pexolo di pexolo
Ominide 9187 punti

Maria la sanguinaria


Dopo la morte di Edoardo VI si deve per forza ricorrere alla successione femminile e sale al trono Maria Tudor, la più grande delle figlie di Enrico VIII, nata dal matrimonio che questi aveva voluto sciogliere con Caterina d’Aragona (cattolica). Maria Tudor tenta un ritorno al cattolicesimo dell’Inghilterra, nei primi due anni di governo in maniera più blanda, poi sempre con maggiore pressione tanto che, accusati alcuni sudditi di aver attentato al cattolicesimo della patria, fa emettere condanne a morte e per questo assume il soprannome di Bloody Mary (Maria la Sanguinaria).

La società inglese rimane comunque fortemente restìa a lasciare il protestantesimo, anche perché le terre sottratte alla Chiesa erano state acquistate dagli inglesi e tornare al cattolicesimo avrebbe significato riaprire monasteri, conventi e restituire quelle terre che in precedenza li avevano ospitati.

Maria Tudor si era sposata con Filippo II, il sovrano della Controriforma, perciò gli interessi del sovrano spagnolo sull'Inghilterra erano legati anche al fatto che, per un breve lasso di tempo, egli è marito della regina d’Inghilterra e alla sua morte potrebbe pretenderne la corona (tutti gli altri figli di Enrico VIII sono per la Chiesa cattolica illegittimi, nati da matrimoni non consacrati dalla Chiesa e quindi non rientrano nella linea successoria); avrebbe di queste pretese, ma non può farle valere perché dopo Maria Tudor sale al trono Elisabetta I, nel 1558.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità