Che materia stai cercando?

Appunti di Regia Pubblicitaria

Appunti di Regia pubblicitaria basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Balduzzi dell’università degli Studi Libera Università di Lingue e Comunicazione - Iulm, Facoltà Comunicazione relazioni pubbliche e pubblicità. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Regia pubblicitaria docente Prof. L. Balduzzi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

-Casting : sviluppo dei personaggi, che tipo di facce e recitazione hanno,

che tipo di personaggio abbiamo in mente ( bastano delle foto con le facce

che immaginiamo)

-Cercare di raccontare scena per scena il film mediante reference statiche

come fotografie.

-Fotografia (un film di references che tipo di apporoccio vogliamo avere,

quale colore ) : ricerca iconografica sia di immagini che di references

-Costumi e Scenografia

-Soundmix : una via di mezzo

15 Novembre 2016

Consegna trattamento + visione di alcuni brand content : discover Brian's

spicy secret

16 Novembre 2016

Case History K48 > Selezione di lavori del regista : cura molto l'aspetto

fotografico, tratta film a vignette dove non c'è una vera e propria

recitazione, gli attori sono tenuti a esprimere le loro emozioni. E' piaciuto

questo suo modo di rendere emozionali delle scene quotidiane di tutti i

giorni. Sulla base dei film visti, il regista è piaciuto ed è stato chiesto a

quest'ultimo di fare il trattamento. Nelle fasi di gara il trattamento è molto

importante : una volta che la casa di produzione presenta tre diversi tipi di

registi. Il trattamento non è altro che l'interpretazione del regista dallo script

che riceve. Posso raccontare il film con due linguaggi di camera: tenere la

macchina fissa ( tutto quello che succederà non avremo la sensazione di

vedere dei tagli nel film ) oppure la seconda opzione era di far ruotare la

macchina da presa intorno il vasetto di Nutella in modo da sfruttare il

design dell'oggetto. Quando parliamo di fotografia intendiamo sia il mood

di luce che il camera work ( il lavoro che fa la macchina d.p ) . E'

importante trovare dei riferimenti (frame)adatti per lo spot.

Cos'è un preventivo di produzione?

Cliente, prodotto, durata del film

Direttore della fotografia: decide il suo reparto ( camera e luci ) > potrebbe

avvalersi di un operatore.

Tecnico VTR : gestisce sul monitor quello che abbiamo sul set.

Nel preventivo standard ci sono tutte le voci, ma ogni casa di produzione

ne ha uno a seconda delle esigenze.

Reparti artistici: scenografia, styling, trucco

Location : noleggio

Reparto scenografia : di solito le location non vanno bene ne alla casa di

produzione ne al regista, e quindi il scenografo deve provvedere alla

location. Fa di proposte di mood e di arredamento per quella determinata

sala e una volta approvate dal regista la casa viene smontata e riarredata. Lo

scenografo deve sapere anche del budget a disposizione per la location e

per vestire i nostri attori.

I registi lavorano con le proprie squadre, è lui a decidere con chi vuole

collaborare. Non lavora solo con una sola figura, ne ha diverse.

Successivamente mandata la richiesta di casting, si ricerca la location.

Nel PPM si rivede lo script, si fa vedere lo *shooting board ( sequenza di

inquadrature disegnate, come il regista decide i vari punti macchina del film

e delle inquadrature) , si presenta la location, il casting, scenografia, styling,

prodotto, spk ( voci ), timing.

*Shooting Board: film descritto e disegnato passo passo, partendo

ovviamente dallo script. Lo shooting serve a far capire al cliente come il

regista intende trasformare lo script, ed è anche un'arma per la casa di

produzione, per far si che il cliente sul set non chieda inquadrature diverse

o che vada a stravolgere quello che viene deciso in riunione. Il cliente può

dire qualsiasi cosa immagginandosi il suo spot.

Tentative Timing : prova costumi che dovrà essere approvata dal cliente,

shooting milano, presentazione all'agenzia, approvazione del montaggio,

online ( impacchettamento del film), approvazione online.

Esempio Preventivo di Produzione

Cliente : Ferrero

Prodotto: Nutella

N e durata film 1x20

Titolo film: Lampada

Job Reference

Agenzia : Publiregia

Ex producer : Lorenzo Damiani

Producer

Regia: TBO

Fotografia: TBO

Luogo e Durata delle Riprese

Pre-Light

Traferimento

Supporto

Teatro

Location

Data del prev.

