Che materia stai cercando?

Analisi di bilancio riassunti

Contenuti del corso:
Il corso fornisce innanzitutto un inquadramento sulla composizione del bilancio e sui principi di redazione. Successivamente, il corso si focalizza sugli strumenti idonei per la lettura e l’interpretazione del bilancio, partendo dalla riclassificazione dei prospetti, e terminando con la costruzione dei principali margini ed indici di liquidità, solidità... Vedi di più

Esame di Analisi di bilancio docente Prof. C. Caserio

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lezione 16 - Stato patrimoniale: Passività: Patrimonio netto

Lezione 17 - stato patrimoniale: passività: fondi rischi e oneri

Lezione 18 - Stato patrimoniale: Passività: Trattamento difine rapporto

Lezione 19 - Stato patrimoniale: Passività: Debiti

Lezione 20 - Stato patrimoniale: Passività: Ratei e risconti passivi

Lezione 21 - Conto economico: Valore della produzione

Lezione 23 - Conto economico: Proventi e oneri finanziari e rettifiche di valore di

attività finanziarie

Lezione 24 - Conto economico: Proventi e oneri straordinari e risultato prima delle

imposte Pagina 7 Monday 26 February 2018

Parte seconda

Lezione 25 - L’analisi dei dati contabili

Lezione 26 - La riclassificazione del bilancio

X analisi nel tempo e nello spazio

Lezione 27 - La riclassificazione del conto economico

Aggregazione dati evidenziando

a) Gestione operativa

a. Gestione caratteristica (core business aziendale) = MON margine

operativo netto

b. Gestione accessoria (es. gestione patrimonio immobiliare, affitti,

manutenzioni, …)

b) Gestione extra-operativa

a. Gestione finanziaria (es. dividendi, interessi, differenze cambi, …)

b. Gestione straordinaria

c. Gestione fiscale

La gestione ordinaria è considerata la gestione operativa (= caratteristica +

accessoria) e gestione finanziaria.

Lezione 28 - Conto economico a costo del venduto

Forma a scalare/verticale = con risultati intermedi

Lezione 29 - Conto economico a valore aggiunto

Forma a scalare/verticale = con risultati intermedi

Pagina 8 Monday 26 February 2018

Riclassificazione del conto economico

A costo del venduto a valore aggiunto a costi fissi e

variabili

criterio Costi riclassificati per costi riclassificati per costi suddivisi tra

destinazione natura economica costi variabili

funzionale e costi fissi

margine margine margine

risultato lordo operativo di contribuzione

industriale lordo (ricavi –

costi variabili)

richiede conoscenza Non richiede

note di informazioni info interne

interne Ricalca lo

schema CE CEE

Leva operativa

Margine di contribuzione = ricavi netti – costi variabili

Leva finanziaria

Situazione in cui il maggior indebitamento è giustificato dal maggior reddito netto,

cioè il tasso/costo del denaro in prestito è inferiore al rendimento del denaro ricevuto

in prestito.

Lezione 30 - La riclassificazione dello Stato patrimoniale: il modello finanziario

Modello/criterio finanziario:

- attività secondo la liquidità

- e passività secondo l'esigibilità

Pagina 9 Monday 26 February 2018

divergenze collocazione/riclassificazione di alcune voci rispetto al DIR IV CEE (es.

rimanenze "storiche" NO disponibilità, SI' immobilizzazioni fianziarie … crediti oltre

12 mesi …. TFR da liquidare/debiti entro 12 mesi, debiti vari oltre 12 mesi …)

misurare la solvibilità ==> margine di tesoreria = liquidità immediate + differite (no

rimanenze finali) - passività correnti

CCN = margine di disponibilità = Attività correnti - passività correnti

CCN = liquidità netta (= margine di tesoreria) + Capitale Circolante operativo netto

(impieghi in crediti e scorte - fonti di finanziamento)

e' importante avere un saldo globale positivo ma è ancora + importante che i entrambi

i fattori (liquidità netta e CCoperativo Netto ) siano entrambi positivi /equilibrati …

Margine di struttura = mezzi propri - attività immobilizzate = livello di

autofinanziamento sugli investimenti

quindi il grado di copertura degli immobilizzi con fonti proprie, quindi … capacità

/possibilità di ulteriore espansione dell'attività aziendale/investimenti vari …

Lezione 31 - La riclassificazione dello Stato patrimoniale: il criterio di pertinenza

gestionale

Modello/criterio di pertinenza gestionale: attività operative/caratteristiche a attività

non operative (commerciali, immobilizzazioni nette); passività secondo l'esigibilità

punti critici: nelle disponibilità finanziare, bisogna individuare se la liquidità è

generata da attività ordinarie o se è determinata soprattutto da attività straordinarie

(es. corrispettivi su cessione di immobili civili o di beni non strettamente correlati al

processo produttivo) Pagina 10 Monday 26 February 2018

Parte terza

Lezione 32 - Gli indici di bilancio

indici = frazioni … percentuali

gli indici devono essere confrontati = comparati nel tempo e nello spazio

essendo basati su dati statici /di bilancio, non sempre possono essere indispensabili

gli indici sono determinati da importi/valori consuntivi, quindi possono essere usati

per valutare le aziende (nel tempo e nello spazio) ma hanno anche una grande

importanza anche strategica/interna per verificare se gli obiettivi prefissati sono

stati raggiunti … quindi sono anche un valido strumento di gestione/pianificazione e

controllo e di miglioramento continuo

Lezione 33 - Analisi di redditività (6)

ROE

ROI

ROS

ROA

ROD

EVA Pagina 11 Monday 26 February 2018

ROE % (return/rendimento on common equity)

risultato netto (totale)

mezzi propri (patrimonio netto)

quindi evidenzia il risultato netto generato per ogni 100 di capitale di

rischio apportato dai soci

per valutare la bontà del risultato/ROE, bisogna confrontarlo con il rendimento di

investimenti alternativi (BOT, CCT, …) + aggiungere un rendimento legato al rischio

imprenditoriale … cioè valutare il costo opportunità

… se ROE = rendimento BOT non avrebbe senso investire su

un’attività imprenditoriale (a meno che il capitale/patrimonio

dell’azienda cresca in misura importante con plusvalenze

cnosiderevoli in caso di cessione quote societarie …)

Pagina 12 Monday 26 February 2018

ROI % (return/rendimento on investment)

reddito operativo (gestione caratteristica)

capitale investito netto (operativo)

il capitale investito netto = totale degli impieghi caratteristici (attivo totale) al netto

degli ammortamenti e degli accantonamenti ed escludendo gli investimenti extra-

caratteristici (es. immobili civili, partecipazioni finanziarie, … )

il ROI evidenzia, in percentuale, il rendimento offerto dal capitale

investito nella gestione caratteristica aziendale; quindi è un

indicatore della capacità dell’impresa di impiegare efficacemente le

risorse in essa investite

per valutare se il ROI è congruo, bisogna confrontarlo con il costo

medio del denaro: in pratica se il ROI è > costo medio denaro

conviene indebitarsi

attenzione:

- Il ROI non tiene conto della gestione finanziaria (che può essere attiva o …

passiva …) e quindi non è influenzato dal grado di indebitamento dell’impresa

- il ROI tende ad aumentare, anno dopo anno, in quanto gli ammortamenti

riducono il valore contabile degli investimenti … quindi il denominatore tende

a diminuire …

l’analisi del ROI può essere approfondita scomponendo il ROI come

ROI = ROS x ROT

Cioè risultato operativo/ricavi delle vendite x ricavi delle vendite/capitale

investito

ROI = ROS x TOURNOVER

Risultato operativo x ricavi delle vendite

Ricavi delle vendite capitale investito netto (operativo = no

ammortamenti e accantonamenti)

Pagina 13 Monday 26 February 2018

ROS % (return/rendimento on sales) o margine sui ricavi

reddito operativo /caratteristico

ricavi

Pagina 14 Monday 26 February 2018

ROA % (return/rendimento on assets)

reddito operativo

totale attivo

misura il rendimento sul totale delle attività impiegate (a prescindere dalle modalità

di finanziamento = se le attività sono derivate tutte da mezzi propri o da mezzi di

terzi, …) ROA = ROS x Turnover = RO/V x V/TA 

Turnover = indice di rotazione, rapporto tra fatturato e impieghi totali indica

quante vendite sono state prodotte per ogni euro investito nell’impresa

RO = reddito operativo

V = ricavi netti

TA = totale attivo (… compresi/al lordo degli ammortamenti e accantonamenti)

Il ROA dipende, quindi, sia dai margini realizzati sui ricavi, sia dalla rotazione del

capitale investito, vale a dire dall’entità dei ricavi prodotti attraverso il capitale

investito.

Il ROA non risente della gestione finanziaria, straordinaria e fiscale perché si limita

alla gestione caratteristica. Pagina 15 Monday 26 February 2018

ROD % (return/ritorno/rendimento on debt)

Oneri finanziari

Capitale di debito

Costo medio capitali di debito

Misura la capacità dell’impresa di remunerare/pagare il capitale di debito (= debiti a

breve termine + debiti a medio/lungo termine)

Nello stesso tempo, misura l’incidenza del peso degli oneri finanziari sulla redditività

complessiva, infatti se

- ROI > ROD l’impresa ha convenienza ad indebitarsi (leva finanziaria

positiva)

- ROI < ROD il costo dei debiti è troppo esoso/il rendimento operativo è

insufficiente per coprire il maggior indebitamento

Tasso di incidenza della gestione extra caratteristica

Risultato netto

Reddito operativo

Pagina 16 Monday 26 February 2018

EVA (economic value added)

