Che materia stai cercando?

Appunti esame prof. Fabiano da Montesquieu a Ferguson

Appunti di storia del pensiero sociologico - da Montesquieu a Ferguson - basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Fabiano dell’università degli Studi La Sapienza - Uniroma1, facoltà di Sociologia, Corso di laurea in sociologia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Storia del pensiero sociologico docente Prof. M. Fabiano

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Sistematicità equilibrata e progresso razionale

Durante l’illuminismo in Francia viene posta la necessità di un modello di “uomo razionale”

per progettare una società orientata al progresso, per fare questo si indagano le relazioni

che sussistono fra l’uomo e la natura, considerandone le componenti fisiologiche e fisiche,

in pratica si cerca di costruire un nuova science de l’homme, le opere l’uomo macchina e

l’uomo pianta di La Mettrie si inseriscono in questo settore di studi.

La Mettrie (1709-1751)

La Mettrie riteneva che per indagare le problematiche che riguardavano l’uomo fosse

necessario utilizzare il metodo empirico, che avrebbe permesso di scoprire che l’uomo era

un animale superiore rispetto agli altri animali, perché nell’uomo esisteva un

organizzazione sofisticata della materia presente nel cervello umano.

Ne derivava che l’anima non esisteva e di conseguenza neanche Dio, a suo giudizio

esisteva solo la materia e questa bisognava indagare per comprendere l’essere umano,

l’uomo, essendo materiale, poteva desiderare solo il piacere dei sensi, poiché essi

l’avrebbero potuto rendere felice, ogni virtù declamata nel passato era solo un’illusione,

l’unica vera virtù era la passione d’amore.

Etienne Bonnot De Condillac (1714-1780)

Al fianco di La Mettrie si inserisce De Condillac che parte da posizioni psicologiche,

secondo cui i sensi forniscono conoscenza intuitiva della realtà, studierà anche come si

crea i linguaggio, collegando le sensazioni.

Ritiene però necessario studiare i sensi uno alla volta, il loro sviluppo, il modo in cui si

connettono e completano costruendo un sistema complesso.

Paul D’Holbach (1723-1789)

Un altro intellettuale che si occupa del sistema è Paul D’Holbach, collaboratore

dell’enciclopedia, pone l’uomo razionale al centro della sua concezione della natura, a suo

giudizio la religione si allea con l’assolutismo politico per controllare popolo e cultura e la

creazione di un Dio malvagio rende i sudditi di un paese schiavi e infelici, per questo

sostiene la necessità di un rinnovamento morale e politico.

Nel nuovo sistema vi deve essere un’educazione pubblica e piena libertà di stampa e di

pensiero (Spinoza), i militari sono ammessi solo in caso di guerra difensiva, il conflitto

sociale nasce perché i vari gruppi di cui è costituita la società non conoscono i loro

interessi, solo attuando una piena consapevolezza del ruolo che si riveste nella società

sarà possibile armonizzarla.

D’Holbach è contrario alla tortura, ma sostiene la pena di morte per gli omicidi efferati,

poiché a suo giudizio non esiste la libera volontà degli uomini, considera i delinquenti

come malati (Parsons), in alcuni casi incurabili, quindi pericolosi come gli animali, che si

devono abbattere ed eliminare, poiché potrebbero diventare fonte di contagio.

È favorevole alla costruzione di fabbriche statali per la diminuzione di povertà e

disoccupazione, rivendica la parità dei sessi ed è favorevole al diritto di divorzio, inoltre è

convinto che se si insegnasse fin da piccoli la storia naturale, si capirebbe l’affinità

dell’uomo con gli animali e l’uomo sarebbe educato ad una maggiore mitezza verso questi

ultimi consapevole che chi si scaglia contro gli animali potrà scagliarsi anche contro gli u

L’Illuminismo Inglese e Scozzese

L’illuminismo inglese si interessa soprattutto del problema morale e religioso, nella

seconda metà del ‘700 il centro dell’illuminismo si sposta nella Scozia di David Hume e di

altri autori, spesso in polemica con il suo pensiero.

