Ominide 2537 punti

Principi della teoria luterana

Nel secolo XVI nacquero forti movimenti di riforma della Chiesa, perché si avvertì il bisogno di un rinnovamento che la liberasse dai mali che la affliggevano. I capisaldi della teologia luterana, erano sola fide e sola scriptura. Sola fide: solo attraverso la fede, l'uomo potrà ottenere l'aiuto decisivo di Dio e solo la Grazia Divina, aldilà del merito individuale. Sola scriptura: a partire da una lettura attenta del testo sacro, Lutero giungeva a porre le basi di una nuova e diversa teologia cristiana, fondata sulla onnipotenza, onniscenza di Dio. Il luteranesimo si diffuse in Germania, per delle cause ben precise:
1. Nel 1524 si formò una lega tra gli stati tedeschi cattolici, la quale non riuscì tuttavia a impedire che alla Dieta di Spira si approvasse il principio che attribuiva al singolo principe, la scelta della confessione religiosa;

2. La nuova dieta convocata a Spira, riconvocò le concessioni;
3. La Riforma aveva meno salde radici: alcuni principi e rappresentanti rifiutano l'ordine;
4. Dieta di Augusta, dove i riformati proposero diverse confessioni.
Quando si parla di Repubblica dei Santi si fa riferimento all'operato di Calvino. Questa era stata realizzata a Ginevra. Il progetto che stava alla base di questa, era il seguente: Calvino auspicava che l'azione dell'autorità civile si orientasse verso la promozione della vita spirituale dei cittadini.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email