NOPAT (Reddito operativo dopo le imposte) - costo del capitale

investito x capitale investito

Quindi l’EVA è calcolato sottraendao dal reddito operativo al netto di

imposte, il rendimento/costo del capitale investito (proprio + di terzi)

Bisogna determinare:

Calcolo del NOPAT

Calcolo del costo dei mezzi di terzi

Calcolo del costo dei mezzi propri

Calcolo del peso dei mezzi propri e dei mezzi di terzi

Calcolo del costo del capitale investito

Calcolo dell’EVA = NOPAT – costo del capitale investito x capitale

investito

Se l’EVA è maggiore di 0, l’impresa sta creando ricchezza dopo aver

remunerato i fornitori di capitale (creditori e soci)

Pagina 17 Monday 26 February 2018

Lezione 36 - Analisi di efficienza operativa

Analisi pro-capite …

RICAVI PRO - CAPITE

VALORE AGGIUNTO PRO - CAPITE

COSTO DEL LAVORO PRO - CAPITE

TURNOVER Pagina 18 Monday 26 February 2018

RICAVI PRO – CAPITE

Ricavi netti (attività caratteristica)

Numero medio dipendenti

E’ un utile indicatore della efficienza/produttività per ogni

dipendente

Attenzione a particolari settori dove l’impiego stagionale di personale

è realizzato con somministrazione di lavoro (lavoratori esterni …) o

nei settori di ricerca dove i servizi esterni di collaborazione possono

incidere pesantemente nei costi /valore aggiunto …

Pagina 19 Monday 26 February 2018

VALORE AGGIUNTO PRO – CAPITE

Valore aggiunto

Numero medio dipendenti

Valore aggiunto = differenza tra valore della produzione (ricavi +

delta rimanenze) e costi complessivi ad essa riferibili

Pagina 20 Monday 26 February 2018

COSTO DEL LAVORO PRO – CAPITE

Costo del lavoro

Numero medio dipendenti

Pagina 21 Monday 26 February 2018

TOURNOVER Ricavi netti (attività caratteristica)

Totale attivo

Tournover = numero di volte in cui il capitale investito ritorna in

forma liquida per effetto dei ricavi di vendita

Per scomporre il turnover calcoliamo la rotazione dell’attivo circolante, dei crediti,

del magazzino, .. cioè gli indici di performance dei singoli valori che compongono il

totale attivo. Pagina 22 Monday 26 February 2018

Lezione 37 - Analisi finanziaria, cioè del rischio finanziario

Indici di liquidità (valutazione equilibrio finanziario di tipo corrente)

 capacità/rischio finanziario a breve termine

Indici di solidità patrimoniale (indici di struttura e performance

finanziaria) capacità/rischio finanziario a medio/lungo termine

Pagina 23 Monday 26 February 2018

CURRENT RATIO (indice di liquidità corrente)

Attività a breve

Passività a breve

Indica se l’ammontare delle attività che ritorneranno in forma liquida entro un anno è

superiore ai debiti che nello stesso anno diventeranno esigibili

Normalmente, il quoziente è rassicurante/“positivo” se risulta > 2

Un modo alternativo è il calcolo del Capitale Circolante Netto Finanziario

CCNFin = Attività a breve – Passività a breve

Attenzione ai valori delle attività a breve:

- crediti tutti esigibili ?

- rimanenze tutte vendibili ?

- … Pagina 24 Monday 26 February 2018

INDICE DI LIQUIDITA’ IMMEDIATA (quick ratio)

Attività a breve (al netto delle scorte)

Passività a breve

Accettabili risultati tra 0,5 e 1; un risultato > 2 indica un eccesso di liquidità,

impiegata in modo inefficiente

(Se prendiamo i valori assoluti, determiniamo il margine di tesoreria)

Tale indici possono essere scomposti con:

a) Durata media dei crediti verso clienti

b) Durata media delle scorte di magazzino

c) Durata media dei debiti verso fornitori

a) e c) devono essere omogenei per garantire un equilibrio finanziario

Pagina 25 Monday 26 February 2018

Lezione 38 - Indici di struttura e performance finanziaria

Servono per determinare la solidità patrimoniale, quindi la capacità di far fronte ai

propri debiti nel medio/lungo periodo ed evidenziano l’eventuale grado di

indipendenza verso i terzi finanziatori.

Leverage

Grado di capitalizzazione

EBITDA Pagina 26 Monday 26 February 2018

Leverage Totale attivo

Capitale proprio

Indirettamente/visto al contrario significa che il capitale di terzi “copre” gran parte

del totale attivo; se si realizza questa situazione bisogna verificare se l’indice del

costo degli oneri finanziari rispetto ai ricavi netti è inferiore al reddito netto rispetto

ai ricavi netti (leva finanziaria)

 ROI Pagina 27 Monday 26 February 2018

Grado di capitalizzazione Capitale proprio

Debiti finanziari

Indica il grado di copertura che il capitale proprio garantisce agli impegni presi con

terzi.

Intensità del finanziamento = Posizione finanziaria netta

Ricavi netti

Posizione finanziaria netta =

debiti di carattere finanziario – attività finanziarie (liquidità immediate)

L’indicatore intensità del finanziamento esprime quindi il livello di indebitamento

necessario per realizzare un determinato livello di ricavi

Pagina 28 Monday 26 February 2018

EBITDA

L’EBITDA è calcolato come utile prima degli interessi, imposte, ammortamenti e

svalutazioni.

Può anche essere definito/interpretato come grado di copertura degli oneri finanziari

offerto dal MOL (Margine Operativo Lordo).

Un indice molto importante è EBITDA

Oneri finanziari

Altro indice interessante e utile è il grado/tasso di copertura delle immobilizzazioni

tecniche che è calcolato Capitale proprio

Immobilizzazioni tecniche

con il quale si verifica se il capitale proprio è sufficiente a finanziare le

immobilizzazioni. Pagina 29 Monday 26 February 2018

Lezione 39 - Equilibrio della struttura patrimoniale

In riferimento alla struttura patrimoniale, si considera

a) L’

equilibrio orizzontale = sincronia temporale tra fonti e impieghi

Quindi evidenzia l’equilibrio tra le varie voci delle attività e della passività

dello Stato Patrimoniale

I crediti dovrebbero essere uguali o superiori ai debiti a breve termine …

b) L’

equilibrio verticale = bilancio/equilibrio tra mezzi propri e mezzi di terzi …

pertanto riguarda il passivo patrimoniale

Il Patrimonio netto dovrebbe essere uguale o superiore ai debiti a breve e

medio/lungo termine Pagina 30 Monday 26 February 2018

Lezione 40 - Lettura integrata degli indici di redditività e struttura

La lettura integrata risulta molto utile per individuare le cause che hanno portato

determinati risultati, o per fornire indicazioni sulle leve di intervento per

raggiungere gli obiettivi fissati.

Viene pertanto scomposto il ROE per evidenziare il contributo di ogni singola area.

Per scomporre il ROE ci sono due metodi:

a) Approccio moltiplicativo

b) Approccio additivo (= formula Modigliani – Miller)

Approccio moltiplicativo

ROE = ROA x LEVERAGE x Incidenza gestione Extracaratteristica

Incidenza gestione extra caratteristica =

Rapporto netto

Reddito operativo

Punti critici approccio moltiplicativo:

- non viene considerato il contributo delle singoli gestioni finanziaria, tributaria,

straordinaria

- Impossibilità di capire se l’impatto della leva finanziaria sia positivo o

negativo … quindi di capire se l’effetto leva derivi da alto costo del denaro e

modesto indebitamento o viceversa

Approccio addittivo (formula Modigliani – Miller)

ROE = [ROA + (ROA – ROD) x MT / CN] x RN / RL

MT = mezzi di terzi RN = reddito netto

CN = capitale netto RL = reddito lordo (reddito operativo – oneri

Finanziari netti)

Pagina 31 Monday 26 February 2018

Lezione 41 - Indici di sviluppo

Mostrano le variazioni intervenute nelle più rilevanti poste di bilancio.

- Variazione % dei ricavi

- Variazione % CCN

- Variazione % costo dei dipendenti

- Variazione % valore aggiunto

- Variazione % reddito operativo

- Variazione % attivo netto

Pagina 32 Monday 26 February 2018


PAGINE

58

PESO

87.75 KB

AUTORE

Crikia95

PUBBLICATO

8 mesi fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Contenuti del corso:
Il corso fornisce innanzitutto un inquadramento sulla composizione del bilancio e sui principi di redazione. Successivamente, il corso si focalizza sugli strumenti idonei per la lettura e l’interpretazione del bilancio, partendo dalla riclassificazione dei prospetti, e terminando con la costruzione dei principali margini ed indici di liquidità, solidità e redditività, utili ad analizzare e giudicare le condizioni di equilibrio economico e finanziario dell’azienda. Il corso affronta inoltre il tema del rendiconto finanziario, delle principali metodologie di derivazione ed analisi dei flussi finanziari.


DETTAGLI
Corso di laurea: corso di Laurea in Economia e Commercio
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Crikia95 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Analisi di bilancio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ecampus - Uniecampus o del prof Caserio Carlo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Analisi di bilancio

Analisi di bilancio: domande esame
Appunto
Appunti Economia applicata
Appunto
Domande esame microeconomia
Appunto
Domande esame Macroeconomia
Appunto