Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IV gruppo analitico (Zn, Mn, Co, Ni)

in questo gruppo precipitano SOLFURI INSOLUBILI ma con Kps maggiore di 10^-23.

sono elementi meno elettronegativi, quindi la differenza di elettronegatività è meno elevata e il

carattere è meno covalente. Per questo risultano piu solubili dei solfuri del secondo gruppo.

Il solfuro sta sempre alla formula [S2-]= 1,1*10^-23/[H+]

ma questa volta siamo in presenza del tampone precedentemente aggiunto di NH4OH/NH4Cl

che mantiene il pH a livelli 8,5-9. quindi a livello della dissociazione dell'acido H2S, protoni

liberati vengono sottratti dagli ioni OH- derivati dalla dissociazione della soluzione tampone.

Diminuendo cosi la concentrazione degli ioni H+, l'equilibrio si sposta verso dx con un aumento

della concentrazione degli ioni S2-.

Inoltre con la soluzione tampone, evito che Mn precipiti sottoforma di idrossido perche NH4+

sottrae al Mn gli ioni OH- per formare NH4OH e lasciando libero lo ione Mn2+, pronto per

precipitare come solfuro. ZINCO (Nox +2)

lo zinco è un elemento fisiologico, in un adulto sano ci sono circa 3 grammi di zinco e lo

assumiamo dai cibi. Eventuali carenze di Zinco, sono gravi se presenti in organismi in via di

sviluppo, con conseguente rallentamento nella crescita, malformazioni scheletriche e problemi

cutanei.

Lo zinco è importantissimo soprattutto perche presente nell'INSULINA. È un ormone prodotto

dal PANCREAS che controlla il METABOLISMO DEI GLUCIDI. Senza lo zinco, l'insulina si

presenta meno attiva.

Dal punto di vista FARMACEUTICO possiede proprietà antisettiche e antimicrobiche,

(In caso di DIABETE, infatti, la terapia prevede la somministrazione di INSULINA+ZnCl)

– ZnO usato in dermatologia sottoforma di pomate e unguenti per piaghe da decubito e

– per la pelle delicata dei neonati

ZnSO4 in soluzione diluita per antisettico ad uso oftalmico; come compressa per

– integratore di Zn

ZnSO4 + K2S3 come lozione ANTIACNE

.

dal punto di vista CHIMICO, lo zinco ha proprietà riducenti e reagisce con quasi tutti gli acidi

tranne che con HNO3.

.

.

inoltre l'idrossido di zinco Zn(OH)2 presenta proprietà anfotere. Quindi per aggiunta della base

NaOH 2N, si forma inizialmente il precipitato bianco (fino a pH=9-10); successivamente, per

ulteriore aggiunta, (oltre pH=13) si scioglie nuovamente.

.

.

e si esegue la reazione di riconoscimento utilizzando ESACIANOFERRO DI POTASSIO

che, in presenza di zinco, forma un precipitato bianco che, dopo centrifugazione, risulta

insolubile in HCL.

.

. MANGANESE ( Nox: 2,3,4,6,7)

il manganese rappresenta un elemento fisiologico essenziale. È introdotto con alimenti

(grano,legumi e alcune verdure). Un adulto sano possiede circa 20-30 mg di manganese e

risulta difficile ritrovare una carenza. Nel caso di carenza, i danni sono estremamente gravi se

in bambini in fase di sviluppo, con malformazione scheletrica e disturbi neurologici.

Il Mn è presente in molti enzimi che catalizzano nel ciclo di krebs.

Esiste l'intossicazione da manganese “MANGANISMO” di tipo professionale. Il Mn ha

caratteristiche simile al Mg e tende a sostituirsi ad esso. Nelle ossa, ad esempio, è presente il

MgSO4, in questo caso i danni possono essere attribuiti alle ossa.

Il Mg è poi contenuto nella pompa Ca/Mg. Un'eventuale sostituzione del Mg con il Mn può

portare ad una modificazione della funzionalità delle membrane eccitabili.

Dal punto di vista FARMACEUTICO

KMnO4 , viene usato come ANTISETTICO E ANTIBATTERICO ESTERNO. Essendo un

– forte ossidante, ossida e altera le proteine batteriche.

.

inoltre è usato negli ospedali per le LAVANDE GASTRICHE dopo intossicazioni, in quanto

– è in grado di OSSIDARE QUALSIASI SOSTANZA ORGANICA

.

