Quando inizia il test in Professioni sanitarie 2019

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
soft skills

L’attesa di tutti gli iscritti al test di ingresso 2019 in Professioni sanitarie è quasi giunta al termine: mercoledì 11 settembre 2019 migliaia di studenti in tutta Italia affronteranno la temuta prova di ammissione che, essendo a numero chiuso, permetterà l’accesso soltanto a 25.365 candidati in uno dei corsi di laurea scelti all’interno delle Professioni sanitarie.

Test in Professioni Sanitarie 2019: inizio e durata


La prova per tutti inizierà alle ore 11:00 anche se, come specificato dai relativi bandi universitari, i candidati sono tenuti a presentarsi presso l’ateneo già alle ore 08:00 per completare in tempo le procedure di accettazione e di identificazione e permettere quindi l’inizio puntuale della prova. Dall'orario di inizio, il tempo massimo a disposizione per completarla sarà pari a 100 minuti.

Guarda anche:


Test Professioni Sanitarie 2019: cosa si deve portare


Il giorno del test, nonostante l’agitazione e la fretta di arrivare in tempo, i candidati devono assolutamente ricordare di portare i seguenti documenti o non potranno svolgere il test:

    Documento di identità o passaporto: è essenziale per le procedure di riconoscimento. La patente a volte non viene accettata quindi è meglio non rischiare e presentarsi muniti di carta di identità o di passaporto;
    Ricevuta di iscrizione al test in Professioni Sanitarie 2019;
    Ricevuta di pagamento della tassa di iscrizione al test in Professioni Sanitarie 2019.


Test in Professioni Sanitarie 2019: struttura e punteggio


Il test si compone di 60 domande a risposta multipla con cinque opzioni di risposta suddivise nelle seguenti materie:

    • 12 domande di Cultura generale;
    • 10 domande di Ragionamento logico;
    • 18 domande di Biologia;
    • 12 domande di Chimica;
    • 8 domande di Fisica e Matematica.

Il punteggio assegnato a ciascuna risposta sarà calcolato secondo i seguenti criteri:

    1,5 punti per ogni risposta corretta;
    -0,4 punti per ogni risposta sbagliata;
    0 punti per ogni risposta non data.

A differenza di altri test come quello di Medicina, anche se la data di svolgimento è nazionale, non si può dire lo stesso del contenuto specifico delle domande che invece è gestito autonomamente dai singoli atenei. Lo stesso vale per le soglie minime di punteggio che differiscono non solo dalle singole ramificazioni delle professioni sanitarie ma anche dai parametri di giudizio adottati dalle singole università.
Si può comunque affermare che in generale il punteggio minimo per Infermieristica si aggira intorno ai 30 punti, per Ostetricia e Dietisticaintorno ai 35 e per Fisioterapia e Logopedia intorno ai 50.
Il punteggio massimo a cui aspirare è invece per tutti pari a 90 punti.

Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta