Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

• Welfare State; 3 aspetti:

1) connesso a trasformazioni econ., sociali e

politiche della modernizzazione

2) risposta a bisogni, protezione contro rischi

tramite 3 modalità: a) assistenza

b) assicurazione c) sicurezza sociale

3) diritti sociali,

… e doveri di contribuzione (trasformazione

natura Stato; cfr. legittimazione e consenso)

a) Assistenza (pubblica/sociale): interventi condizionali

(bisogni manifesti e prova dei mezzi) targeted su

specifici individui o categorie; consistente anche se

ridotto da b) e c); protezione selettiva e residuale

b) Assicurazione sociale (obbligatoria): prestazioni semi-

standard, in forma automatica, sulla base di diritti/doveri

con modalità centralizzate e specializzate; presenza di

uno schema ass. obb, è indicatore di Welfare State;

inizialmente impostazione attuariale, con 2 caratteri:

obbligatorietà e finanziamento tramite contributi (non

profilo di rischio individuale); redistribuzione/ equità;

- con il tempo abbandono della formula attuariale

(premi): formule retributive e sistema ripartizione (e non

capitalizzazione)

c) Sicurezza sociale; diverse accezioni: USA

(1935) social security (schemi assicurativi

obb. vecchiaia, invalidità…); dal 1938 (N.Z.,

poi Rapporto Beveridge: cittadinanza; Svezia:

‘pensione popolare’) sistema di protezione a

tutta la pop.ne e prestazioni uguali, non

connesse a contribuzioni

PANORAMA STORICO

1) Instaurazione

• Dal 1600: poor relief; assistenza ai poveri; Poor laws;

• Fine ‘800: nascita stato sociale: assicurazioni

obbligatorie (spesso passando prima da una fase di ass.

volontaria): Germania (malattie, infortuni, vecchiaia),

poi Austria, Norvegia, Finlandia, … Italia (infortuni:

1898)

- infortuni: primo rischio ad essere oggetto di ass. in

molti paesi per ragioni culturali e politiche; poi malattia

e vecchiaia; ultimo (GB: 1919; molti solo dopo II

Guerra): disoccupazione (rottura pensiero liberale)

assistenza Stato sociale

prestazioni Elargizioni standardizzate

discrezionali,

occasionali

Modalità indifferenziate specializzate

istituzionali

destinatari immeritevoli, cittadini, diritti

stigma sociale,

Emarginazione

politica e sociale

livello locale nazionale

• Contemporaneità molti paesi europei: fattori

- cornice: integrazione classe operaia, disponibilità

risorse;

- specifici - politico.ist.li: a) monarchie autoritarie:

controllo sociale e auto-legittimazione; b) monarchie

parlamentari: dopo democratizzazione suffragio +

mutamento posizione partiti socialisti verso Stato

2) Consolidamento: periodo fra 2 Guerre

- esperienze e competenze acquisite nel 1 periodo

- ampliamento rischi coperti e segmenti pop.ne (es.

assegni familiari; pensione superstiti): da ass.ne

lavoratori a ass.ne sociale

- protezione minima in base a bisogni (svincolata da

contributi)

3) Espansione (dopoguerra): ampliamento della

protezione;

- modello universalistico (beveridgiano): estensione

verticale a tutta la pop.ne (senza prova dei mezzi);

schemi onnicomprensivi, generosi, formule

egualitarie, finanziati da fisco

- modello occupazionale (bismarckiano): pluralità

schemi professionali, formule differenziate, finanziati

da contributi

• forte crescita spesa 1945-75

• Meccanismo ripartizione pensioni

• Introduzione di schemi non assicurativi: assistenza

sociale

• Sviluppo sistemi sanitari sempre più articolati

4) Crisi: da metà anni ’70; nuovi problemi, venir meno dei

presupposti (rallentamento crescita econ., de-

industrializzazione, rapporti di genere -anche grazie a

welfare!-, processi demografici, aspettative crescenti,

integrazione UE pol. e econ.;

cfr. Tab. 1.2)

5) Riforma: adattamento alle sfide;

- contenimento spesa, ricerca di maggiore

efficacia/efficienza, riduzione prestazioni (sanità),

modifica regole (es. età pensionabile; rapporto con

contributi versati)

- ridefinizione (‘ricalibratura’) delle opportunità di

protezione sociale: ammortizzatori de-industrializzazione,

flessibilizzazione; immigrati; nuove povertà (es. famiglie

mono-genitori); vincoli integrazione europea e

globalizzazione competizione economica


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

18

PESO

26.57 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche, sociali e internazionali
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Analisi delle politiche pubbliche e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Lewanski Rodolfo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Analisi delle politiche pubbliche

Le politiche sociali, Ferrera - Appunti cap. 1
Appunto
Riassunto esame Analisi delle Politiche Pubbliche, prof. Lewanski, libro consigliato Politiche Sociali, Ferrera - cap. 2
Appunto
Riassunto esame Analisi delle Politiche Pubbliche, prof. Lewanski, libro consigliato Politiche Sociali, Ferrera - cap. 3
Appunto
Riassunto esame Analisi delle Politiche Pubbliche, prof. Lewanski, libro consigliato Politiche Sociali, Ferrera - cap. 4
Appunto