Che materia stai cercando?

Analisi degli alimenti - Appunti parte due Appunti scolastici Premium

Appunti di Analisi degli alimenti per l’esame del professor Gomes (seconda lezione). Gli argomenti che sono trattati sono i seguenti: l'estrazione liquido-liquido, il volume dell’acqua, la parte di sostanza che resta nell’acqua dopo la seconda estrazione, il refrigerante,

Esame di Analisi degli Alimenti docente Prof. T. Gomes

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

C.I ANALISI DEGLI ALIMENTI

19/09/2012

Vediamo ora un estrattore per liquidi più pesanti dell’acqua come il cloroformio.

Nel pallone A mettiamo il solvente di estrazione e in D dell’acqua.

Riscaldandolo, non va in E perché è chiuso (ho messo l’acqua), va

in B, si refrigera come detto prima e cade in D, SOTTO ALL’ACQUA.

Quando l’acqua arriva alla stessa altezza del braccio E per il

principio dei vasi comunicanti il solvente torna in A con la sostanza

estratta (di norma molecole organiche molto grandi), come da

disegno. Lasciando funzionare per più ore abbiamo lo stesso

risultato di prima.

Ora vediamo l’estrazione solido-liquido con estrattore Soxhlet.

All’interno c’è un contenitore di cartoncino poroso dove metto la sostanza. Sopra metto un

batuffolo di ovatta. Metto il solvente nel pallone. Il vapore segue le

freccette attraverso il braccio laterale. Arriva al refrigerante dove

arriva acqua fredda. Il solvente condensa e comincia a gocciolare.

Va a finire sul cartoccio dove si accumula. La sostanza da estrarre

viene estratta per percolazione perché cade il solvente e per

immersione perché si trova nel solvente. Come gli estrattori per

l’olio industriali: soltanto che questo usa tutte e due le tecniche. I

livello del solvente va sempre aumentando fino a raggiungere il

sifone a sinistra. II sifone scarica il solvente nel pallone quando è

ala stessa altezza del livello d’acqua(stesso principio visto in

precedenza (vasi comunicanti)), procedendo così per diverse ore la

sostanza è completamente estratta.

Ieri abbiamo visto un’estrazione per la pasta di olive (però

contenuto in acqua, ora calcoliamo contenuto in grassi). Dalla

capsula mettiamo la pasta di olive che avevamo frantumato in un

becker. Sia la capsula che la bacchetta sono trattati con solvente per pulirli.

Smontando il refrigerante posso togliere il solvente esausto. Il pallone lo metto in stufa per una

mezz’ora e poi in evaporatore in maniera tale da sapere il peso del contenuto senza solvente, per

sapere cioè il peso di cosa ho estratto.

La percentuale di grassi sarà G%= *100

P1 peso pasta di oliva introdotta con capsula, P0 peso della capsula, P4 è il peso del pallone più ciò

che ho estratto, P3 è il peso del pallone vuoto.

Sminuzzare il campione, omogenizzarlo, essiccarlo, metterlo nel cartoccio di estrazione, far

procedere l’estrazione. Questo è un metodo per capire i grassi, posso usarlo per quasi tutto, è il

Dream Team | Facoltà di Agraria: Scienze e Tecnologie alimentari III anno 6


PAGINE

4

PESO

584.47 KB

AUTORE

piermath

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecnologie alimentari
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher piermath di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Analisi degli Alimenti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Gomes Tommaso.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Analisi degli alimenti

Analisi degli alimenti 1 - Appunti
Appunto
Analisi degli alimenti - Appunti parte tre
Appunto
Analisi degli alimenti 4
Appunto
Riassunto esame Produzioni Erbacee e Qualità delle Materie Prime, prof. Montemurro
Appunto