Ominide 2993 punti

L’Italia fra 500 e 600

Le popolazioni dell’Europa tornano a essere colpite da carestie e pestilenze, che causarono una crisi demografica e successivamente economica e la condizione peggiore era quella dei contadini. Ma molti storici sostengono che la causa del blocco economico e demografico sia l’aumento dei conflitti tra i gruppi sociali.
La rifeudalizzazione si verifica soprattutto nell’Italia meridionale ed è un ritorno alla feudalizzazione e lo sfruttamento delle classi.
I feudi prima del 600 non sono scomparsi in Europa, e la rifeudalizzazione non fa ricomparire la servitù nel Regno di Napoli e di Sicilia. Il concetto di rifeudalizzazione ci fa capire la tendenza dei baroni a valersi dei loro diritti feudali e la tendenza dei proprietari borghesi ed ecclesiastici a premere sul mondo contadino per non rinunciare ad un alto tenore di vita. Nel regno di Napoli lo sfruttamento fiscale è molto pesante. Il viceré continua a richiedere nuovi tributi. Una parte del denaro incamerato finisce in Spagna impoverendo maggiormente lo stato napoletano. Lo stato vende parte dei beni pubblici e i compratori sono i banchieri pochi mercanti che come parassiti approfittano di questa situazione. Chi paga un avido contributo fiscale è il contadino che porta i suoi prodotti alle fiere.

Il 600 è anche il secolo della rivoluzione scientifica con Galileo Galilei. Nella cultura medievale la scienza era una parte della filosofia e ancella della teologia che aveva il compito di sistemare in modo razionale ciò che la religione rivelava sulla natura. Nelle università del medioevo c’è una netta suddivisione tra arti meccaniche e conoscenza. Il filosofo cui si faceva riferimento era Aristotele i cui testi furono ritenuti esaurienti e completi dagli stessi umanisti che non guardarono oltre, come invece face Galileo che va oltre Aristotele. Galileo utilizzando un linguaggio esclusivamente matematico abolisce la differenza tra mondo celeste e terrestre e verifica l’esistenza di leggi che valgono allo stesso tempo per il moto di un pianeta e per quello di un corpo in caduta libera. Questo nuovo spazio di ricerca non contrasta la fede religiosa ma la rinnova profondamente negandone il diritto di determinare le idee scientifiche.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email