sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Principato di Mosca-

Tra il XV e XVI secolo il Principato di Mosca si trova colpito da squilibri politici.
Nella seconda metà del XV secolo, i Principi Russi attuano una grande Politica di Espansione.
Nel XIV secolo i Principi Moscoviti cominciano a ribellarsi ai Mongoli, fino a quando nel 1480 Ivan III “il Grande” libera completamente l’intero Paese, ampliando anche i suoi territori verso Sud ed Est, fino a raggiungere il Volga.
All'interno dello Stato egli appoggia la sua autorità su un ceto di funzionari-proprietari terrieri (i pomesciki), a lui legati da una sorta di rapporto vassallatico e si scontra spesso con i Grandi Nobili (i Boiari), proprietari di grandissime tenute terriere.
Un altro elemento che contribuisce al rafforzamento dell‘autorità di Ivan III è il matrimonio con la principessa bizantina Zoe Paleologa; grazie a questo viene nominato Unico Difensore della Chiesa Ortodossa contro Islam e Cattolicesimo.

Alla morte di Ivan, nel 1505, gli succede il figlio Basilio III, che continua la politica di espansione territoriale del padre. Nel 1533, quando anche Basilio muore, suo figlio Ivan ha solo tre anni: inizia allora un periodo di conflitti interni, visto che le famiglie dei grandi proprietari terrieri, i Boiari, tentano di imporre la loro supremazia.
Nel 1547 il figlio di Basilio, Ivan IV “il Terribile” assume il potere, attribuendosi il titolo di Zar (dal Latino Caesar, Cesare).
Nel corso del suo Regno ridimensiona il peso dei Boiari e a governa utilizzando un suo Consiglio Privato e una sorta di Polizia Militare (l’“opricnina”), da lui creata e a lui esclusivamente fedele, che amministra con grande brutalità la Russia centrale; nel 1549 istituisce lo Zemsky Sobor (assemblea dei ceti), che accoglie rappresentanze dei boiari, del clero, dei nobili funzionari e dei mercanti moscoviti; lo zar fa leva soprattutto su queste ultime categorie, che sono presenti in maggioranza, per controllare il Regno e limitare le aspirazioni dei Boiari.
Alla morte di Ivan IV, nel 1584, si apre di nuovo un periodo di incertezza e di rivolte; questa lunga fase di conflitti e di caos politico si conclude nel 1613, con l'elezione di Michele Romanov.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email