Che materia stai cercando?

Analisi dei medicinali I

L' analisi qualitativa stabilisce la natura dei costituenti di una miscela. Questo file tratta i metodi di analisi delle sostanze. tra cui:
- Analisi per via secca: saggio al filo di platino, saggio al coccio.
- Caratteristiche chimico-fisiche, tossicologiche, e reazioni analitiche dei principali cationi ed anioni in riferimento ai medicamenti riportati nella Farmacopea Ufficiale.

Esame di Analisi dei medicinali I docente Prof. N. Strappaghetti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ANALISI DEI MADICINALI I

Analisi qualitativa: stabilisce la natura dei costituenti della miscela, precede l’analisi quantitativa

che stabilisce la quantità in % dei costituenti stessi. Una reazione si dice selettiva quando da un

medesimo risultato per il minor numero di specie chimiche possibile.

SOLUZIONE: miscela omogenea di due o più sostanze;

FASE: porzione definita del sistema le cui proprietà intensive non variano da punto a punto o

variano con continuità. Un sistema costituito da una sola fase è detto omogeneo.

DISSOLUZIONE: portare in soluzione con solventi ,acqua o acidi, il materiale da utilizzare.

DILUIZIONE: viene diminuita la concentrazione della soluzione in esame.

PRECIPITAZIONE: operazione analitica che porta a formazione di una fase solida in seno ad una

soluzione. Posso avere precipitati cristallini (particelle distinte a forma regolare), microcristallini

(particelle piccole presenti solo al microscopio), fioccosi (fiocchi di forma e dimensioni irregolari

che si depositano lentamente), amorfi (formano una massa vischiosa come gelatina, che include

un notevole volume di liquido), granulari (piccole masse o granuli di forma irregolare ben

distinguibili che si depositano rapidamente). Il precipitato si può dividere dalla soluzione

mediante: filtri di carta, crogioli filtranti e centrifugazione (per la forza centrifuga il precipitato è

spinto sul fondo della provetta dove si deposita e il liquido limpido può essere decantato).

Analisi per via secca:

SAGGIO AL COCCIO:

- sost inorganica: non subisce nessuna alterazione, sublima o si scioglie senza alterarsi, si altera e

cambia colore e sviluppa fumi senza carbonizzare e sviluppare CO , (Lascia residuo e non diventa

2

nera);

- sost. Metallorganica: decompone con o senza fusione, annerisce e rimane un residuo bianco o

giallastro o colorato (parte inorganica);

- sost. Organica: fonde carbonizza senza lasciare residuo. Sublima con o senza fusione senza

lasciare residuo.

SAGGIO ALLA FIAMMA:

è un principio spettroscopico dovuto al fenomeno di assorbimento. si mette a contatto il sale con

HCl che è sul filo e si ottiene un cloruro, con il calore subisce poi una scissione omolitica che porta

ad un eccitazione degli elettroni esterni e questi passano dallo stato fondamentale allo stato

eccitato,non stabile, quindi ritornano sullo stato fondamentale. L’energia usata viene emessa

come lunghezza d’onda che se ricade nel campo del visibile, in base alla frequenza da una data

colorazione. Con il solfato di bario, BaSO , devo avere la trasformazione da solfato a solfuro con la

4

fiamma riducente, una volta trasformato passo il filo sulla fiamma ossidante e si ha lo stesso

processo precedente.

SAGGIO DI PERLE AL BORACE:

sfruttando particolari proprietà che hanno particolari Sali come la borace, di trasformarsi per

fusione in masse vetrose limpide e incolori, le quali rifuse in presenza di alcuni ossidi metallici

danno vetri di diverso colore. le varie colorazioni avvengono grazie al fatto che l’anidride borica,

B O , che si forma a seguito della decomposizione termica della borace, reagisce con gli ossidi

2 3

metallici producendo dei metaborati dei rispettivi cationi con colorazioni diverse.

(Na B O *10H O -°C-> 2NaBO + B O , CoO + B O Co(BO ) (azzurro)

2 4 7 2 2 2 3 2 3 2 2

TERMOCROMISMO:

Cambiamento reversibile del colore, è una transizione ordine-disordine, cioè un passaggio da una

fase solida ordinata ad un’altra fase solida a struttura disordinata tramite un cambiamento della

geometria di coordinazione del metallo.

Elementi del I gruppo: sono buoni conduttori di elettricità e calore, raggiungono la stabilità

cedendo l’ elettrone, hanno n ox 1. Si ossidano facilmente, configurazione elettronica s1. Vediamo

il litio, sodio e potassio. Sono elementi riducenti.

