Test ingresso Logopedia 2019: tutto sulla prova di ammissione

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Test ingresso Professioni Sanitarie 2016 Logopedia

Quella di Logopedista è una delle professioni sanitarie più ambite e ricercate dalle aspiranti matricole. Basti pensare che, in media, per ogni posto disponibile ci sono dieci domande d’iscrizione. Per accedere ai corsi di Logopedia attivi nelle diverse università d'Italia, è necessario superare il test ingresso Logopedia 2019, lo stesso che si deve sostenere per accedere a tutte le professioni sanitarie. Logopedia, infatti, è un corso di laurea triennale a numero chiuso, i cui posti disponibili sono definiti a livello nazionale dal Ministero dell’Istruzione, assieme a quelli delle altre professioni sanitarie. Come per tutte le professioni sanitarie 2019, anche il test in fisioterapia è (a differenza di quello per medicina) gestito localmente dalle singole università. Ogni Regione infatti ha una quota differente di posti. Sono dunque gli atenei a decidere il contenuto delle domande, sulla base dei programmi e delle linee guida ministeriali. Saranno, poi, le stesse università a stabilire la graduatorie finali da cui attingere per le immatricolazioni.

Guarda anche:

Test Logopedia 2019: data e modalità di svolgimento

Il test professioni sanitarie 2019 è comune a tutte le prove di ammissione nelle Professioni sanitarie; per tutti gli atenei quindi si terrà in contemporanea in un unico giorno: mercoledì 11 settembre 2019 alle ore 11.00, così come indicato dal bando del Miur sulle professioni sanitarie 2019. Gli atenei privati, invece, sceglieranno autonomamente la data, in ogni caso sempre entro la prima metà del mese di settembre. In ogni caso, l'iscrizione al test di ammissione avverrà in via telematica seguendo le indicazioni nei bandi pubblicati dai vari atenei.
Il tempo a disposizione per svolgere il test in Logopedia 2019 è pari a 100 minuti in cui si dovrà rispondere a 60 quesiti con 5 opzioni di risposta ciascuno. In particolare, le domande saranno così distribuite:
  • 12 quesiti di cultura generale;
  • 10 di ragionamento logico;
  • 18 quesiti di biologia;
  • 12 quesiti di chimica;
  • 8 quesiti di fisica e matematica.
Il calcolo del punteggio invece sarà così articolato:
  • 1,5 punti per ogni risposta esatta;
  • -0,40 punti per ogni risposta errata;
  • 0 punti per ogni risposta non data.
Dopo la prova, ogni università, redigerà la propria graduatoria e inviterà gli studenti – in ordine di classifica – a iscriversi nella sede prescelta.

Posti disponibili professioni sanitarie: posti logopedia 2019

Complessivamente, nelle varie università pubbliche italiane, per l’anno accademico 2019/2020 sono stati banditi 771 posti disponibili per il corso di laurea triennale in Logopedia.

Guarda qui tutti i posti disponibili per Logopedia 2019/2020


Ammissione Logopedia 2019: professioni sanitarie della riabilitazione

Il test logopedia 2019 o, meglio, il test professioni sanitarie permette l'accesso a Logopedia, un corso di laurea triennale che fa parte della classe L/SNT2 - Professioni Sanitarie della Riabilitazione - che comprende anche i corsi di Educazione professionale, Fisioterapia, Ortottica ed assistenza oftalmologica, Podologia, Tecnica della riabilitazione psichiatrica e Terapia della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva. Questi corsi alternano lezioni in classe e ore di tirocinio a contatto con i pazienti. La laurea triennale in Logopedia è abilitante alla professione di Logopedista, ma è possibile proseguire gli studi con la laurea magistrale in Scienze Riabilitative. Tuttavia, è necessario superare un ulteriore test ingresso per accedere alla laurea magistrale.

Test ingresso Logopedia 2019: gli sbocchi professionali

Chi supera il test logopedia 2019 può immatricolarsi al corso di laurea, fare gli esami e prendere il tanto agognato diploma di laurea in Logopedia.
I laureati in Logopedia possono svolgere, in autonomia o in collaborazione con altre figure sanitarie, interventi di prevenzione, cura e riabilitazione. In riferimento alla diagnosi ed alle prescrizioni dei medici elaborano, anche in equipe multidisciplinare, un programma di riabilitazione volto all'individuazione ed al superamento del bisogno di salute del malato. Praticano autonomamente attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità comunicative e cognitive, utilizzando terapie logopediche di abilitazione e riabilitazione della comunicazione e del linguaggio, verbali e non verbali; propongono l'adozione di ausili, ne addestrano all'uso e ne verificano l'efficacia; svolgono attività di studio, didattica e consulenza professionale nei servizi sanitari e in quelli ove si richiedono le loro competenze professionali; verificano le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale. Svolgono la loro professione in strutture sanitarie, pubbliche o private, come dipendenti o liberi professionisti.
Come stabilisce l'atto ministeriale del Miur, i professionisti in logopedia si occupano quindi di svolgere "la loro attività nella prevenzione e nel trattamento riabilitativo delle patologie del linguaggio e della comunicazione in età evolutiva,adulta e geriatrica. L’attività dei laureati in logopedia è volta all'educazione e rieducazione di tutte le patologie che provocano disturbi della voce, della parola, del linguaggio orale e scritto e degli handicap comunicativi".

Test Logopedia: graduatoria preferenza o punteggio

Le graduatorie per stabilire i candidati del test professioni sanitarie 2019 ammessi possono essere stilate in 2 modi differenti:

- Graduatoria per preferenza: se l'ateneo stila la graduatoria in questo modo, la prima scelta tra i corsi di laurea preferiti prevale sul punteggio totale. Ogni ateneo, in sintesi, compila differenti graduatorie per ogni singolo corso di laurea, sulla base dell'ordine di preferenze indicato dai candidati. Per il test di Logopedia, ad esempio, verrà stilata una prima graduatoria tra coloro che hanno indicato come prima scelta per l'appunto Logopedia. I restanti posti saranno divisi, in base al punteggio, tra coloro che hanno scelto Logopedia come seconda scelta, e così via. In questo modo si hanno più probabilità, in caso di punteggio alto, di entrare nel corso di laurea preferito. Di contro, è più difficile entrare nei corsi di laurea di seconda e terza preferenza.

- Graduatoria per punteggio: quando, invece, per la graduatoria il punteggio totale prevale sul criterio della prima scelta, l'ateneo compila una graduatoria generale sulla base del punteggio di ognuno dei partecipanti al test di ingresso professioni sanitarie. Partendo dal punteggio più alto, si assegnano i posti disponibili seguendo l'ordine di preferenza indicato al momento dell'iscrizione. Questo tipo di graduatoria tende a premiare il punteggio finale e dà pari probabilità di entrare per le preferenze indicate.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Seguici e lo scoprirai!

20 novembre 2019 ore 15:30

Segui la diretta