Genius 38316 punti
Gli uomini dell’epoca, attraverso spiegazioni in chiave religiosa, prendono coscienza della realtà sociale del proprio tempo, a volte anche in maniera profonda, nell’unico modo allora per essi possibile, in quanto è la religione che durante tutto il Medioevo ed oltre fornisce loro l’unico linguaggio attraverso cui diventino esprimibili sentimenti collettivi e valutazioni complessive dell’ordine sociale. Esprimendosi, dunque, per mezzo di immagini e nessi tratti dalle credenze religiose, la mentalità popolare dell’epoca non ha dubbi che l’immane catastrofe costituita dalla peste abbia una sola spiegazione, cioè l’ira di Dio. Questa spiegazione della peste, però, non vale a contrastarne gli effetti, per cui tende ben presto a tradursi in profezie sull’imminente fine del mondo, in fughe eremitiche e in miti consolatorii. La religione come pratica sociale tende perciò sempre più ad identificarsi con un insieme di credenze superstiziose e di riti intesi in modo esteriore e magico, e sempre meno con una fede interiore. L’organizzazione ecclesiastica, per quanto oggetto di quasi universale discredito a causa della sua mondanità e della sua corruzione (siamo in piena epoca avignonese), trae tuttavia vantaggio da questa evoluzione della mentalità religiosa. Infatti, da un lato non è minacciata dalla fede di chi fugge dalla vita associata isolandosi, e sottraendosi, in tal modo, ad ogni impegno di denuncia; e dall’altro lato, può rafforzare il suo potere e le sue stesse finanze sfruttando le esigenze di rassicurazione delle masse disperate. Papa Clemente VI (1342-1352), ad esempio, riduce di cinquant’anni l’intervallo tra un Anno Santo e l’altro (che era stato, invece, fissato in un secolo da Bonifacio VIII), in modo da poterne indire uno per il 1350. In questa occasione, anzi, il papato stabilisce per la prima volta chiaramente come l’indulgenza plenaria possa essere acquistata semplicemente versando denaro alla Chiesa, e dà quindi avvio a quello sfruttamento finanziario delle indulgenze che determinerà, due secoli dopo, la rivolta di Lutero.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email