LITIO: i Sali di litio sono facilmente solubili in acqua. È usato come psicofarmaco, interviene nella

+ +

pompa Na /K , a dosi massicce può provocare disfunzione della tiroide o obesità, è teratogeno (in

gravidanza può partare a malformazioni del feto). un’intossicazione può portare a forme di

epilessia e coma. È necessario sospendere il trattamento a base di Sali di litio in caso di

intossicazione poiché non esiste uno specifico antidoto. Il carbonato di litio Li CO si presenta

2 3

come una polvere bianca, poco solubile in acqua fredda(mettere a b.m.) e insolubile in alcool.

Via secca: alla fiamma da una colorazione rosso carminio, se in presenza di Sali di sodio viene

mascherato dal giallo del sodio(usare vetrino blu che assorbe tutte le sue radiazioni).

Via umida: + 4= - 

- precipitazione come fosfato: 3Li + HPO + OH Li PO + H O si favorisce la reazione con

3 4 2

aggiunta di etanolo perché Sali poco solubili.;

+ 3= 

- precipitazione come carbonato: 2Li + CO Li CO anche qui si favorisce la reazione con

2 3

l’etanolo.

SODIO: è essenziale per l’organismo umano perché regola la pressione arteriosa, la pressione

osmotica e interviene nella pompa sodio/potassio. Si dice iponatriemia la diminuzione della

concentrazione di sodio nel sangue, l’aumento invece è detto ipernatriemia, entrambe

caratterizzate da un alterazione della pressione sanguigna o della diuresi. Un avvelenamento da

sodio x via endovena può provocare l’arresto del cuore in sistole. I Sali di sodio sono solubili in

acqua x questo molti medicinali sono trasformati in Sali di sodio. NaCl (reintegratore), Na SO

2 4

(alcalinizzante in preparazioni farmaceutiche), NaHCO (antiacido per via orale), Na HPO

3 2 4

(reintegratore e alcalinizzante dell’urina).

Via secca: - alla fiamma da un colore giallo intenso persistente visibile attraverso il vetrino blu di

cobalto, come conferma “mano cadaverica” , al coccio rimane inalterato.

Via umida: usare soluzioni molto concentrate.

- Precipitazione con esaidrossiantimoniato di potassio in ambiente basico per potassa e non per

+ - 

soda perché contiene sodio: Na + [Sb(OH) ] Na[Sb(OH) ] con sfregamento, perché poco

6 6

solubile, si ottiene un precipitato bianco; in ambiente acido si decompone il reattivo e si forma

- + +

l’acido antimonico [Sb(OH) ] + H H[Sb(OH) ] + H -> H SbO + 2H O.

6 6 3 4 2

POTASSIO: è importante per la funzione cardiaca, per la diarrea infantile, per la funzione renale, e

per la regolazione del sistema nervoso volontario. Per via orale non provoca danni, a contrario per

via endovena provoca effetti di tossicità fino alla morte. Un eccesso di potassio provoca un

iperkalemia, che provoca aritmia e fibrillazione cardiaca fino all’arresto cardiaco in diastole. Come

antidoto si usano i Sali di sodio che ripristina il rapporto fisiologico tra i due ioni. Una diminuzione

di ioni potassio porta ad una ipokalemia, che provoca astenia, anoressia, miocardite fino

all’arresto cardiaco in sistole. KCl (reintegratore), KAl(SO ) (astringente, emostatico).

4 2

Via secca: - alla fiamma da un colore violetto.

Via umida: -

- precipitazione con acido tartarico COOH-(CHOH) -COO a pH~4-5 per acido acetico. A pH > 7 si

2

forma il tartrato neutro di K, sale di Seignette idrosolubile; invece a pH 1-2 si riprotona l’acido

- + - +

tartarico. COOH-(CHOH) -COO + K COOH-(CHOH) -COO K (tartrato monoacido di potassio,

2 2

bianco).

- precipitazione con nitrito di sodio NaNO , solfato di cobalto CoSO in ambiente acido per

2 4 + +2

acido acetico, a ph basico ottengo la sua decomposizione. È una redox. 3K + Co + 7NO - +

2

+ 

2H K [Co(NO ) ] + H O + NO. (Co passa da +2 a +3, N passa da +3 a +2).