Dal punto di vista CHIMICO, è un metallo di transizione e può avere diversi numeri di

ossidazione:

Mn2+ stabile, composti “mangan-osi”

– Mn3+ non stabile, bismuta subito formando sali a 2+ e 4+

– Mn4+ esiste solo allo stato solido MnO2

– Mn6+ esiste sottoforma di ANIONE MnO4 2- (MANGANATO . Sali verdi)

– Mn7+ esiste sottoforma di ANIONE MnO4 – (PERMANGANATO . Sali viola)

il potenziale ossidante di KMnO4 varia a seconda del pH della solizione

a Ph ACIDO possiede il massimo del potenziale (ad esempio esplica la sua funzione

– dello stomaco, per lavande gastriche)

a ph NEUTRO possiede un potenziale BLANDO (vedi pH della pelle)

– a ph BASICO possiede il potenziale minore

facendo parte del IV gruppo analitico, il Mn2+ precipita sotto forma di MnS di colore beige

rosato.

.

Inoltre, a pH acido (acidificato con HNO3 e non con Hcl o H2SO4 che precipiterebbero con il

Pb) e con ossido di Pb (PbO2, ottimo ossidante), il Mn2+ viene ossidato a permanganato, con

conseguente riduzione del Pb a Pb2+.

.

Devo usare poco sale manganoso rispetto al Pb, in quanto potrebbe reagire con l'appena

formato permanganato causando la formazione di MnO2 che precipita in NERO bloccando la

reazione.

.

inoltre se tratto il permanganato con acqua ossigenata, si decolora per riduzione a Mn2+.

. COBALTO (Nox +2,+3)

è essenziale in piccole quantità. È il principale componente della CIANOCOBALAMINA =VITB12.

All'interno dell'anello porfirinico, infatti, è presente un atomo di Co3+, a cui possono legarsi

gruppi -OH, -CN, -CH3. l''uomo non è in grado di sintetizzarla e la introduce preformata da

alimenti di origine animale sottoforma di IDROSSI- O CIANO- -COBALAMINA. L'uomo la

trasforma, poi, nella forma attiva (CH3)-METILCOBALAMINA.

Dal punto di vista FARMACEUTICO, vengono somministrati

VITAMINA B12

– Co(NO3)2 come ANTIDOTO nel caso di AVVELENAMENTO DA CIANURI.

– ISOTOPI DEL Co utilizzati in radioterapia come ANTITUMORALE.

Dal punto di vista CHIMICO, i sali di cobalto Co2+ sciolti in acqua si presentano ROSA

.

Mentre quando sono anidri e sciolti in Hcl si presentano AZZURRINI

.

facendo parte del 4 gruppo analitico, il Co precipita sottoforma di SOLFURO di colore NERO. Il

solfuro di cobalto, in seguito a invecchiamento con O2 e H2O, è solubile solo in acqua regia.

.

.

Una reazione caratteristica è quella con k+, NO2 – e CH3COOH che procede seguendo una

serie di 4 reazioni fino alla produzione di ESANITROCOBALTATO DI K che precipita in giallo:

.

.

.

.

è essenziale il pH intorno a 4,5-5 (mantenuto costante dal tampone di acido acetico) in quanto

il legante NO2 – è l'anione di un acido debole e se il pH fosse troppo acido, si riformerebbe

HNO2.

Un'altra reazione caratteristica è quella con il solfocianuro SNC- che conferisce alla soluzione

un colore azzurrino per la formazine del complesso [Co(SCN)4]2-.

NICHEL (Nox +2)

il nichel non prevede nessuna applicazione farmaceutica. Risulta infatti tossico.

Può verificarsi un'intossicazione di tipo professionale per via INALATORIA. È usato, infatti nelle

industrie e viene legato ai vari metalli per costituire leghe.

Può essere tossico anche per contatto causando allergie, piu frequenti nelle donne per utilizzo

di gioielli.

Dal punto di vista CHIMICO,essendo appartenente al IV gruppo analitico, precipita con il

solfuro di sodio, sottoforma di SOLFURO DI NICHEL nero che, in seguito a invecchiamento è

solubile solo in acqua regia

.

.

ora, la soluzione viene trattata con ammoniaca diluita e METILGLIOSSINA che forma un

PRECIPITATO ROSSO FRAGOLA che identifica la presenza del Ni.

. COMPOSTI ALCALINO/ALCALINO TERROSI

(bario, magnesio, calcio)

Questi elementi tendono a formare principalmente composti ionici.

La loro solubilità non dipende piu dalla Kps ma da altri fattori:

ER (ENERGIA RETICOLARE DEL SOLIDO) che rappresenta la forza con cui i due ioni di

– carica opposta si attraggono.

ER= 1/(r+ + r-) dalla formula, si deduce che piu gli ioni sono PICCOLI, piu sono VICINI,

MAGGIORE è LA FORZA CON CUI SI ATTRAGGONO.

EI (ENERGIA DI IDRATAZIONE) è la tendenza degli ioni a idratarsi e dipende dalla

– densità di carica. maggiore è delta, maggiore è la tendenza ad idratarsi.

b=C/r

Va distinto, ora, il caso in cui l'anione sia molto grande o molto piccolo rispetto al catione:

nel caso in cui l'ANIONE sia MOLTO GRANDE rispetto al catione, il piu piccolo aumento di

– r+ non cambia particolarmente il valore di ER. Quindi il fattore ER è quasi costante.

La solubilità è, quindi, definita dal valore di EI.

MgSO4

CaSO4

SrSO4

BaSO4

in questa serie di composti, la solubilità decresce dal sale di Magnesio al sale di

Bario, in quanto Mg possiede la stessa carica, è piu piccolo e, pertanto, risulta piu

grande EI.

In generale, tutte le volte che alcalino terrosi/alcalini formano sali con

ANIONI GRANDI (solfati, fosfati, ossalati), la diversa solubilità è data da EI

e DIMINUISCE DALL'ALTO VERSO IL BASSO.

Invece, nel caso in cui i cationi AT/A dovessero formare composti con ANIONI PICCOLI,

– la diversa solubilità viene determinata dal valore di ER, in quanto l'aumentare di r+

diventa significativo.

Mg(OH)2 LiOH

Ca(OH)2 NaOH

Sr(OH)2 KOH

Ba(OH)2

in questo caso, la solubilità decresce dall'idrossido di Bario all'idrossido di Magnesio.

In generale, per il riconoscimento AT/A è preferibile la via secca con il metodo del SAGGIO

ALLA FIAMMA.

Partendo dal presupposto che i sali PIU VOLATILI sono i CLORURI, cerchiamo di trasformare

ogni sale da analizzare, in cloruro. Per fare questo, utilizzo il filo di PLATINO (non fonde,

catalizza la reazione ed è chimicamente inerte) e lo bagno in acido cloridrico. Dopodichè tocco

il sale in analisi. Questo reagisce con il cloruro formando il cloruro analizzabile.

→ → → →

CaX2 + 2Cl- CaCl2 + 2X- scaldo su bunsen CaCl2(solido) CaCl2 (gassoso)

in seguito alla sollecitazione da parte della fiamma del bunsen (trasferimento di energia) il

cloruro di calcio subisce una SCISSIONE OMOLITICA ottenendo Ca: (atomo) e 2Cl.

L'atomo di calcio, in seguito a sollecitazione energetica, viene ECCITATO (per promozione degli

elettroni di valenza ad un orbitale piu esterno. Risulta, così, instabile).

Gli elettroni, in seguito, tendono a tornare ad una condizione di stabilità liberando energia.

Ca(E) Ca: + deltaE. deltaE=h*lamda (lunghezza d'onda)=COSTANTE DI PLANK.

IL DELTAe è diverso per ogni sale e conferisce un colore caratteristico alla fiamma.

CALCIO

il calcio è un elemento essenziale per l'organismo umano, in un adulto sano è presente circa 1

kg di calcio.

Il 90% di questo si trova nelle ossa e nei denti, sottoforma di FOSFATO.

Ca3(PO4)2 costituisce l'APATITE (nelle ossa)

– Ca3(PO4)2Ca(OH)2 IDROSSI APATITE

– Ca3(PO4)2CaF2 FLUOR APATITE (smalto dei denti).

Il restante 10% è contenuto nel SANGUE, in parte legato alle proteine e in parte libero

sottoforma di Ca2+, in equilibrio con Mg2+.

Ca2+/Mg2+ costituiscono una pompa calcio magnesio che regola la funzionalità delle

membrane eccitabili.