Mandeville: vizi e virtù della nuova società

Bernard de Mandeville (1670-1783) cercò di condensare nelle sue opere lo studio delle

passioni umane con l’analisi dei comportamenti sociali.

Secondo Mandeville sono le passioni ad orientare le azioni degli uomini e fra queste

prevalgono l’amore di se (self-love) e l’amor proprio (self-liking), in cui si manifestano:

- Nel self-love l’istinto di autoconservazione.

- Nel self-liking il desiderio innato che l’uomo ha di essere considerato uomo di

valore, in modo da essere apprezzato dagli altri, l’amor proprio (self-liking) spinge gli

uomini vero l’associazione fin dallo stato di natura.

Secondo Mandeville, l’egoismo umano è utile alla società, in quanto guida le azioni

economiche, sono le relazioni che hanno gli uomini con le cose materiali che possono

soddisfare i bisogni egoistici e non le relazioni fra gli uomini a determinare il tipo di società.

Nella sua concezione diventa compito del governo politico fare in modo che l’interesse

egoistico sia connesso al fine pubblico, rendendo sicuri alcuni diritti fondamentali come la

proprietà privata.

Mandeville è uno dei primi studiosi delle conseguenze non intenzionali delle azioni,

questa sua visione preannuncia la mano invisibile di Adam Smith.

David Hume (1711-1776)

David Hume è uno dei pensatori scozzesi più rilevanti, nel corso della sua formazione è

influenzato soprattutto dagli antichi, in particolare da Cicerone.

Il suo progetto è quello di fondare un nuovo modo di studiare l’uomo, applicando i metodi

delle scienze naturali, in modo da capire quali siano le estensioni possibili della

conoscenza umana.

La matematica, la filosofia naturale, la religione naturale, secondo Hume dipendono dalla

scienza dell’uomo, poiché vengono giudicate proprio dagli uomini, mediante le loro facoltà.

L’uomo è il centro di tutte le cose, anche per se stesso, e la scienza dell’uomo lo diventa

per le altre scienze e per il loro sviluppo.

Hume ispirandosi al metodo Newtoniano e alle ricerche di Locke, tenta di applicare il

metodo sperimentale allo studio della natura umana, che lui ritiene si componga di

sentimento e istinto più che di ragione.

Per Hume la scienza dell’uomo è indagata a partire dalle percezioni, unico contenuto della

nostra conoscenza, le distingue in due classi:

- IMPRESSIONI, che si presentano con maggior forza e si dividono a loro volta in:

SENSAZIONI – EMOZIONI e PASSIONI.

- IDEE, che derivano dalle IMPRESSIONI.

Solo attraverso le IMPRESSIONI possiamo spiegare la realtà.

Per Hume la società è patrimonio culturale degli esseri umani e questi si rendono conto

che l’associazione è l’unico modo di stabilizzare la proprietà, infatti l‘uomo da un lato

conosce solo il suo interesse egoistico, dall’altro diviene cosciente che i beni che egli ha

possono essergli tolti con violenza, così come può impadronirsi dei beni degli altri allo

stesso modo.

Quando l’uomo scopre che la società può accrescere il godimento dei beni, l’egoismo

naturale non scompare, ma trova logicamente una più elevata soddisfazione nell’insieme

di un contesto comune, capace di garantire la proprietà, questa garanzia fa sì che si crei la

giustizia.

Per Hume è la proprietà l’elemento che permette la stabilizzazione delle relazioni, ma

perché la proprietà e la giustizia abbiano valore agli occhi dell’essere umano, devono

seguire certe regole che possano soddisfarne l’egoismo, una delle quali è quella di

consentire gli scambi, inoltre nella società vale il rispetto della parola data.


PAGINE

9

PESO

20.65 KB

PUBBLICATO

9 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in sociologia
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Cristianabusatti di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del pensiero sociologico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Fabiano Mauro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia del pensiero sociologico

Schemi storia del pensiero
Appunto
Appunto esame Storia del pensiero sociologico
Appunto
Appunti da Machiavelli a Vauban, esame prof Fabiano
Appunto
Appunti esame prof. Fabiano da Quetelet a Spencer
Appunto