3 2 6 2

4+

IONE AMMONIO NH : è un acidificante diuretico, ha azione espettorante, è un analettico, in

concentrazioni elevate ha azione irritante.

Via secca: saggio al coccio: NH Cl sublima; NH NO -> N O + 2H O; (NH ) CO -> 2NH + CO + H O.

4 4 3 2 2 4 2 3 3 2 2

NH Cl (mucolitico, espettorante, disinfettante delle vie urinarie), (NH ) CO /(NH ) HCO

4 4 2 3 4 2 3

(espettorante, mucolitico, stimolanti respiratori e cardiaci), NH (stimolante respiratorio e

3

cardiaco).

via umida: 4+ +2 2- + 

- reazione redox a pH 4-5 con NaNO e CoSO : 3NH + Co + 7NO + 2H (NH ) [Co(NO ) ] +

2 4 4 3 2 6

H O + NO precipita l’esaidrossicobaltato di ammonio giallo cristallino.

2 - 4+

- reazione con acido tartarico in amb acido per acido acetico: COOH-(CHOH) -COO + NH

2

- 4+

 COOH-(CHOH) -COO NH tartrato monoacido di ammonio, bianco.

2 

- Se tratto un sale di ammonio con una base forte ad esempio NH NO + NaOH NaNO + NH +

4 3 3 3

H O, posso identificare l’ammoniaca NH con l’odore caratteristico, con la reazione alla tocca

2 3 - -2 +

 

(cartina al tornasole, carta imbevuta di reattivo di Nessler: HgI + 2I [HgI ] + 2K

2 4

K [HgI ]), quindi NH + 2 K [HgI ] + KOH ossidimercurioammonio di colore marroncino.

2 4 3 2 4

ACIDO BORICO H BO : in natura si trova allo stato solido, di colore bianco, poco solubile in acqua

3 3

fredda ma solubile in acqua calda. È usato come antisettico e astringente ed ha pH=4-5.

Via secca: -coccio: fonde formando una massa vetrosa, 3H BO HBO + B O + 4H O, - alla

3 3 2 2 3 2

fiamma: colorazione verde.

Via umida:

- reazione di esterificazione tra acido borico e alcool etilico CH OH, attivato da un acido minerale

3

H SO . Successivamente si incendiano i vapori e per la formazione del borato di etile si ha una

2 4 +

colorazione verde per la presenza del boro: H BO + 3CH OH --H --> (CH O) B + 3H O ,

3 3 3 3 3 2

 

(CH O) B + O B B + H O + CO .

3 3 2 2 2

3-3 ++ 

- con il bario: 2BO + 3Ba Ba (BO ) a pH=3-6 .

3 3 2 

- con glicerina: 2 CH OH-CHOH-CH OH + H BO CH OH

2 2 3 3 2

BORACE Na B O *10H O (tetraborato di sodio): antisettico batteriostatico solubile in acqua.

2 4 7 2

Intossicazione porta a nausea, vomito, spasmi fino a collasso cardiaco. lo possiamo ottenere per

disidratazione dll’acido borico. Na

via secca: -coccio: fonde/rigonfia formando poi una massa vetrosa. Na B O *10H O B O +

2 4 7 2 2 4 7

2NaBO

10 H O , Na B O + B O (si forma la massa vetrosa grazie alla presenza di anidride

2 2 4 7 2 2 3

borica e meta borato di sodio); -filo alla fiamma: verde usando H SO .

2 4

Via umida: 

- esterificazione: Na B O + 7H O 2NaOH + 4H BO anche qui si incendiano i vapori.

2 4 7 2 3 3

3-2 3-

CARBONATI E BICARBONATI: CO /HCO sono solubili in acqua quelli dei metalli alcalini, mentre i

loro bicarbonati sono poco solubili ; i carbonati dei metali alcalino-terrosi invece sono poco

solubile e sono invece solubili i loro bicarbonati. Sono usati come antiacidi gastrici, sistemi

tampone nell’organismo umano.

REAZIONI COMUNI:

Via secca: -coccio: alcuni rimangono inalterati, altri invece rimangono inalterati all’occhio umano

ma in realtà subiscono decomposizione, come il carbonato di calcio in cui si libera l’ossido di

calcio: CaCO CaO + CO .

3 2

Via umida: 32- + 3- +

 

- sviluppo di CO con HCl: CO + 2H CO + H O ; HCO + H CO + H O, ora utilizzo il

2 2 2 2 2

tubo da sviluppo e faccio gorgogliare l’anidride carbonica nell’acqua di barite e si formerà un

+

 

precipitato bianco, CO + Ba(OH) BaCO + H O, solubile in acido acetico BaCO + 2H

2 2 3 2 3

2+

Ba + CO + H O.

