Risultati test Architettura 2019: graduatoria e punteggi per ogni ateneo

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Punteggio del test Architettura 2019: tutte le informazioni utili e le prossime date utili


Gli 8.242 aspiranti architetti che lo scorso 5 settembre 2019 hanno svolto il test di ingresso in Architettura 2019 per conquistarsi uno dei 6.802 posti disponibili per l’anno accademico 2019/20 in partenza, oggi 19 settembre 2019 finalmente conosceranno il punteggio totalizzato. Sono infatti stati pubblicati dal Miur i risultati anonimi del test.
Ma l’apprensione per gli iscritti non finisce certo qui! Ci sono infatti altre date importanti da segnare in agenda come i giorni di pubblicazione degli elaborati corretti, della graduatoria e dei successivi scorrimenti. Vediamo insieme allora quali sono le prossime tappe obbligate che scandiscono il percorso di accesso al corso in Architettura 2019.

Accedi alla tua area riservata su Universitaly per scoprire i risultati

Guarda anche:

Risultati test architettura 2019: pubblicazione Miur. I dati su punteggi e idonei

I candidati che hanno sostenuto la prova il 5 settembre scorso sono stati 6.897 (le domande pervenute erano state 8.242). Gli idonei, quelli che hanno totalizzato i 20 punti minimi necessari per concorrere alla graduatoria nazionale e alla distribuzione dei posti disponibili, quest’anno sono 5.730, l’83,08% del totale.
I candidati hanno dovuto rispondere a 60 quesiti in 100 minuti. Il punteggio medio nazionale registrato fra coloro che sono risultati idonei è di 33,82. Il punteggio medio più alto a livello di ateneo è di 51,25 presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. In due atenei viene registrata la percentuale di idonei più alta (100%): l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”.
Il punteggio più alto è stato conseguito presso il Politecnico di Milano (77,5). I primi 100 classificati sono concentrati in 13 atenei. Quelli che hanno avuto più candidati tra i primi 100 sono l’Università Mediterranea di Reggio Calabria (30), il Politecnico di Milano (20), l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” (19).

Come consultare i risultati del test in Architettura 2019

L’ente a cui è affidato il compito di valutare le prove è il CINECA che, sul portale Universitaly ha pubblicato la lista anonima dei candidati. Per visualizzare i punti totalizzati infatti, basta accedere all’area riservata inserendo le proprie credenziali (email e password), e dopo aver selezionato l’università in cui si è svolto il test sarà possibile visualizzare l’elenco dei candidati ordinati secondo il personale codice etichetta assegnato ad ognuno il giorno della prova all'interno della scheda anagrafica.
Coloro che abbiano dimenticato o perduto il codice etichetta avranno comunque il diritto e la possibilità di consultare i risultati ma per farlo dovranno attendere fino al 27 settembre 2019, giorno in cui sempre sul portale online Universitaly, sarà disponibile la lista con i nominativi dei candidati, i relativi punteggi e i compiti corretti.

Per accedere alla tua area riservata di Universitaly clicca qui

Il calcolo del punteggio per il test di Architettura 2019

Il test formato da 60 domande a risposta multipla viene valutato secondo determinati criteri:
    1,5 punti per ogni risposta corretta;
    -0,4 punti per ogni risposta sbagliata;
    0 punti per ogni risposta non data.

Il punteggio massimo a cui poter aspirare, avendo risposto correttamente a tutti i 60 quesiti, è pari a 90 punti mentre la soglia minima per essere considerati idonei è fissata a 20 punti.
In caso di parità di punti, il Miur ha stabilito che ‘Per la graduatoria dei corsi di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico direttamente finalizzati alla formazione di Architetto prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di cultura generale e ragionamento logico, storia, disegno e rappresentazione, fisica e matematica. In caso di ulteriore parità, prevale il candidato anagraficamente più giovane’.
È importante distinguere il concetto di idoneità con quello di ammissione in quanto alla prima non consegue necessariamente la seconda. Solo gli idonei collocati fra le posizioni più alte della graduatoria, fino all’esaurimento dei posti disponibili, avranno infatti accesso al corso di laurea in Architettura 2019.

Test Architettura 2019: date utili e graduatoria nazionale

Una volta consultati i punteggi disponibili da oggi 19 settembre 2019, il 27 settembre, come anticipato, collegandosi sempre sul portale Universitaly sarà possibile visualizzare l’elenco con i nomi dei candidati comprensivo del punteggio totalizzato e degli elaborati corretti.
Per visualizzare la graduatoria nazionale di merito invece bisognerà attendere fino al 1° ottobre 2019 in cui saranno elencati solo gli idonei, cioè coloro che abbiano totalizzato almeno 20 punti, suddivisi fra assegnati e prenotati.

Test Architettura 2019: idonei assegnati o prenotati?

Nella graduatoria nazionale attesa il 1° ottobre 2019 saranno distinti due categorie di idonei:
    Idonei assegnati: sono i candidati che hanno ottenuto un punteggio talmente alto da essere i vincitori immediati di un posto nell’università indicata come prima scelta. Possono dunque procedere subito con l’immatricolazione al corso di laurea entro 4 giorni, altrimenti saranno cancellati dalla graduatoria, perdendo quindi ogni diritto all’iscrizione;
    Idonei prenotati: sono i candidati che risultano destinatari di un posto nell’università indicata non come prima scelta. Possono dunque scegliere di immatricolarsi a quella assegnata entro 4 giorni, oppure aspettare i successivi scorrimenti di graduatoria. In tal caso entro 5 giorni dovranno comunque manifestare il proprio interesse a rimanere nella graduatoria o ne saranno cancellati.

La graduatoria del test di Architettura 2019: gli scorrimenti

Gli scorrimenti di graduatoria avranno inizio il 9 ottobre 2019. Ma cosa si intende per scorrimento di graduatoria? Come suggerisce la parola, lo scorrimento rappresenta un rimescolamento, una scalata dei posti. Dopo la prima graduatoria attesa per il 1° ottobre infatti, eliminando i rinunciatari e gli immatricolati sarà possibile stilare nuove graduatorie fra gli idonei prenotati che potranno scegliere di immatricolarsi nei posti assegnati o di attendere altri scorrimenti nella speranza di ottenere un posto in una sede migliore.

Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci

12 dicembre 2019 ore 15:30

Segui la diretta