vimake di vimake
Ominide 62 punti

Medioevo


Con la caduta dell’impero romano d’Occidente prende inizio la fase storica chiamata Medioevo. Si tratta di una parentesi di storia molto lunga; dura, infatti, circa mille anni. Gli avvenimenti che riguardano il Medioevo vanno dall’anno 476 d.C. al 1492, anno in cui fu scoperta l’America. La parola "medioevo" significa “età di mezzo” ed è sempre stata considerata come una espressione negativa sebbene oggi, gli studiosi abbiano superato la definizione Rinascimentale di ”Medioevo”. Tale espressione fu suggerita, infatti, dagli umanisti del XV secolo i quali credevano che vi fosse uno stretto legame tra la loro epoca e quella classica, romana. Con questo concetto, loro pensavano quindi al Medioevo come un periodo caratterizzato da arretratezza su tutti i piani, economico e culturale.
Come già detto però gli studiosi oggi considerano il Medioevo come un periodo di fermenti e trasformazioni. Si trasformano, infatti, le mentalità, la scala gerarchica sociale e anche la stessa cartina dell’Europa. Solo in questo periodo il continente assume una divisione simile a quella attuale, quindi anche le moderne Nazioni hanno origine in questo periodo.

Per convenzione gli studiosi suddividono in due grandi periodi il Medioevo:
- Alto Medioevo (dall’anno 476 all’anno 1000): In questo periodo si affermano i regni romano-barbarici, si afferma il ruolo della Chiesa e la società comincia a basarsi sul feudalismo.
- Basso Medioevo (dall’anno 1000 all’anno 1492): In questo tempo c’è una rinascita; nascono i Comuni, prende vita il nuovo ceto urbano della Borghesia e rinascono anche le città.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email