Ominide 1019 punti

Giacomo I Stuart: un sovrano impopolare


Quando Elisabetta I Tudor morì, ci fu un cambio di dinastia, poiché non essendosi sposata la sovrana non aveva eredi; le succedette pertanto il cugino Giacomo I Stuart, appartenente alla famiglia Stuart che regnava in Scozia.
Non fu molto apprezzato dagli inglesi, sia perché straniero sia perché fosse sospettato omosessuale, nonostante fosse sposato e avesse due figli.
Una volta salito al trono, dovette affrontare delle questioni finanziarie e religiose.
Dal punto di vista finanziario, l'Inghilterra era in una forte crisi a causa dell'aumento demografico, soprattutto a Londra, dove la popolazione era più che raddoppiata: a ciò trovò solamente soluzioni provvisorie come vendere titoli nobiliari (alcuni, come quello di baronetto, creati per il solo fatto di essere acquistati).
Dal punto di vista religioso, invece, continuavano le dispute tra cattolici e protestanti che sfociarono, il 4 Novembre 1605, nella Congiura delle Polveri, organizzata dai cattolici a danno del parlamento inglese, che però fu informato preventivamente e riuscì a imprigionare e poi far impiccare i fautori, che vennero effettivamente sorpresi con della polvere da sparo. Inoltre il regno di Giacomo causò il malcontento dei cattolici e dei protestanti più intransigenti, come i puritani che, insoddisfatti, si recarono in massa in America a bordo della Mayflower.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email