Tutor 42879 punti

che cos'è lo Scisma d'Oriente


Scisma d’Oriente


Il Grande Scisma, definito anche “Scisma d’Oriente” o, dal punto di vista degli Ortodossi, “Scisma d’Occidente” è quell’evento, datato 1054, che vide lo scisma, cioè l’allontanamento, tra la Chiesa cattolica occidentale e la Chiesa ortodossa orientale.
Pur identificando l’anno dello scisma nel 1054, l’evento è stato il frutto di un lungo periodo di dispute, controversie e allontanamenti tra le due Chiese. I punti su cui le due Chiese non si trovavano d’accordo erano principalmente due: la questione dell’autorità papale e l’aggiunta del Filioque nel Credo niceno.

Le questioni di divisione


Il primo punto era quello più politicamente connotato, e che aveva determinato diverse controversie nel corso del tempo. Alle origini, la Chiesa cristiana riconosceva la posizione e l’autorità di tre patriarchi, il vescovo di Roma, il vescovo di Alessandria e il vescovo di Antiochia, che divennero cinque con l’aggiunta del vescovo di Costantinopoli e del vescovo di Gerusalemme durante il Concilio di Calcedonia del 451. I patriarchi godevano di potere e autorità sugli altri vescovi, ma tecnicamente nessuno dei cinque aveva un primato sugli altri patriarchi. Tuttavia, a conti fatti, al vescovo di Roma, ovvero al papa, venivano riconosciuti più onori in quanto vescovo della capitale dell’Impero Romano. Il papa di Roma, però, pretendeva anche di godere di una naturale autorità giurisdizionale sugli altri patriarchi in quanto, secondo i vangeli, aveva ricevuto il soglio pontificio direttamente per mandato di Cristo.

Eventi storici conseguenti allo scisma


Su queste premesse si svilupparono gli eventi che poi portarono al Grande Scisma. Nell’anno 857, il vescovo di Costantinopoli Ignazio I rifiutò la Comunione allo zio dell'imperatore Michele III perché si era macchiato d’incesto. L'imperatore approfittò di questo casus belli per deporre Ignazio e nominare Fozio patriarca al suo posto, parente dell’imperatore, ma soprattutto un laico che aveva iniziato una carriera religiosa da meno di una settimana.
Papa Niccolò I intervenne e dichiarò la deposizione di Ignazio illegittima, minacciando Fozio di scomunica. Fozio però rispose a sua volta con una scomunica del papa nell'867 e con una lettera enciclica a tutti i vescovi orientali in cui spiegava i punti di divergenza rispetto alla Chiesa Occidentale: l'aggiunta del Filioque al Credo orientale, il celibato dei preti, il digiuno del sabato.
Tuttavia, sempre nell’anno 867 l’imperatore Michele III venne assassinato e il trono passò a Basilio I il Macedone. Basilio si liberò di tutti i sostenitori del suo predecessore, fra i quali anche Fozio, e reintegrò al suo posto il vescovo Ignazio, decisione ratificata da papa Adriano II due anni dopo, il 869. Fozio fu costretto all'esilio. Alla morte di Ignazio nell'877, Fozio fu rinominato patriarca di Costantinopoli con l'approvazione ufficiale di papa Giovanni VIII, e reiterò i punti di disaccordo con Roma. Inoltre, dichiarò che la Bulgaria, dove il cristianesimo era stato dichiarato religione di Stato, facesse parte della giurisdizione del patriarcato di Costantinopoli.
Papa Giovanni VIII lo scomunicò subito, causando però un altro scisma fra la Chiesa occidentale e le Chiese orientali. Nell'anno 886, il nuovo imperatore Leone VI depose Fozio sulla base di accuse pretestuose per favorire la nomina del fratello, Stefano, ma questa procedura irregolare fu bollata da una scomunica da parte di papa Stefano V. Anche dopo la morte di Fozio una decina di anni dopo, la spaccatura tra le Chiese d'Oriente e quella Occidentale continuò a espandersi. Intorno all'anno 1000 d.C. le incomprensioni raggiunsero il loro apice. Per questo motivo, papa Leone IX mandò a Costantinopoli una sua delegazione guidata dal cardinale Umberto da Silva Candida per ricucire i rapporti tra la Chiesa di Roma e quella di Oriente. Come risultato di questo incontro, il Papa e Michele Cerulario, patriarca di Costantinopoli, si scomunicarono a vicenda: questo atto, avvenuto il 16 luglio 1054, segna l'inizio ufficiale della divisione tra Cristiani Cattolici e di Cristiani Ortodossi.

A cura di Suzy90.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email