Il metabolismo del calcio è regolato da tre sostanze:

VITAMINA D

– CALCITONINA

– PARATORMONE

L'IPOCALCEMIA può essere provocata dalla mancanza di una di queste tre sostanze con un

mancato assorbimento di Ca. può provocare malattie ossee, facilità di emorragie,

iperfunzionalità di nervi e muscoli, tachicardia.

L'IPERCALCEMIA causa ipofunzionalità di nervi e muscoli, brachicardia, calcoli renali (per la

formazione di sali di calcio con acido ossalico che risultano insolubili)

dal punto di vista FARMACEUTICO,

CaCO3, Ca(HCO3)2, Ca(OH)2 utilizzati come ANTIACIDO. Siccome il Ca ha attività

– astringente, va sempre associato a composti a base di Mg (ad azione lassativa).

CaSO4 viene usato per le ingessature

– CaHPO4 utilizzato come integratore

– Ca(ClO)2 IPOCLORITO DI CALCIO usato come disinfettante nelle piscine

dal punto di vista CHIMICO,

essendo un alcalino terroso, in acqua di dissocia con la formazione di H2. Avendo, per gli AT, il

fenomeno della passivazione, il Ca(OH)2 è un precipitato lattiginoso e si deposita sul metallo

causando il blocco della reazione. Non è quindi pericoloso.

.

negli alcalini, invece, la reazione avviene completamente ed essendo fortemente esotermica,

causa esplosioni (NB vedi per il Na).

Una reazione caratteristica è quella con l'ACIDO OSSALICO, che forma precipitato bianco di

OSSALATO DI CALCIO. Il pH dev'essere mantenuto maggiore o uguale a 5; altrimenti, essendo

sale di un acido debole, a pH inferiore si riformerebbe acido ossalico.

.

inoltre il Ca2+ si tratta con ESACIANOFERRO DI POTASSIO + IONE AMMONIO con la

formazione di un precipitato BIANCO ESACIANOFERRO DI CALCIO, POTASSIO, AMMONIO.

.

COLORE FIAMMA: arancione/rosso

MAGNESIO (Nox +2)

il magnesio è essenziale per l'organismo umano, in un adulto sono contenuti circa 30 grammi.

Principalmente presente nelle ossa e nei denti sottoforma di Mg3(PO4)2.

Oppure libero nella cellula sottoforma di catione Mg2+, in equilibrio con Ca2+.

Viene introdotto con la dieta e in caso di carenza prolungata, provoca DISTURBI NERVOSI E

CRAMBI MUSCOLARI.

Un ECCESSO di Mg, può provocare CALCOLI RENALI (MgNH4PO4)

dal punto di vista FARMACEUTICO

Mg2+ ha azione lassativa

– tende a idratarsi, aumentando la massa intestinale

– irrita le mucose intestinale favorendo i movimenti peristaltici

MgSO4 usato come PURGANTE molto forte per azione sinergica tra catione e anione.

– Viene usato solo per interventi chirurgici ed esami particolari.

Può risultare tossico per via INALATORIA. In quanto l'ossido di Magnesio (MgO) risulta essere

una polvere finemente suddivisa e leggera.

Ma esiste anche un altro tipo di intossicazione: infatti il magnesio è presente nell'AMIANTO.

Mg3SiO5(OH)4 CANCEROGENO. Nonostante la sua tossicità, veniva usato come isolante

termico e causa carcinoma polmonare.

MgO, MgCO3, Mg(HCO3)2 associato ad ANTIACIDI che avrebbero proprietà astringenti.

– Il suo scopo è contrastare con proprietà lassativa.

MgO*SiO3 usato in caso di INTOSSICAZIONE alimentare, infatti ADSORBE sostanze

– estranee sulla superficie

Mg3(PO4)2 INTEGRATORE

dal punto di vista CHIMICO, reagisce con l'acqua con formazione di H2. Reazione bloccata dal

fenomeno di passivazione essendo AT e quindi non pericolosa

.

il magnesio brucia a contatto con O2 .

Come reazione di riconoscimento, viene trattato con NH4OH/NH4Cl, HPO4 2- con formazione di

un precipitato bianco cristallino MgNH4PO4. Se non ci fosse il tampone NH4Cl , avremmo il

precipitato parziale di idrossido. Ma per effetto dello ione comune, viene diminuita la solubilità

del sale consentendone la precipitazione.