Specifiche del preventivo

Casting, Compenso attori, Convocazione speaker / doppiatori, Esectuvi per

super, spese di trasferta attori ecc

Diritto di utilizzo : Rai , Mediaset, Cinema , New Media

23 / 11 / 2016

Harvey Nichols

Richiesta conoscenza dell'epoca per avere spunti narrativi importanti

Due tipologie di costume: una istituzionale ( cena ) e una di creazione

artistica ( i tre costumi che dovevano rappresentare i tre gusti del

cioccolatino mon chery )

Target dai 30 ai 60 anni e un cioccolatino elegante sia nella vendita che nel

packaging.

Tavoletta colori cromie legati alla Scenografia.

Le immagini del mood sono molto importanti per la vendita del prodotto.

Nello spot si fa un viaggio sensoriale dei tre gusti del cioccolatino.

Problem / Solving come se fosse una nostra caratteristica di vita nel lavoro

pubblicitario: bisogna pensare a dei costumi realizzabili in poco tempo.

Gruppo creativo : rapportarsi con il regista e poi da li scatta la ricerca dei

costumi per lo spot.

Agenzia casa di produzione e regista c'è il pre ppm si cambiano le cose che

si devono modificare e poi vi è il meeting ufficiale in cui si incontra il

cliente dove può obiettare sulle nostre idee: può succedere che

abbiamo24h di tempo per rifare il lavoro.

Spot IKEA: categoria di lavori istituzionali. Uno dei lavori più complicati,

uno perché i costumi sono gusti soggettivi, e poi rappresentare la realtà non

è così semplice. Il costume è spesso a giudizio del regista, oltre che per il

cliente e l'agenzia. Lo spot IKEA cerca di rappresentare la realtà di tutti i

giorni. Lavori istituzionali : ricerca per il prodotto e il tuo gusto.

Riguardo la scenografia, gli spot ikea dove sono stati girati? In uno studio di

posa, 9 ambienti di cui 5 ricostruiti da zero in teatro di posa ( era comodo

soprattutto nei cambi di scena ) mentre tre della scena in alcuni

appartamenti della location.

Spot SkySPORT: Futurista. Anche lo styiling calcolato secondo quanto

richiesto dal regista.

Quanto l'organizzazione del budget pesa a livello creativo?

Relativamente.La produzione può pesare su quello che è l'aspetto creativo

sul budget: se abbiamo un budget di 10 mila euro dobbiamo progettare un

costume che rientri nel budget, non creare un costume di 5 mila euro. Tra

costume e scenografia si stabiliscono numerose corrispondenze basate su

toni, colori e volumi. Inoltre esso contribuisce in modo determinante a

creare l’atmosfera drammatica in cui si svolge l’azione.

Nel casting di k48 TRAM STORIES : il controllore pelato e l'autista del tram

sono due attori. Gli altri sono tutta gente normale, che non è mai stata

davanti la telecamera. La scena è stata girata quando nevicava, ma intorno a

mezzogiorno si era sciolta la neve e hanno colto l'occasione per girare le

altre scene.

Jacques Séguéla (Parigi, 23 febbraio 1934) è un pubblicitario francese.

RSCG Euro RSCG

Giornalista, scrittore, uomo d'affari, ha cofondato la (oggi -

Havas)

gruppo una delle più importanti agenzie pubblicitarie del mondo. Lo

stile pubblicitario di Séguéla è volto a catturare l'attenzione tramite la

spettacolarizzazione: l'espediente per riscattare un prodotto dalla propria

quotidianità e farlo emergere rispetto alla concorrenza è quello di trattarlo

lava più bianco).

come se fosse una stella del cinema (Hollywood

Il mass medium ideale per raggiungere tale scopo è la televisione; più in

generale, secondo la filosofia di Séguéla, l'immagine e gli aspetti estetici sono

più importanti delle parole e dei contenuti. Si è occupato sia di pubblicità di

Citroën),

prodotti commerciali (in particolare la sia di pubblicità politica (in

particolare François Mitterrand). Ha scritto numerosi libri, tutti perlopiù inerenti

al mondo della réclame. Ha avuto un ruolo significativo nella fondazione del

Museo della Pubblicità di Parigi.

