Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

VIII. NERVO ACUSTICO (sensitivo)

Origine apparente nella fossetta retrolivare, lateralmente al nervo facciale.

È costituito da due componenti con funzioni sensitive specifiche diverse, che si separano

morfologicamente allʼentrata nel meato acustico interno:

N. VESTIBOLARE

Componente sensitiva specifica dellʼequilibrio

• Innervazione: recettori vestibolari localizzati sulle macule del sacculo e dellʼotricolo e

sulle creste ampollari dei canali semicircolari.

Ganglio: vestibolare dello Scarpa

Nuclei sensitivi: complesso nucleare vestibolare, sotto al tubercolo acustico.

N. COCLEARE

Componente sensitiva specifica dellʼudito

• Innervazione: cellule acustiche dellʼorgano spirale del corti

Ganglio: spirale del Corti

Nuclei sensitivi: nuclei cocleari ventrale e dorsale, lateralmente ai nuclei vestibolari e

quindi sotto ai peduncoli cerebellari.

IX.GLOSSO-FARINGEO

Origine apparente nel solco postero-laterale del bulbo.

Componente somatomotrice

• Innervazione: muscoli della faringe

Nuclei somatomotori: nucleo ambiguo del bulbo

Componente visceroeffettrice

• Innervazione: eccitosecretrice della ghiandola parotide e salivari minori

Ganglio: otico

Nuclei viscero-effettori: salivatorio inferiore del bulbo

Componente somatosensitiva

• Innervazione: cute del padiglione auricolare

Ganglio: superiore

Nuclei sensitivi: nucleo del tratto spinale del nervo trigemino

Componente viscerosensitiva

• Innervazione: mucosa dellʼistmo delle fauci, della tonsilla palatina, della faringe e

dellʼorecchio medio

Ganglio: petroso

Nuclei sensitivi: nucleo del tratto solitario

Componente sensitiva specifica del gusto

• Innervazione: calici gustativi delle papille gustative linguali

Ganglio: petroso

Nuclei sensitivi: nucleo del tratto solitario del bulbo

Decorso

• Esce dalla cavità cranica attraverso il foro giugulare presentando due rigonfiamenti in

corrispondenza del margine superiore e inferiore di questo; rispettivamente i gangli

supeiore e petroso. Discende caudalmente passando tra carotide interna e giugulare

interna e, arrivato alla faringe si porta poi nella radice della lingua, risolvendosi nei suoi

terminali.

Collaterali:

-ramo timpanico per il plesso timpanico

-rami faringei per il plesso faringeo

-rami tonsillari per il plesso tonsillare

-ramo per il muscolo stilo-faringeo

X.NERVO VAGO

Origine apparente nel solco postero-laterale del bulbo sotto al nervo glosso-faringeo.

Vastissimo territorio di innervazione splancnica.

Componente somatomotrice

• Innervazione: muscoli laringe e faringe

Nuclei somatomotori: nucleo ambiguo del bulbo

Componente visceroeffettrice

• Innervazione: visceri del collo, del torace e dellʼaddome

Gangli: parasimpatici annessi a visceri del collo, del torace e dellʼaddome.

Nuclei viscero-effettori: nucleo cardio-pneumo-enterico (nucleo dorsale nel n. vago)

Componente somatosensitiva

• Innervazione: regione della laringe e faringe

Ganglio: giugulare

Nuclei sensitivi: nucleo del tratto spinale del n. trigemino

Componente viscerosensitiva

• Innervazione: visceri del collo, torace e addome

Ganglio: nodoso

Nuclei sensitivi: nucleo del tratto solitario

Componente sensitiva specifica del gusto

• Innervazione: papille gustative della faringe

Ganglio: nodoso

Nuclei sensitivi: nucleo del tratto solitario

Decorso

• Esce dal foro giugulare individuando il ganglio omonimo e, subito sotto, il ganglio

nodoso. Decorre lungo la regione cervicale nel fascio vascolo-nervoso del collo per

entrare nella cavità toracica, incrociando al davanti lʼarteria succlavia, e decorrere

lateralmente alla trachea passando davanti ai corrispettivi bronchi.

Lungo lʼesofago, il n vago di sinistra si porta anteriormente a costituire il plesso

esofageo anteriore, mentre il destro si porta posteriormente con il plesso esofageo

posteriore.

Dai plessi originano due tronchi che, passando per lo iato esofageo, vanno

rispettivamente a costituire il plesso gastrico anteriore e il plesso gastrico

posteriore.

Rami collaterali

• Cervicali:

-rami faringei (costituiscono il plesso faringeo insieme ai corrispettivi rami del

glosso-faringeo)

-n. Laringeo superiore

-rami cardiaci superiori (concorrono a costituire il plesso cardiaco)

Toracici:

-n. Laringeo inferiore o ricorrente (si anastomizza col superiore a formare lʼansa

di Galeno, fornisce rami al plesso faringeo e al plesso

cariaco)

-rami cardiaci inferiori (concorrono a costituire il plesso cardiaco)

-rami tracheali

-rami bronchiali

-rami esofagei

Addominali:

-rami celiaci

-rami lienali

-rami gastrici

-rami epatici

-rami renali

XI.NERVO ACCESSORIO

Deriva dallʼunione, a livello del foro giugulare, di due nervi che dopo un breve tratto

comune, si separano nuovamente.

NERVO ACCESSORIO DEL VAGO

Origine apparente nel solco postero-laterale del bulbo, sotto il nervo vago.

Componente visceroeffettrice

• Innervazione: dopo il tratto comune si fonde col nervo vago

Nuclei viscero-effettori: nucleo motore dorsale del nervo accessorio (prosecuzione del

nucleo motore dorsale del nervo vago)


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

7

PESO

58.77 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Anatomia III
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Biotecnologie mediche e farmaceutiche
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia III e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Giulisano Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia iii

Anatomia III – Vie nervose – Schemi
Appunto
Anatomia III – Sistema simpatico
Appunto
Anatomia III – Tronco encefalico – Schemi
Appunto
Anatomia III – Diencefalo e cervelletto – Slides
Appunto