.

un'altra reazione è tra l'idrossido di Magnesio Mg(OH)2 con un colorante organico

MAGNESONE. L'idrossido di magnesio, essendo finemente suddiviso, adsorbe il colorante

assumendo una colorazione BLU.

.

.

.

COLORE ALLA FIAMMA: BIANCO BRILLANTE

BARIO

il bario è un elemento estraneo all'organismo umano, non ha nessuna attività farmaceutica e

risutla MOLTO TOSSICO.

BaSO4, avendo un elevato peso atomico, risulta OPACO AI RAGGI X. È usato, quindi a SCOPO

DIAGNOSTICO. Non essendo solubile in acqua ne in acido cloridrico, non viene assorbito e

quindi non esplica la sua azione tossica.

Il Ba possiede un'azione competitiva nei confronti del CALCIO. Altera quindi la pompa

Ca2+/Mg2+ causando quindi problemi simili all'IPOCALCEMIA.

Come reazione caratteristica, è il fatto che il BaSO4 è solubile SOLO in H2SO4 CONCENTRATO.

.

COLORE ALLA FIAMMA: verde pallido ALCALINI

(litio, sodio, potassio)

LITIO (Nox +1)

inizialmente si pensava fosse estraneo all'organismo umano, in realtà è contenuto in piccole

tracce e sembra regoli la funzionalità della pompa Na/K.

Dal punto di vista FARMACEUTICO

Li2CO3 è usato come farmaco per PROBLEMI DEPRESSIVI e nelle forme gravi di

– SCHIZOFRENIA. Il problema è che risulta TOSSICO e quindi si ricorre a questo farmaco

solo una volta provate le altre terapie.

Inibisce la tiroide obesità

– trattiene i liquidi

– provoca lesioni curanee

– tende a sostituirsi al magnesio nel legame del DNA, causando alterazioni

– genetiche (con azione TERATOGENA E CANCEROGENA)

è un composto inorganico, a carattere ionico, quindi IDROSOLUBILE. Nonostante tutto, riesce

ad attraversare la BARRIERAEMATOENCEFALICA. Questo perche LiCO3- viene confuso per

HCO3- e quindi si lega al carrier dell'INISITOLO che gli consente l'ingresso nonostante NON

SIA LIPOSOLUBILE.

Dal punto di vista CHIMICO, essendo alcalino, la reazione con l'acqua è completa, fortemente

esotermica e provoca incendi.

LiOH è una base forte, ma non come NaOH o KOH in quanto, essendo un catione molto piccolo,

la carica delta è molto elevata e possiede, quindi, una notevole azione elettrostatica: MOLTO

MENO DISSOCIABILE.

Per via umida, il riconoscimento prevede trattamento di Li+ con Oh+ e HPO4 2- con

scarsissima produzione di Li3PO4. Per questo si predilige il riconoscimento per via secca con

saggio alla fiamma.

COLORE ALLA FIAMMA: rosso lilla. SODIO (Nox +1)

il sodio è un elemento essenziale per l'organismo umano, in un adulto sano, sono presenti 1-

1,5g per ogni kg di peso corporeo. È presente il tutti i LIQUIDI EXTRACELLULARI e resta in

equilibrio con il K che è, invece, all'interno della cellula.

Dal punto di vista FARMACEUTICO, il sodio non ha un vero e proprio utilizzo, in farmacopea,

tutti i farmaci contenenti Na, devono la loro azione all'anione. Si usa sale sodico solo per la sua

solubilità.

NaHCO3 antiacido

– Na2SO4 purgante

– NaI per disfunzioni tiroidee e usata per tintura di iodio

– Na2S2O3 (tiosolfatosodico) usato come antidoto da avvelenamento da ClO- e CN-

– NaH2PO4 /Na2HPO4 come integratori

come riconoscimento per va umida, si usa il PIROANTIMONIATO DI K

.

.

ma si predilige il netto risultato del saggio alla fiamma

COLORE ALLA FIAMMA : giallo oro K

in un adulto sono presenti circa 180g di potassio nella cellula, necessari per la trasmissione e il

controllo dell'impulso nervoso.

Non ha una vera e propria azione FARMACEUTICA. I farmaci devono la loro azione all'anione.