2 2

REAZIONI DISTINTIVE:

-pH:

carbonati PH>10

bicarbonati PH = 8 – 10 ;

- per aggiunta di un sale di magnesio: carbonato: ottengo un precipitato bianco che è il

32- 2+ 

carbonato di magnesio: CO + Mg MgCO ; bicarbonato: si forma il bicarbonato di

3

magnesio , idroinsolubile, che messo a bagno maria precipita il carbonato di magnesio

3- 2+ 

idrosolubile: 2HCO + Mg Mg(HCO ) –>T-> MgCO + CO + H O.

3 2 3 2 2

- decolorazione della fenoftaleina: (la fenoftaleina è un indicatore cromatico, che ha punto di

viraggio intorno a 9, cioè l’istante in cui l’indicatore subisce una variazione di colore). Se la

soluzione è a ph 9 si ha la decolorazione di essa e capisco che ho un bicarbonato, se ho ph 10-

11 non ho la decolorazione della soluzione e capisco che ho un carbonato.

- 3- -

- disprporzione dello iodio I : 6OH + 3I IO + 5I + 3H O , alla soluzione aggiungo metilene

2 2 2

cloruro CH Cl che per maggiore densità si stratifica sul fondo e una goccia di I : -carbonati

3 2 2

decolorano il cloruro di metilene; -bicarbonati si colora di viola.

2+

MAGNESIO Mg : è importante per la funzione neuro-muscolare, IPOMAGNESEMIA porta

irritabilità del S.N.C. e modifiche al livello del muscolo scheletrico cardiaco. IPERMAGNESEMIA

porta alla formazione di calcoli renali, ha effetti ipnotici e analgesici, e debolezza muscolare.

L’intossicazione può portare ad una paralisi respiratoria e coma. MgCO (antiacido), MgO

3

(antiacido), MgSO (purgante), MgCl (reintegratore), Mg (PO ) (costituente dei denti e delle

4 2 3 4 2

ossa).

via secca: no.

via umida: 2+ 4+ 4-3 

- tampone ammoniacale con o senza ione ammonio con Na HPO : - Mg + NH + PO

2 4

+2 42- 

MgNH PO (fosfato di ammonio e magnesio, bianco), -Mg + HPO MgHPO (fosfato acido

4 4 4

di magnesio, bianco gelatinoso). –precipitazione come carbonato a ph>7, i reattivi sono

+2 3-2 

Na CO e (NH ) CO : Mg + CO MgCO (carbonato di magnesio, bianco).

2 3 4 2 3 3 +2 - 

- precipitazione come idrossido a pH>12: Mg + 2OH Mg(OH) bianco, per rendere la

2

reazione selettiva aggiungo qualche goccia di giallo di Tiazolo, che viene assorbito sull’interfase

colloidale, e da una colorazione rossa.

2+

CALCIO Ca : presente nelle ossa, nei denti e nei liquidi biologici. IPOCALCEMIA porta convulsioni ,

malattie ossee e predisposizione a carie, emorragie e tachicardia. IPERCALCEMIA porta calcolosi

renale per formazioni di Sali poco solubili. CaCl (reintegratore), Ca(OH) e CaCO (antiacido), CaSO

2 2 3 4

(usato nelle ingessature), CaHPO (anticarie), Ca (PO ) (eccipiente).

4 3 4 3

via secca: -fiamma: arancio-rosso a sprazzi, -coccio:inalterato.

via umida:

- precipitazione come come carbonato a ph>7 con un eccesso di reattivo (NH )CO perché

4 3

2+ 32- 

reversibile: Ca + CO CaCO bianco.

3 2+ 42-

- precipitazione come ossalato a ph 5-6 usando l’ossalato di ammonio (NH ) C O : Ca + C O

4 2 2 4 2

 CaC O ossalato di calcio, bianco, solubile in HCl.

2 4 2+ 4-2 

- precipitazione come fosfato monoacido con K HPO in soluzione neutra: Ca + HPO

2 4

CaHPO fosfato monoacido di calcio, bianco.

4

- precipitazione come esacianoferrito di ammonio calcio e potassio (non è selettiva), uso

2+ + 4+

ferrocianuro di potassio K [Fe(CN) ] in presenza di ammonio cloruro: Ca + K + NH +

4 6

-4 

[Fe(CN) ] CaKNH [Fe(CN) ] esacianoferrito di ammonio potassio e calcio, bianco.

