Che materia stai cercando?

Apparato respiratorio, Appunti

Appunti di anatomia umana; lezioni frontali.

Ottimo per: preparare l'esame; ripassare per le materie proclitiche.

Utile per: ripassare per l'esame di abilitazione ed il concorso per le scuole di specializzazione. Appunti basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Morini.

Esame di Anatomia umana docente Prof. S. Morini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

• Cono elastico: dalle corde vocali si porta all'inizio della trachea. Si trova inferiormente. Si porta verso il basso alla base

dell'anello della cricoide.

Abbiamo due strutture elastiche.

La condizione di riposo la glottide è semiaperta e le fibre sono rilassate. Le due corde vocali possono avvicinarsi fino a non far

passare l'aria. È una posizione ella fonazione perché si crea uno spiraglio tra le corde vocali, l'aria viene un po' forzata

nell'espirazione e allora le corde vocali vibrano. È importante che i muscoli della laringe funzionino, perché mettono più o meno in

tensione le corde vocali. I ventricoli laterali fanno da cassa di risonanza per aumentare il volume della voce. La colonna d'aria emessa

attraverso il passaggio nelle corde vocali riceve una lunghezza d'onda che viene amplificata dai seni laringei, poi passa attraverso la

bocca e il naso. In tutto questo c'è un intervento delle cavità paranasale. Queste intervengono sul timbro della voce, perché le cavità

nasali sono uniche in ciascuno di noi. Ecco parchè il timbro cambia da persona a persona. Quando abbiamo il raffreddore le cavità

paranasali sono chiuse e la voce cambia perché è data solo dall0aria che asce. Quando abbiamo il fiatone le corde vocali si aprono al

massimo e non riesce a parlare.

LA TRACHEA.

Trachea e bronchi sono una cosa sola, quindi la suddivisione è puramente accademica. Fino ai bronchioli terminali parliamo di vie

aeree, dopo i bronchioli terminali già parliamo di parenchima respiratorio. Finché parliamo di vie aeree parliamo di circolazione

sistemica, quando consideriamo il parenchima polmonare parliamo di circolazione polmonare. La trachea è un organo situato nel

collo e nel torace. Riconosciamo un tratto cervicale e un tratto mediastinico. Nel collo la trachea è posizionata al di sotto della laringe

e davanti all'esofago. È coperta parzialmente dalla ghiandola tiroide. Davanti alla trachea c'è un ponte che unisce i lobi della trachea.

C'è un punto, quasi nel torace, in cui la trachea è facilmente accessibile. È un punto importante perché ci sono delle manovre di

emergenza, come la tracheotomia, che si possono fare in questo punto. La tracheotomia è indicata quando c'è un'ostruzione superiore.

Ai lati della trachea c'è il fascio vascolo nervoso della trachea che si posiziona in base alla dimensione della ghiandola tiroide. Nel

mediastino la situazione cambia. Posteriormente c'è sempre l'esofago, ma anteriormente il rapporto fondamentale è con i grandi vasi

e in particolare con l'arteria anonima. Viene incrociata anche dall'arco dell'aorta che passa l di sopra del tronco sinistro. Le vene sono

su un piano più superficiale e quindi non hanno rapporti diretti con la trachea. Lateralmente la trachea ha rapporto con i polmoni e

con altri vasi. La trachea termina biforcandosi con i bronchi principali al livello della IV vertebra toracica. La trachea si estende dalla

Vi vertebra cervicale alla IV vertebra toracica.

Si forma un angolo tra i due bronchi di circe 70°. il bronco destro è più verticale, il bronco sinistro è più obliquo. La possiamo

considerare come un tubo formato da anelli di cartilagine tenuti insieme da tratti fibrosi. Perché questa organizzazione? La trachea a

deve avere una struttura abbastanza rigida da rimanere sempre aperta, tuttavia deve permettere la mobilità. Gli anelli che

costituiscono la trachea sono anelli incompleti, perché sono a ferro di cavallo d dietro sono uniti da una membrana fibromusoclare.