KMnO4 disinfettante

– AlK(SO4)2 emostatico

– KClO3 antisettico

– KI per disfunzioni tiroidee

dal punto di vista CHIMICO

essendo alcalino, in acqua reagisce con una reazione fortemente esotermica con esplosione

Come Li e Na si incendia con O2.

le reazioni caratteristiche per via umida sono poco usate

con acido perclorico HclO4

.

con acido tartarico

.

con ESANITROCOBALTATO DI k

.

COLORE ALLA FIAMMA: da vedere con i vetrini di cobalto, rosa fuxia accesso

AMMONIO

assolutamente estraneo all'organismo umano.

Dal punto di vista FARMACEUTICO,

NH4Cl per inalazione viene usato come ESPETTORANTE, mucolitico, in quanto irrita le

– mucose

(NH4)2CO3, NH4HCO3 usato come ANALETTICO: stimola centri nervosi che regolano

– respirazione e attività cardiaca. In caso di svenimento o collasso, è un rimedio

immdiato.

Presenta anche una certa tossicità, in quanto è irritante per le mucose degli occhi con effetto

LACRIMOGENO e per le mucose respiratorie.

Sulla cute può provocare una leggera ustione. E un iniziale rimedio è quello di strofinare con un

acido debole.

Possiede un'azione competitiva nei confronti del K (STESSO RAGGIO, STESSA CARICA) e altera

la pompa sodio potassio con conseguente collasso cardiocircolatorio.

Dal punto di vista CHIMICO,

l'NH3 è un gas solubile in acqua che forma un acido debole NH4OH che si presenta in forma

dissociata come NH4+ + OH-.

Per quanto riguarda le reazioni di riconoscimento, da FU si trovano una via umida e una via

secca.

Per la via umida si utilizza il reattivo di NESSLER K2[HgI4] che, reagendo con Nh4+ + OH-,

forma l'IDRURO OSSIAMINO MERCURICO che precipita in ARANCIO .

.

Oppure per via secca, trattando un SALE AMMONIACALE con una base forte, esposizione al

bunsen con cartina tornasole esposta ai vapori di ebollizione. La cartina si colora di blu per

produzione d NH3 gassosa (basica).

ANALISI DEI MEDICINALI i

modulo “qualitativa”

ANIONI

A INTERESSE FARMACEUTICO

ACIDI

La ricerca degli acidi va eseguita dalla SOLUZIONE ALCALINA= SALE+CARBONATO DI Na

il carbonato di Na fa precipitare tutti i CATIONI tranne gli ALCALINI sottoforma di ossidi,

idrossidi o carbonati.

L'ANIONE resta in soluzione come SALE SODICO SOLUBILE.

Es:

.

.

. 1) ACIDI ALOGENIDRICI (Cl-, Br-, I-) + AgNO3

AgCl

AgBr

AgI

questi precipitano bene, sono insolubili perche il raggio degli ioni è piccolo e hanno, quindi,

un'ER elevata.

Esistono tre metodi diversi per separarli:

ridisoluzione selettiva

– ossidazione selettiva

– precipitazione frazionata

la RIDISOLUZIONE SELETTIVA sfrutta la DIVERSA SOLUBILITA dei tre sali d'argento in

AMMONIACA.

AgCL : solubile in ammoniaca DILUITA – 0,3N

– AgBr : solubile in ammoniaca CONCENTRATA - 10N

– AgI : insolubile in qualsiasi concentrazione

calcoli:

in realtà in laboratorio, abbiamo usato il CARBONATO DI AMMONIO.

.

perche in questa reazione è presente in equilibrio intermedio in cui si forma una piccola parte

di NH3. Questa risulta SUFFICIENTE a far precipitare Cl- ma INSUFFICIELTE per Br-.

.

.

l'OSSIDAZIONE SELETTIVA si basa su un principio tale per cui LA FORMA OSSIDATA DI UNA

COPPIA REDOX OSSIDA LA FORMA RIDOTTA DI UN'ALTRA COPPIA REDOZ CHE HA

POTENZIALE MINORE.