6 4 6

2+

BARIO Ba : i Sali di bario sono molto tossici. BaCl (molto tossico, provoca vomito, diarrea,

2

emorragie, e arresto cardiaco. come antidoto si usa il solfato di sodio o di magnesio Na SO o

2 4

MgSO ), BaSO (usato come radiopaco nelle radiografie).

4 4

via secca: -coccio: no, -filo: verde pallido.

via umida: 2+ 42- 

- precipitazione come solfato con H SO : Ba + SO BaSO bianco,altamente insolubile in

2 4 4 

acqua e acidi minerali, tranne in acido solforico: BaSO + H SO Ba(HSO ) in cui si

4 2 4 4 2

solubilizza parzialmente. 2+ 32- 

- precipitazione come carbonato con (NH ) CO : Ba + CO BaCO bianco.

4 2 3 3

3-

NITRATI NO : NaNO (conservanti delle carni essiccate), KNO , NaNO (agiscono contro il

3 3 3

botulismo). I nitrati sono usati contro l’avvelenamento da cianuri associati al nitrito a al tiosolfato.

2- 2+ + 3+ - 32- - 32-

 

NO + Fe + 2H Fe + NO + H O , CN + S O S-CN + SO .

2 2

via secca: no;

via umida: (sono reazioni redox):

- reazione che porta alla formazione dell’anello nitrosilico con FeSO e H SO , dovuto allo ione

4 2 4

complesso. Non uso HCl perché è un riducente ed entra in competizione con lo ione ferroso.

3- +2 + 3+

NO + 3Fe + 4H NO + 3Fe + 2H O (vi è la riduzione di N da +5 a +2 e l’ox di Fe da +2 a +3

2

+3 +3 +2

 

e si libera ossizo di azoto), Fe + xNO + yH O [Fe(NO) (H O) ] e Fe + xNO + yH O

2 X 2 Y 2

+2

[Fe(NO) (H O) ] (x e y=6) .

x 2 y +2 +3

- reazione con la lega di Devarda, miscela di 3 elementi Zn , Al e Cu che funge da

3- - - 3-

catalizzatore), in amb basico per soda: NO + 6H O + 8e NH + 9OH (NO si riduce in NH ,

2 3 3

N passa da +5 a -3. Ad ossidarsi sono i metalli della lega di devarda, Al passa da 0 a +3 e Zn

- +3 - - - +2 - -2

   

passa da 0 a +2 : Al + 3e Al + 4OH [Al(OH) ] ; Zn + 2e Zn + 4OH [Zn(OH) ]

4 4

zinco e alluminio si stabiliscono come ioni complessi , tetraidrossi alluminato e zincato. Uso

soda perché con l’idrossido di sodio non si forma NH . Si mette in evidenza lo sviluppo di

3

ammoniaca con la reazione alla tocca: (cartina al tornasole, carta imbevuta di reattivo di

- -2 +

  

Nessler: HgI + 2I [HgI ] + 2K K [HgI ]), quindi NH + 2 K [HgI ] + KOH

2 4 2 4 3 2 4

ossidimercurioammonio di colore marroncino). - -

ALOGENURI: hanno proprietà ossidanti e il più ox è il fluoruro: E° F /F = +2.85v; E°Cl /Cl = +1.36v ;

2 2

- -

E° Br /Br =+1.09v; E°I /I =0.54v.

2 2

FLUORURI: hanno proprietà antibatteriche, anticoagulanti, antisettiche, è un elemento strutturale

delle ossa e dei denti . una carenza di fluoruro porta a fragilità ossea, dentale e predisposizione

alla carie. Con soli 5g si può avere una grave intossicazione che provoca vomito, dolori

addominali, convulsioni e morte per paralisi respiratoria e cardiaca. Come antidoto si usano i Sali

di calcio che precipitano il fluoruro come fluoruro di calcio. Un abuso di fluoro può portare ad una

fluorosi dentale che porta ad un ingiallimento dello smalto e irritazione al livello gastroenterico.

NaF (anticarie), SnF (fluorurante in paste dentifrice).

2

via secca: no.

via umida: 2+ - 

- precipitazione come sale di calcio CaF a ph 4-5 usando calcio cloruro: Ca + 2F CaF

2 2

3+ 

bianco, fluoruro di calcio. Se lo faccio reagire con un sale ferrico ottengo: 3CaF + Fe

2

3- 2+

[FeF ] + 3Ca esafluoruro ferrico.