Visione del film "The Virginia Suicide" regia di Sofia Coppola

Il film inizia subito con un tentato suicidio di una tredicenne: tempo due minuti

e uno psicologo ci da un'informazione che, unita all'affermazione fatta pochi

minuti dopo dalla voce narrante, fa già capire senza problemi come andrà a

finire il film. E lo dico anche, perché comunque lo scoprireste al quinto minuto

di film o giù di lì: tutte e cinque le sorelle (tra cui la tredicenne della scena ini

ziale) si suicideranno in massa alla fine del film a causa di genitori che non

definirei semplicemente "poco permissivi", ma assolutamente da Terzo Reich,

che arrivano a sigillare in casa le figlie e (scusatemi se è poco ma la scena in

questione, peraltro infarcita di gag ridicole, mi ha fatto malissimo al cuore) far

bruciare i loro dischi rock. Da notare peraltro come, ad eccezione di una delle

non ci sia uno

cinque sorelle che ricopre un po' il ruolo di protagonista,

stralcio di caratterizzazione dei personaggi, che sono puro arricchimento

scenografico, quando non rappresentano addirittura fastidio per i nervi. Fumo

sono anche i narratori, che svaniscono nel nulla così come sono comparsi,

fanatici delle ragazze che ne raccontano la storia collezionando con fare

maniacale ogni cosa a loro appartenuta. Ma loro sono narratori, null'altro, e

nemmeno quando compaiono in versione giovane nel film e interagiscono con

le ragazze sembrano avere una personalità più consistente di quella di un foglio

di carta. Il contorno di questa storia tragica ma non certo molto interessante, è

assolutamente ridicolo e scontato: le ragazze sono coinvolte in amori facili e

relazioni all'ultimo minuto, sfruttano le possibilità date loro caritatevolmente

dai tremendi genitori fino all'osso e finiscono per esagerare. E comunque la

regista non ha nemmeno avuto il coraggio di essere esplicita nel trattare i

risvolti scabrosi o a volte macabri della vicenda, nemmeno si trattasse di un

film per bambini, che già dal titolo penseranno di far bene a tenersi alla larga.

l'atmosfera semi-onirica costruita dal rapporto tra

Buona è, in alcuni casi,

narratori e narrazione, ma imperdonabili sono d'altro canto alcune scelte di

alcune trovate

montaggio e di regia assolutamente discutibili, nonché

assolutamente fuori luogo (come la scena in cui viene mostrata a mo' di "raggi

x" una scritta sulla mutanda di una delle ragazze).

Di quando in quando, le uniche metariflessioni che si manifestano sono quelle

che riguardano l'inquinamento informativo dei mass media, l'ipocrisia delle

istituzioni, i valori educativi, la situazione dei giovani… tutti argomenti che

possono far parte della prima manciata di idee che potrebbe partorire una

superficialità

qualunque mente normodotata, peraltro trattati con una

eccessiva. Il resto è composto da stereotipi, divagazioni su tema piuttosto

discutibili e qualche trovata pseudocomica fallita. Il tutto è farcito da bruschi

tagli temporali che risultano assolutamente anticlimatici spezzando il flusso del

cinema come se ci fosse poco tempo a disposizione. Cosa peraltro assurda,

perché il film dura poco più di un'ora e mezza e non c'è da stupirsene: si vede

che la regista non aveva molto da dire, e comunque la trama di base pur

essendo trattata con ritmi tutt'altro che lenti non contiene chissà quali risvolti

clamorosi, quindi pur infarcendola di scene inutili la durata non ne risente più

di tanto.

06/12/2016

Continua visione del film The Virgin Suicide

21/12/2016 - last lesson -

Cliente Nivea 2016 recente

Tv producer ultima figura chiave dell’agenzia si occupa di sviluppare tutti i

progetti legati alla produzione

The producer international società a parte dove vi sono delle figure producer e

contabili che gestiscono l’assegnazione del progetto alle diverse case di

produzione.

Shooting board è una parte fondamentale della realizzazione del film. Le frecce

nel quadro che escono indicano un movimento di camera.

Carrello sinistra verso destra scena 12 dello shooting board.

Location

Soggettiva amiche: campo interno casa

Mood del film rispetto alla scenografia sarà quello di scaldare la location con

del legno, piante, elementi che rendono più “ giovanile “ . Con la Nivea e con

altri tipi di clienti si possono utilizzare solo specifici colori. Il must è quello di


PAGINE

14

PESO

144.72 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Comunicazione, Media e pubblicità
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher juventina23 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Regia pubblicitaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Libera Università di Lingue e Comunicazione - Iulm o del prof Balduzzi Leone.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in comunicazione, media e pubblicità

Riassunto esame Storia del Cinema, prof. Farinotti, libro consigliato La Grande Hollywood, Pravadelli
Appunto
Riassunto esame Estetica del Cinema, prof. Farinotti, libro consigliato Teoria del Film, Elsaesser, Hagener
Appunto
Riassunto esame Letterature Comparate, prof. Vittorini, libro consigliato Underworld, DeLillo
Appunto
Riassunto esame Gestione degli Eventi, prof. Monno, libro consigliato Marketing delle Arti e della Cultura, Colbert
Appunto