Cl2/2Cl- 136V Cl2 ossida Br2 e I2 perche ha potenziale maggiore

Br2/2Br- 1V

I2/2I- 0,54V

in realtà in laboratorio abbiamo usato l'IPOCLORITO ALCALINO alla soluzione acidificata, in

quanto ClO- aggiunta alla soluzione acidificata diventa Cl2:

.

vengono, poi, aggiunte 10 gocce di CLOROFORMIO, solvente che serve ad ESTRARRE

DALL'H2O il Br2 e il I2 (in cui sarebbero insolubili). Nel cloroformio, invece, passano in

soluzione dando un colore GIALLO E VIOLA RISPETTIVAMENTE.

A questo punto il cloro può ossidare ancora solamente lo iodio (non piu il bromo che resta

giallo).

.

.

lo iodio viene quindi trasformato in IO3 – che torna in acqua diventando incolore mentre la

soluzione a base di cloroformio resta gialla per la presenza del bromo.

La PRECIPITAZIONE FRAZIONATA cosiste nel FAR PRECIPITARE IL MENO SOLUBILE SENZA

CHE INIZI A PRECIPITARE IL SUCCESSIVO. Il reattivo utilizzato è AgNO3.

Quando inizia a precipitare il piu solubile, il precedente è gia completamente precipitato.

Calcoli: Hcl/Cl-

è un elemento fisiologico. Si trova come anione e come acido.

Come ACIDO è presente nello stomaco e mantiene il pH acidp tra 1,5 e 3,5 (necessario per gli

enzima digestivi).

Come ANIONE nei liquidi biologici extracellulari, come il Na+, aiuta la trasmissione dell'impulso

nervoso. dopo la sudorazione si perde Cl- con conseguente insorgenza di crampi.

Dal punto di vista FARMACEUTICO, è usato principalmente per

RENDERE SOLUBILI composti a proprietà BASICA, ma che, come basi libere, non

– risulterebbero solubili. (es ammine, basi azotate): si formano, così, i CLOROIDRATI

.

ad esempio sono usati con ALCALOIDI (morfina) che, avendo un AZOTO BASICO che

non sarebbe solubile, somministrandolo con Cl-, può essere assimilata: MORFINA

CLOROIDRATO

sono usati, anche in seguito a disfunzioni del metabolismo, che può aumentare troppo il

– pH dello stomaco causando problemi di digestione, si assume il CLOROIDRATO DI UN

AMMINOACIDO (in capsule molli)

può anche risultare tossico se INALATO provocando lesioni polmonari; inoltre, sulla cute piò

provocare ustioni.

Altri utilizzi:

ACIDO MURIATICO: acido cloridrico impuro, giallognolo per uso industriale

– ACQUA REGIA: ¾ di acido cloridrico, ¼ di HNO3.

È solubilissimo in acqua, è un acido forte e forma complessi molto facilmente.

HclO a impieghi commerciali. Per azione della luce e della temperatura, si decompone

spontaneamente liberando Cl2 e O2. Insieme cloro e ossigeno hanno azione ANTISETTICA,

ANTIBATTERICA E DISINFETTANTE. Mentre l'ossigeno ha azione SBIANCANTE.

NaClO candeggina

– HclO+ NaCl amuchina

– Ca(ClO)2 disinfettante per piscine

RICONOSCIMENTO //se in assenza di Ioduri e Bromuri

tratto con AgNO3, precipita sottoforma di AgCl bianco.

Per conferma, il precipitato viene sciolto in AMMONIACA DILUITA e RIPRECIPITATO PER

acidificazione con HNO3 conc.

.

.

.

RICONOSCIMENTO //in presenza di Ioduri e Bromuri

acidifico sol alcalina con HNO3 2N + AgNO3 fino a completa precipitazione (fino a quando

l'aggiunta successiva di nitrato non intorbidisce piu il surnatante). Prendo precipitato (AgCl+

AgI + AgBr se presenti) lavo con acqua. Aggiungo SOLUZIONE SATURA DI CARBONATO DI

AMMONIO. Il precipitato si scioglie se è presente AgCl.


ACQUISTATO

7 volte

PAGINE

34

PESO

169.47 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in farmacia (ordinamento U.E. - a ciclo unico) (magistrale europea) (BOLOGNA e RIMINI)
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher MichelaRM di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Analisi dei medicinali I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Garuti Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in farmacia (ordinamento u.e. - a ciclo unico) (magistrale europea) (bologna e rimini)

Riassunto esame Chimica generale e inorganica, prof. Prodi
Appunto
Chimica farmaceutica 2 - teoria
Appunto