Sapiens Sapiens 13859 punti

Espansione coloniale spagnola fra il XVI e il XVII secolo

Nella metà del XVII secolo, l’impero coloniale spagnolo, antico quanto quello portoghese, comprendeva tutta l’America meridionale, escluso il Brasile, l’America centrale ad eccezione di qualche possedimento francese, olandese e inglese ed alcune zone dell’America settentrionale con la Florida e la California. Nell’ Oceano Pacifico, essa possedeva le Filippine con il grande emporio commerciale di Manila.
Dopo un primo momento in cui la conquista ebbe un carattere violento, successivamente lo sfruttamento delle risorse minerarie fu più tranquillo e regolare e l’insediamento più stabile. Molte città vennero abitati da spagnoli immigrati e dai crollo, cioè da figli di immigrati nati nel paese, da meticci e da indiani più meno convertiti al Cristianesimo. In esse, il governo spagnolo importò l’Inquisizione, il fanatismo religioso, il sistema universitario e i suoi ideali guerrieri e religiosi. Poco per volta, alla ricerca dell’oro e dell’argento si unì la coltivazione di prodotti tropicali come il cacao, il cotone, lo zucchero, la frutta tropicale. Inoltre le immense praterie dell’America del Sud offrivano la possibilità di allevamento del bestiame, soprattutto quando gli Spagnoli importarono nel nuovo mondo il cavallo, che gli indios non conoscevano.
Occorre anche precisare che lo spagnolo che si recava nelle colonie, lo faceva da funzionario, da soldato, da membro del clero e mai come colono. Spesso gli indigeni non ce la facevano a reggere al pesante lavoro delle piantagioni, reso micidiale dal clima caldo umido. Allora si suppliva a questa mancanza di mano d’opera con schiavi provenienti dall’ Africa il cui numero era sempre più ingente a tal punto che, soprattutto nelle Antille, nel XVII secolo essi cominciarono ad essere più numerosi della popolazione indigena.
In Africa, la presenza spagnola nel XVII era inesistente. Questo continente interesserà alla Spagna solo nel XIX secolo.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email