6 

- reazione caratteristica, reazione di attacco alla silicie SiO con H SO : 2NaF + H SO Na SO

2 2 4 2 4 2 4

+ 2HF (acido fluoridrico), 6HF + SiO H SiF + 2H O (acido esafluorosilicico), non è stabile e si

2 2 6 2 

decompone in: H SiF –T--> 2HF + SiF (tetra fluoro silicio) (HF torna in circolo); 3SiF + 4H O

2 6 4 4 2

H SiO + 2H SiF a contatto con l’acqua precipita l’acido orto silicico, bianco.

4 4 2 6

- saggio con la lacca di zirconio e alizarina, la lacca, di colore rosso, è un complesso di zirconio

- + 

più il sale di sodio dell’acido alizzarin-solforico: lacca zr-ac. Alizzarin-solforico + 6F + H

-2

[ZrF ] + acido alizzarinsolforico (giallo). Il fluoruro stacca lo zirconio e si forma

6

l’esafluorozirconato, più stabile, e per la liberazione di acido alizzarinsolforico si ha la

colorazione gialla.

-

CLORURO Cl : è un potente battericida, forte ossidante. Regola la pressione osmotica, interviene

nella trasmissione degli impulsi nervosi, è presente nei succhi gastrici. Una carenza di cloruro

provoca crampi muscolari. I vapori di HCl sono irritanti per le vie respiratorie, l’ingestione provoca

seri danni come ustioni, fino ad emorragie e stato di shock.

via secca: no.

via umida: + - 

- precipitazione come sale di argento in ambiente acido per HNO (non selettiva): Ag + Cl

3

-10

AgCl bianco fioccoso (Ks=10 ), si può risolubilizzare in tiosolfato di sodio Na S O : AgCl +

2 2 3

-3

Na S O --> [Ag(S O ) ] tiosolfoargentato ;

2 2 3 2 3 2 +

- precipitazione in idrossido o carbonato di ammonio : AgCl + NH OH / (NH ) CO [Ag(NH ) ]

4 4 2 3 3 2

-

+ Cl diamminoargentato.

- reazione redox con permanganato di potassio (KMnO ), il permanganato ossida qualsiasi

4

specie riducente e da viola si decolora, uso acido solforico perché lavorando con un cloruro nn

posso usare acido cloridrico, e nemmeno acido nitrico perché è un ossidante ed entra in

- 4- + 

competizione con l’altro agente ossidante, il permanganato; 10Cl + 2MnO + 16H 5Cl +

2

+2

2Mn + 8H O si libera cloro sottoforma di gas che posso identificare con la reazione alla tocca

2 - - -

con salda d’amido e iodio o bromo: 2Br + Cl -> Br + 2Cl colorazione gialla; 2I + Cl + -> I +

2 2 2 2

-

2Cl colorazione blu notte. Il bromuro/ioduro è stato ossidato a bromo/iodio dal cloro, che è

stato ridotto a cloruro, così la reazione diventa selettiva.

-

IPOCLORITO ClO : ha un azione antisettica a basse concentrazioni, è molto tossico e come antidoto

- 32- - 42- +

si può usare il tiosolato di sodio (redox): 4ClO + S O + H O 4Cl + 2SO + 2H .

2 2

-

BROMURO Br : ha un azione sedativa e antiepilettica, usati anche come deprimenti sessuali.

L’eccesso di assunzione di bromuro è detto bromismo e comporta depressione mentale, perdita

della memoria e debolezza muscolare. HBr (gas soffocante), KBr, NaBr, CaBr , NH Br (sedativi e

2 4

deprimenti sessuali, antiepilettici).

via secca:no.

via umida:


PAGINE

15

PESO

627.88 KB

AUTORE

sarahlog

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in farmacia (a ciclo unico - 5 anni)
SSD:
Università: Perugia - Unipg
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher sarahlog di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Analisi dei medicinali I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Perugia - Unipg o del prof Strappaghetti Nicola.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in farmacia (a ciclo unico - 5 anni)

Interpretazione dello spettro IR – segnali di assorbimento caratteristici dei principali gruppi funzionali
Appunto
Rifrattometria e polarimetria
Appunto
Risonanza Magnetica Nucleare
Appunto
Analisi dei Medicinali 4 - procedura analisi per via Secca
Appunto