non esisteva più,

adesso inizia a percepire meglio la realtà che lo circonda provando a

cercarlo, ma senza ancora riuscire a ricostruire il suo spostamento);


PAGINE

5

PESO

54.87 KB

AUTORE

davek73

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze psicologiche applicate
SSD:
Università: L'Aquila - Univaq
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher davek73 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia cognitiva e della percezione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università L'Aquila - Univaq o del prof Fagioli Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze psicologiche applicate

Domande Simulazione Esame di Statistica e Psicometria
Esercitazione
Domande di Statistica e Psicometria
Esercitazione
Riassunto esame Filosofia della scienza, prof. Cataldi, libro consigliato Scienza e Filosofia, Popper
Appunto
Tesina esame Prof. Di Gregorio, John Stuart Mill - L'Asservimento delle Donne
Appunto