Che materia stai cercando?

Appunti della lezione del docente Bellomo Saverio riguardo al XXVII canto dell'Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri per esame di Introduzione a Dante

Appunti della lezione del docente Bellomo Saverio riguardo al XXVII canto dell'inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri per esame di Introduzione a Dante dell'università Ca' Foscari di Venezia - unive, facoltà di lettere e filosofia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Introduzione a Dante docente Prof. S. Bellomo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

guerra presso l'edificio che era sede del papa, avendo quindi una guerra vicino a casa, non in terra

santa, non aveva una guerra con gli infedeli, non doveva fare una crociata vs gli infedeli, ma voleva

fare una crociata (cosa che fece) contro altri cristiani.

Acri = località della terra santa era stata conquistata dai saraceni = nessuno era un nemico della

cristianità né era stato mercante nella terra del Sultano, sempre terra santa, il fatto di essere mercanti

in terra santa era considerato un peccato e il papa scomunicava per chi andava a commerciare in

terra santa.

Quindi il papa aveva una guerra contro dei cristiani, il papa non tenne conto né della sua posizione

né del fatto di avere una carica sacra.

Capestro: laccio, cintura che faceva più magri i suoi cinti, perchè il frate francescano faceva voto di

povertà e quindi dimagriva.

Costantino = imperatore, raccontava la leggenda che Costantino fosse malato di lebbra e allora

chiese ai sacerdoti che cosa doveva fare per guarire dalla lebbra e questi non seppero cosa fare e

allora consigliarono di fare un bagno sul sangue di bambini innocenti però dissero che c'è un papa

che si nasconde nel monte Siriatte (vicino a Roma) il quale è in grado di guarirti e allora andò da

papa Silvestro e gli chiese di guarire dalla sua lebbra. Silvestro lo battezzò e Costantino guarì e

quindi Costantino fu battezzato e fece il suo editto nel 313 per cui dava la libertà di culto ai

Cristiani e si narrava che Costantino se ne andà a Costantinopoli (Bisanzio), si ritirò nell'impero

d'oriente e cedette l'impero d'occidente al papa (donazione di Costantino).

Palestrina = località vicino a Roma che era la sede della famiglia dei Colonna, i nemici di papa

Bonifacio VIII.

Quando il papa domanda un consiglio il consiglio che chiede è un consiglio fraudolento.

(come posso darti un consiglio del genere io che sono frate?).

Come tu sai = quando vogliamo convincere maliziosamente a una persona, come tu ben sai, io

chiudo e apro, perchè sono 2 le mie chiavi, le chiavi date a San Pietro servono per assolvere o per

proibire. Io posseggo quelle chiavi che il mio predecessore Celestino V non gradì: stai attento che io

posso assolverti ma posso anche comunicarti o posso anche farti un altra cosa: vi è sia una promessa

che una minaccia.

Il suo consiglio era “lascia perdere la guerra, ingannali in un altro modo”. Di questo consiglio c'è

traccia in un testo di Riccobardo da Ferrara che si intitola “compedium” ma non si sa se il

compedium venga prima o dopo la commedia quindi non si sa se la fonte sia Riccobardo o la

commedia ma probabilmente è Riccobrado la fonte perchè nel convivio Guido è giudicato bene

come un uomo che si è comportato opportunamente nella vecchiaia e qui invece la sua figura è

diversa.

Francesco è San Francesco, nell'immaginazione popolare c'era la lotta tra l'angelo e il diavolo per

prendere l'anima, qui però viene San Francesco al posto dell'angelo. Nero cherubino = angeli della

gerarchia più alta ma neri sono quelli caduti, ovvero gli angeli che sono diventati diavoli.

Perchè non si può assolvere una persona che non si è prima pentita né ci si può pentire e volere

contemporaneamente di peccare.

Per il principio filosofico di non contraddizione = non si può dire una cosa e contemporaneamente il

suo opposto.

Scommettendo = seminando discordia tra le persone che è la bolgia successiva.

La cosa che accomuna Ulisse e Guido è che hanno usato male entrambi l'ingegno.

Canto successivo: Tra i seminatori di discordia incontra Maometto.

Pena: visto che seminarono discordia e quindi divisero le persone, il loro corpo è tagliato da dei

diavoli che continuano a tagliarli con una spada, si rigenerano e continuano a essere tagliati.

Poi vi è 10 bolgia dove ci sono i falsari che si dividono gli alchimisti (falsari dei metalli), nel canto

successivo i falsari della persona (travestiti da altri) e quelli della moneta loro facevano danni a

Firenze perchè facevano fiorini falsi che sono colpiti da varie malattie.

Canto 31: vi sono i giganti, si arriva in un pozzo che è sorvegliato dai giganti che sono mitologici

però tra questi c'è ne è uno che viene dalla Bibbia, il mitico costruttore della torre di Babele

(Semproth).


PAGINE

5

PESO

27.69 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze del testo letterario e della comunicazione
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nora96_96 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Introduzione a Dante e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Bellomo Saverio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Introduzione a dante

Parafrasi + Commento del I canto dell'inferno della Divina Commedia, per esame di Introduzione a Dante del docente Bellomo Saverio
Appunto
Parafrasi + Commento del II canto dell'inferno della Divina Commedia, per esame di Introduzione a Dante del docente Bellomo Saverio
Appunto
Appunti della lezione del docente Bellomo Saverio riguardo al XXVI canto dell'Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri per esame di Introduzione a Dante
Appunto
Appunti della lezione del docente Bellomo Saverio riguardo al XXXIII canto dell'Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri per esame di Introduzione a Dante
Appunto