Alcuni parlano di un muscolo tracheoesofageo. Dietro è così perché in questo modo non sono impediti i movimenti dell'esofago. La

suddivisione della trachea dà origine ai bronchi. I bronchi sono un qualcosa di rognoso da studiare. I bronchi sono strutture terminali,

ovvero nono sono in contatto tra loro. Schematicamente ogni volta che c'è una divisione del bronco la zona che si trova a valle è

indipendente dal resto delle divisioni. Questo ci permette di individuare delle zone di aerazione. Ogni bronco principale si suddivide

in: • bronco lobare superiore: lobo superiore del polmone.

• Bronco lobare medio

• bronco lobare inferiore

i bronchi lobari si dividono in bronchi zonali o segmentali. Dopo i bronchi zonali ci sono i bronchi subsegmentali. Dopo le

diramazioni cominciano a divenire dicotomiche: il bronco si divide in due bronchi ciascuno della stessa dimensione dell'altro. A

questo punto c'è un assottigliamento progressivo dell'albero bronchiale. Questo fino ad arrivare ai bronchioli terminali che sono

l'anticamera degli alveoli polmonari. Il numero di suddivisioni dicotomiche è superiore a venti, da 20 a 25. Se facciamo 2 elevato alla

25a otteniamo un numero superiore al milione. Se non ci fosse questa gradualità avremmo grossi problemi di respirazione.

L'albero bronchiale si divide in due bronchi principali, che a loro volta si dividono in bronchi lobari, che sono 3 per il bronco destro e

2 per il sinistro. A loro volta i bronchi lobari si dividono in bronchi zonali. Successivamente troviamo i bronchi segmentali e poi

sotto segmentali. A questo punto abbiamo suddivisioni dicotomiche: da un bronco derivano due bronchi figli esattamente uguali. Ci

sonno circa 20 suddivisioni di questo tipo fino ad arrivare ai bronchioli terminali, che sonno più di un milione. Ogni bronco zonale

ventila una parte del polmone dove arriva solo lui. Nono ci sono anastomosi tra gli altri bronchi. L'albero bronchiale si ramifica nel

polmone. I due bronchi hanno inclinazione e lunghezza diverse: il destro è più obliquo e corto, quello sinistro è più orizzontatale e

più lungo. La pendenza del bronco destro facilita il ristagno di batteri, ecco perché molte volte si verificano casi di cronicizzazione di

bronchite.

IRRORAZIONE DELLA TRACHEA.

È dovuta a rami mediastinici che provengono dal tratto toracico dell'aorta. I bronchi sono irrorati dalle arterie bronchiali che derivano

anche loro dall'aorta.

STRUTTURA.

La trachea è un organo cavo e quindi possiamo distinguere diverse parti:

1. tonaca mucosa

2. tonaca sottomucosa: che può presentare ghiandole mucose.

3. tonaca fibrocartilaginea

Nella porzione fibrocartilaginea sono presenti fibre muscolari lisce in continuità con la muscolatura dell'esofago. Alcuni parlano di

muscoli tracheoesofagei. Man mano che i bronchi diminuiscono di calibro l'anello cartilagineo si trasforma in placche cartilaginee

dove si adagia il bronco. Inoltre aumenta la componente muscolare. Questa muscolatura può diminuire il diametro dei bronchi e

quindi regola l'afflusso di aria nei polmoni. Sotto sforzo si ha una broncodilatazione. Nei bronchioli più piccoli c'è solo lo strato

muscolare. In caso di allergia si verifica il cosiddetto broncospasmo. Nel contesto delle fibre muscolari, infatti, ci sono cellule che

secernono una sostanza capace di far contrarre il muscolo.


PAGINE

4

PESO

106.16 KB

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Gabriel_strife di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia umana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Campus biomedico - Unicampus o del prof Morini Sergio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia umana

Anatomia dell'apparato genitale femminile
Appunto
Anatomia dell'apparato genitale maschile
Appunto
Anatomia del sistema endocrino
Appunto
Anatomia del cuore
Appunto